envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Ijebu-Ode (Nigeria) Una mobilitazione di cristiani nel Nuovo Millennio

Iroto Conference Center, iniziativa apostolica promossa dall’Opus Dei vicino a Ijebu-Ode (Nigeria), ha organizzato una serie di seminari rivolti a vescovi e sacerdoti dal titolo Santificare il mondo dall’interno. L’attività è inserita nel quadro della preparazione del centenario della nascita del Beato Josemaría Escrivá. Tra i conferenzieri erano presenti l’Arcivescovo di Abuja, Mons. John Onaiyenkan, il Vescovo di Enugu, Mons. Anthony O. Gbuji, e il Vescovo di Abeokuta, Mons. Alfred Martins.

Il 7 maggio è intervenuto Mons. Gbuji, che ha affermato di aver scoperto “l’affascinante spirito” che il Beato Josemaría ricevette con la fondazione dell’Opus Dei. In diversi modi - ha detto - tutti possiamo applicarci questo spirito, e ha insistito sulla formazione dei fedeli, per aiutarli a essere “attivi e fruttuosamente apostolici, capaci di portare la società verso Cristo”.

Il Vescovo di Enugu ha spiegato che nel Concilio Vaticano II c’è stata una nuova esplorazione teologica sul mistero della Chiesa, che ha permesso di introdurre una “maggior flessibilità nelle strutture ecclesiastiche al fine di conoscere la complessità e la varietà della vita moderna e predicare il Vangelo in modo organico ed efficace”. Ha affermato che l’Opus Dei forma parte di questo mistero della Chiesa e che “la struttura giuridica delle prelature personali, come strutture gerarchiche, ha messo ben in chiaro la posizione dell’Opus Dei nella Chiesa”.

Mons. Gbuji, parafrasando il Beato Josemaría, ha ricordato che “l’apostolato è frutto della vita interiore” e ha espresso il desiderio che “molta gente in Nigeria e nel mondo prenda sul serio il cammino di santificazione nel lavoro professionale e nell’adempimento dei doveri ordinari del cristiano”, come recita la preghiera per la devozione del Beato Josemaría.

Romana, Nº 32, Gennaio-Giugno 2001, p. 95.