envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

L’UNIV festeggia il 50° anniversario

Studenti di oltre un centinaio di università si sono riuniti a Roma durante la Settimana Santa per partecipare al Forum UNIV, che nell’edizione del 2018 festeggiava i 50 anni. Promosso nel 1968 da san Josemaría, l’UNIV è oggi un punto d’incontro in cui i giovani cercano di dialogare e riflettere intorno a questioni che riguardano la società. Il soggiorno a Roma permette loro di partecipare agli eventi religiosi della Settimana Santa, in luoghi di grande importanza per la fede cristiana, e di stare vicino al Romano Pontefice.


In occasione di questo anniversario Papa Francesco ha inviato un messaggio agli oltre 2.500 partecipanti di quest’anno, ai quali ha consigliato fra l’altro: «Non smettete di coltivare ogni giorno il vostro rapporto di amicizia con Cristo, domandandovi spesso: che farebbe Gesù al mio posto? Che cosa posso fare per somigliare sempre più a Lui e portarlo agli altri? Cercatelo nell’orazione, nei sacramenti, in tutte le situazioni della vostra vita e anche nelle persone che stanno attorno a voi – amici, parenti, colleghi di studio – e in quelle più bisognose e dimenticate del mondo, nelle quali si riflette in modo speciale il volto di Cristo». La lettera è riprodotta integralmente nella sezione Romano Pontefice di questo bollettino.


I giovani hanno consegnato a Papa Francesco il frutto di una colletta da destinare a iniziative sociali e un mosaico della Vergine Mater Ecclesiae (Madre della Chiesa) per i cristiani della Siria.


Il tema proposto per questa edizione è stato Ripensare al futuro. Alain Kiwan, libanese e presidente dell’UNIV, ha spiegato: «Nel maggio 1968 i giovani del mondo spezzarono tutte le barriere che, secondo loro, avevano creato i pregiudizi, i tabù e le tradizioni. Dopo 50 anni possiamo affermare che la società compie tutti i nostri desideri? Dobbiamo ‘Ripensare al futuro’, domandandoci perché alcuni di questi sogni non si sono realizzati. Dovremmo rifarci alle origini ed essere originali, per creare tutti insieme il mondo che desideriamo».


L’UNIV 2018 ha proposto attività culturali in vari luoghi di Roma: conferenze, colloqui, mostre e tavole rotonde. Ecco i nomi di alcuni conferenzieri: Anna Halpine, fondatrice di World Youth Alliance e CEO di FEMM Health; David Post, responsabile Business Development di Enel Global Thermal Generation; Paloma Durán, direttrice del Fondo per gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU; Ignacio Vicens, professore ordinario di Progettazione dell’Università Politecnica di Madrid; Kevin Majeres, professore della Facoltà di Medicina di Harvard; Giorgia Pergolini, consulente di politica ambientale per il World Food Programme; Jack Valero, co-fondatore di Catholic Voices; Benedetto Ippolito, professore di Storia della Filosofia all’Università di Roma Tre.


Contemporaneamente, è stato presentato il progetto “Innovatori Sociali”, uno spazio dedicato al volontariato e alla solidarietà, che informerà delle iniziative promosse da studenti universitari.

Romana, Nº 66, Gennaio-Giugno 2018, p. 156-157.

Invia ad un amicoInvia ad un amico