envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

A 100 anni dalle “orme sulla neve”

A 100 anni dalle “orme sulla neve”


Il 18 gennaio la Biblioteca de La Rioja (Logroño, Spagna) ha ospitato un incontro commemorativo dei cento anni della vocazione di san Josemaría. Questa istituzione si trova a una decina di metri da via Marqués de San Nicolás, dove «tra il dicembre del 1917 e il gennaio del 1918 san Josemaría Escrivá scoprì la sua vocazione di dedizione a Dio nel vedere le impronte che lasciavano sulla neve i piedi scalzi di un religioso carmelitano che passava per quella strada», come ricorda una targa. Due conferenze hanno commemorato quel momento storico. La ricercatrice Inmaculada Alva, collaboratrice del Centro di Documentazione e Studi Josemaría Escrivá, ha descritto la situazione sociale e l’ambiente della città che la famiglia Escrivá trovò quando giunse nel capoluogo de La Rioja. Il professore della Pontificia Università della Santa Croce José Luis González Gullón, membro dell’Istituto Storico San Josemaría Escrivá, ha spiegato il significato della vocazione che nacque in seguito a tale evento, le scelte del giovane Josemaría riguardo al suo futuro e l’importanza di quella esperienza. All’incontro hanno partecipato più di 200 persone.



Romana, Nº 66, Gennaio-Giugno 2018, p. 139-140.