envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

SU SAN JOSEMARÍA ESCRIVÁ

Pubblicato Escritos varios, un nuovo volume della Collana “Opere complete”

L’Istituto Storico San Josemaría Escrivá de Balaguer ha recentemente pubblicato un volume che contiene alcuni testi di varia provenienza di san Josemaría. Il libro, intitolato Escritos varios, è stato pubblicato …

Studio

Pablo Marti del Moral     Professore di Teologia Spirituale, Università di Navarra Il concetto di discernimento è una realtà tanto ampia quanto fondamentale. L’esposizione che il classico Dictionnaire de spiritualité ascétique et mystique fa intorno al “discernement des esprits”[1] comprende vari aspetti, quali i motivi delle scelte e dei comportamenti, le eventuali influenze su queste motivazioni, i segni dei tempi, i carismi, le ispirazioni e le mozioni interiori, l’accompagnamento spirituale, ecc. Viene comunque evidenziato che l’essere umano non è predeterminato e deve affrontare il compito di discernere le sue convinzioni e le sue decisioni. Ecco dunque che l’importanza del discernimento deriva dalla sua relazione con la libertà, che a sua volta dipende dalla comprensione della verità pratica (“che cosa conviene fare”). Si è scritto molto intorno al discernimento spirituale[2], vale a dire, al discernimento associato alla vita dello spirito, e più specificamente alla vita cristiana[3]. Papa Francesco ha impiegato il termine in numerosi discorsi e documenti, in contesti diversi. In modo particolare, se ne è servito per riferirsi alla vocazione di persone giovani, specialmente nella recente Esortazione apostolica Christus vivit; dice, per esempio: “Una espressione del discernimento è l’impegno per riconoscere la propria vocazione”[4]. Negli scritti e nella predicazione di …

Ultimi numeri