envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Messe in suffragio del Servo di Dio Mons. Álvaro del Portillo, in tutto il mondo

Il 23 marzo scorso si compivano dieci anni dalla morte di Don Álvaro. Per questo motivo hanno avuto luogo in tutto il mondo Messe in suffragio della sua anima. In molte città i celebranti sono stati gli ordinari del luogo – Arcivescovi e Vescovi –, che hanno voluto mostrare così il loro affetto per Mons. Álvaro del Portillo. Numerosi sono stati anche i sacerdoti che hanno celebrato l’Eucaristia per il suo eterno riposo. Prima e durante le celebrazioni eucaristiche, i presenti hanno avuto l’opportunità di ricevere il sacramento della Penitenza.

In Italia sono state celebrate Messe nella Basilica di Sant’Ambrogio a Milano, nella Cattedrale di Palermo – una cerimonia officiata dal Cardinale Salvatore De Giorgi – e nella Chiesa di San Fernando di Bari. Fra gli altri luoghi, a Roma una Messa è stata celebrata nella Parrocchia di San Josemaría [1].

In tutto il Cile sono state celebrate Sante Messe in suffragio di Don Álvaro alla presenza di numerose persone: a Santiago, nella parrocchia di San Ramón, concelebrata dal Vicario Regionale e altri sacerdoti; a Viña del Mar, nella Iglesia Naval Las Salinas; a Concepción, nella parrocchia della Madonna di Lourdes; ad Antofagasta, nella Cappella militare, e a Temuco, nella Cappella della Casa per Anziani dedicata alla Madonna del Carmine.

Questi i luoghi dell’America Latina dove sono state celebrate altre Messe di suffragio: in Argentina, a Buenos Aires, Mendoza, Tucumán e Santa Fé; in Brasile, a San Paolo, Curitiba e Rio de Janeiro; in Colombia, a Bogotá, Medellín, Cali, Barranquilla, Cartagena de Indias, Bucaramanga e Manizales; in Ecuador, a Guayaquil e Quito; in Salvador, a El Salvador; in Honduras, a Tegucigalpa; in Paraguay, ad Asunción; in Perú, a Lima, Arequipa, Chiclayo, Piura e Cañete; nel Portorico, a San Juan; nella Repubblica Dominicana, a Santo Domingo; in Messico, a Monterrey, San Luis Potosí, Chihuahua, Torreón, Città del Messico, Hermosillo, Culiacán, Aguascalientes e Guadalajara; in Uruguay, a Montevideo.

A Stoccolma hanno avuto luogo due Messe celebrate in due residenze universitarie della città, opere corporative della Prelatura. Erano presenti, oltre ai residenti, diversi amici e cooperatori dell’Opus Dei. Anche a Gerusalemme è stata celebrata una Eucaristia in suffragio di Don Álvaro, alla quale hanno partecipato alcuni universitari e liceali che frequentano i mezzi di formazione. A Bruxelles la Santa Messa è stata celebrata nella chiesa di Nostra Signora dell’Annunciazione ed è stata presieduta dal Vicario Regionale dell’Opus Dei. Il Vicario Regionale della Germania, Dr. Christoph Bockamp, ha celebrato il 23 marzo una Messa a Colonia. In Portogallo, e precisamente a Lisbona, è stata celebrata una Messa per Don Álvaro nell’oratorio di San Josemaría nella Residenza Montes Claros e nella città di Viseu nella chiesa della Madonna del Carmelo.

Nella cappella di Strathmore University, a Nairobi (Kenia), il 23 marzo è stata celebrata una Messa solenne. Ugualmente a Kinshasa (Congo), nella Cattedrale di Nostra Signora del Congo, mons. Xavier Hervás ha presieduto una concelebrazione eucaristica. Nell’omelia, ha ricordato che quelli che hanno conosciuto Don Álvaro “non possono dimenticare che nei vari incontri con lui la loro fede si è illuminata, la speranza si è fortificata e l’amore di Dio si è infiammato, facendoci riflettere sull’importanza della propria vocazione cristiana”.

Intorno al 23 marzo in molte città spagnole sono state celebrate Messe in suffragio del Servo di Dio Mons. Álvaro del Portillo. L’affluenza di numerosi fedeli nelle cattedrali di Almería, Burgos, Ciudad Real, Granada, León, Málaga, Palencia, Salamanca, Santander, Siviglia, Valladolid e in molte altre chiese parrocchiali di città di tutte le province spagnole è stata un’autentica testimonianza dell’affetto e della venerazione verso il primo successore di San Josemaría in questo particolare anniversario. Sono state celebrate Messe in suffragio di Don Álvaro anche in molti club giovanili, scuole, residenze universitarie e opere corporative dell’Opus Dei.

[1] 1. Ved. omelia del Prelato dell’Opus Dei a pag. 40.

Romana, Nº 38, Gennaio-Giugno 2004, p. 78-79.

Invia ad un amicoInvia ad un amico