envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

IX Simposio Internazionale San Josemaría, “Fede e Società” (19-IX-2018)

Il IX Simposio Internazionale San Josemaría, organizzato dalla Fondazione Catalina Mir presso l’IFEJA (Jaén, Spagna), ha visto la partecipazione di più di 500 persone e vi è stato trattato con approccio multidisciplinare il tema Fede eSocietà.


Una decina di esperti di vari ambiti (docenza, comunicazione, cinema, teologia e medicina) hanno parlato della vita dei cristiani nella società, trattando, in modo trasversale, una serie di questioni relative alla scienza, ai millennial, al giornalismo, alle reti sociali e all’uguaglianza.


Nella giornata iniziale, davanti a circa trecento persone, è intervenuto José Ramón Pin Arboledas, professore emerito del Dipartimento di Direzione del Personale nelle Organizzazioni ed Etica dell’Impresa dello IESE. La sua conferenza ha trattato di cristianesimo, libertà ed educazione. Lluís Foix, giornalista e scrittore, corrispondente da Londra e Washington e, attualmente, editorialista del giornale La Vanguardia, ha parlato di Opinione pubblica, verità e menzogne.


Un pannello sui Millennial della fede ha riempito la sala di giovani per ascoltare le esperienze di Isabel Berges, consulente di moda, Daniel de la Fuente Feliú, torero, María Vera Imago Christi, religiosa, e Marius Lekker, instagrammer. Un altro pannello ha affrontato il tema della scienza al servizio della società e i giovani.


Il Simposio è stato chiuso dal vicario generale dell’Opus Dei, Mariano Fazio, che è intervenuto dopo la proiezione del documentario L’unità di vita in san Josemaría. Ha ricordato che «se abbiamo voglia di cambiare, di trasformare il mondo, dobbiamo amarlo appassionatamente». Per ottenere questa trasformazione ha proposto vita interiore, unità di vita, voglia di influire nella società e trasparenza.

Romana, Nº 67, Luglio-Dicembre 2018, p. 279.

Invia ad un amicoInvia ad un amico