envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Attività del Prelato

Attività del Prelato

Udienza con il
Santo Padre
Francesco
(10-VI-2013)

Lunedì 10 giugno Sua Santità Francesco ha ricevuto in udienza privata il Prelato dell’Opus Dei, S.E.R. Mons. Javier Echevarría. Fra le altre cose, il secondo successore di San Josemaría ha preso spunto da questo incontro filiale per ringraziare il Papa della sua generosità come Supremo Pastore della Chiesa e per assicurargli le preghiere dei fedeli della Prelatura e di quanti partecipano ai mezzi di formazione che l’Opus Dei offre, per la persona e le intenzioni del Santo Padre.

Viaggi pastorali

15-17 febbraio in Lituania

Il terzo fine settimana di febbraio Mons. Javier Echevarría è andato in Lituania, nazione nella quale l’Opus Dei svolge stabilmente il lavoro apostolico dal 1994. Oltre ad avere varie occasioni di riunirsi con i fedeli della Prelatura del Paese baltico, insieme con altri amici e le rispettive famiglie, il Prelato dell’Opus Dei ha salutato anche il Cardinale Arcivescovo di Vilnius, Mons. Audrys Juozas Bačkis. Ha avuto anche l’opportunità di pregare nel Santuario Ausros Vartai (Porta dell’Aurora).
Prendendo spunto dal fatto che pochi giorni prima Benedetto XVI aveva annunciato la sua rinuncia al ministero petrino, Mons. Echevarría ha invitato ripetutamente a pregare per il Santo Padre e a pregare anche per il nuovo Papa. Altri temi ricorrenti delle sue conversazioni in Lituania sono stati: portare il seme di Cristo nell’ambiente universitario, pregare per i compagni di studio o di lavoro e parlare con loro di Dio senza paura.

11-14 aprile in Libano

Dall’11 al 14 aprile Mons. Javier Echevarría ha compiuto una visita pastorale in Libano, che gli ha permesso di dare nuovi stimoli alle attività apostoliche che i fedeli della Prelatura svolgono nel Paese insieme con altre persone. Il Prelato si è recato nei centri di formazione che i fedeli dell’Opus Dei stanno istituendo nel Libano, in particolare l’Institute of Management and Services Al Tilal, dove si sta portando avanti un’attività di promozione umana e sociale a favore delle donne che abitano tra le montagne del Libano. Nella riunione generale, alla quale hanno partecipato più di 350 persone, Mons. Echevarría ha invitato i presenti a essere persone di preghiera, che parlano con Dio e cercano costantemente la santità, in modo da poter aiutare così il Papa, i Vescovi, i sacerdoti e tutte le persone del loro ambiente. Inoltre ha assicurato che se essi trascorrono la vita ordinaria con generosità e cuore grande, contribuiranno ad appianare i problemi che esistono in Libano e nel mondo.
Il Prelato dell’Opus Dei ha poi incontrato il Vescovo maronita di Beirut, Mons. Boulos Matar, e il Nunzio apostolico nel Libano, Mons. Gabriele Giordano Caccia. È andato anche nel convento carmelitano dell’Unità e nel Santuario di Nostra Signora del Libano, ad Harissa, dove ha pregato in modo particolare per la pace in questa regione e nel mondo intero. In quei giorni il Patriarca dei maroniti, Sua Beatitudine il Cardinale Béchara Boutros Raï, O.M.M., non si trovava in Libano.

24-28 maggio in Sudafrica

Venerdì 24 maggio Mons. Javier Echevarría è arrivato in Sudafrica per passare alcuni giorni con i fedeli dell’Opus Dei e con le persone che partecipano ai mezzi di formazione cristiana offerti dalla Prelatura. Ha avuto così l’occasione di parlare con molte persone in un incontro avvenuto nel Sandton Convention Centre a Johannesburg. Si è inoltre soffermato a parlare con varie famiglie quando si è poi recato nella parrocchia Mater Dolorosa, affidata a sacerdoti dell’Opus Dei. Domenica 26 Mons. Echevarría si è trasferito a Pretoria: qui ha sostato nei centri della Prelatura della città e in uno di essi ha consacrato l’altare dell’oratorio. Ha poi conversato con gruppi di universitari e con le rispettive famiglie. Gli argomenti trattati in questi incontri sono stati diversi: la Santissima Trinità (solennità che quest’anno cadeva il 26 maggio), i rapporti con la Madonna, la cura della famiglia, la preoccupazione per gli altri, la confessione, l’apostolato e altri aspetti della vita cristiana.
Mons. Echevarría è stato molto grato per aver potuto incontrare, nei giorni in cui è rimasto in Sudafrica, gli Arcivescovi di Johannesburg, Mons. Buti Joseph Tlhagale, O.M.I., e di Pretoria, Mons. William Matthew Slattery, O.F.M. Ha avuto anche l’opportunità di parlare col Nunzio apostolico in Sudafrica, Mons. Mario Roberto Cassari. Prima di rientrare a Roma, il Prelato ha avuto una riunione con alcuni sacerdoti provenienti da diverse diocesi del Sudafrica.

Ordinazioni

Il 4 maggio 2013, nella Basilica romana di Sant’Eugenio, Mons. Javier Echevarría ha conferito l’ordinazione sacerdotale a 31 fedeli della Prelatura dell’Opus Dei, i quali serviranno la Chiesa con il loro ministero dopo aver esercitato per anni diverse attività professionali. Nell’omelia il Prelato si è rivolto ai familiari dei nuovi sacerdoti e agli amici intervenuti alla cerimonia, con le seguenti parole: “Mi congratulo particolarmente con voi, che avete collaborato con la preghiera, il buon esempio e in modi diversi alla loro vocazione sacerdotale. Lo dico sempre, ma in modo speciale in queste occasioni: è dovere di tutti i cristiani pregare ogni giorno perché il Signore invii molti seminaristi in tutto il mondo. Consideriamolo un obbligo gioioso”.
I nuovi sacerdoti provengono da quattro continenti: Africa, America, Asia ed Europa.

Se desidera leggere la versione completa di "Romana", può abbonarsi alla sua edizione cartacea.

Romana, Nº 56, Gennaio-Giugno 2013, p. 61-63.