envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Dizionario biografico e teologico- spirituale di San Josemaría. Ed. Monte Carmelo

La casa editrice Monte Carmelo ha pubblicato il Dizionario di San Josemaría Escrivá de Balaguer, un’opera che si aggiunge alla collana dei grandi dizionari di questo editore. Il volume contiene 288 voci, delle quali 158 sono di carattere teologico-spirituale, mentre 130 hanno un carattere storico-biografico. Le prime mirano ad approfondire varie materie riguardanti la vita spirituale cristiana e la riflessione teologica alla luce degli insegnamenti di San Josemaría; quelle storico-biografiche, invece, danno una informazione essenziale intorno ai personaggi, ai luoghi e alle vicende più rilevanti della storia del Fondatore dell’Opus Dei. Si analizzano inoltre la sua opera scritta e la sua predicazione, e anche alcune delle iniziative apostoliche di cui fu promotore in tutto il mondo.
Questo volume di 1.358 pagine, preparato dall’Istituto Storico San Josemaría Escrivá de Balaguer, è stato elaborato da più di 226 autori di 32 Paesi fra teologi, canonisti, storici, filosofi e altri specialisti dei cinque continenti, sotto la supervisione di un comitato editoriale presieduto da Mons. José Luis Illanes, direttore dell’Istituto Storico San Josemaría Escrivá. Egli stesso ha sottolineato che si tratta di un’opera “di grande divulgazione, ma anche di alto livello scientifico”; sarà un libro “di riferimento generale, che si occupa non solo della vita di San Josemaría, ma anche del suo messaggio e della sua dottrina, nonché dell’istituzione alla quale ha dato vita”. La sua opinione è che il manuale “mette in evidenza uno dei tratti più caratteristici dello spirito” del Fondatore dell’Opus Dei, “l’universalità del messaggio di santificazione in mezzo al mondo”.

Il prof. Illanes spera che il dizionario “aiuti i lettori a conoscere meglio la vita e gli insegnamenti di una delle personalità di maggiore rilievo nella storia della Chiesa del XX secolo, una guida nella vita di persone di condizioni e di Paesi molto diversi fra loro, un Santo dell’ordinario – come lo definì il Beato Giovanni Paolo II il giorno dopo la sua canonizzazione –, vale a dire un promotore di un cammino di santità e di apostolato, di una esistenza cristiana sincera e profonda, nelle più diverse circostanze della vita ordinaria in mezzo al mondo”.

Romana, Nº 57, Luglio-Dicembre 2013, p. 290-291.