envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Valladolid (Spagna) 4ª Giornata di Liturgia


Un centinaio di sacerdoti e professori di teologia hanno assistito venerdì 9 novembre a Tordesillas, vicino a Valladolid, alla IV Giornata di liturgia, organizzata dal Centro Sacerdotale Esgueva. Il tema scelto per l’incontro è stato il ruolo della liturgia nella vita del Beato Josemaría Escrivá.

P. Manuel Garrido Bonaño, benedettino, esperto di liturgia e consultore della Congregazione del Culto Divino, ha segnalato nel suo intervento che “il Beato Josemaría è uno dei grandi apostoli della liturgia. Raccomandava di non confondersi nella celebrazione della Messa, di curare i piccoli particolari delle cerimonie, di recitare le preghiere con pietà... Come viveva la Santa Messa! Era una realtà che impregnava tutta la sua giornata”.

Il Fondatore dell’Opus Dei, ha continuato P. Garrido Bonaño, “non predicò solo con la parola, ma anche con l’esempio. Il suo intenso modo di vivere ogni atto liturgico ha conquistato migliaia di anime, sia gente semplice che intellettuali.

E perché le sue parole erano attraenti? Perché sgorgavano dalla sua vita. È stato un precursore e un pioniere, sia per il modo di predicare che per la sua obbedienza alle norme liturgiche. Ha avvicinato la liturgia al popolo e questo è stato un gran bene per la Chiesa”.
L’Arcivescovo di Valladolid, Mons. José Delicado, ha sottolineato nel suo intervento il valore che il Beato Josemaría ha dato alla partecipazione dei fedeli all’Eucarestia. Al contempo, ha incoraggiato i sacerdoti presenti a “trasformare la Messa in fonte di salvezza”. Nello stesso senso si è espresso il Vescovo di León, Mons. Antonio Vilaplana.

Romana, Nº 33, Luglio-Dicembre 2001, p. 227-228.