envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Decreto di proclamazione dell’Anno Mariano di ringraziamento

JAVIER ECHEVARRÍA

Per la grazia di Dio e della Sede Apostolica

Prelato dell’Opus Dei

DECRETO

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Omnes cum Petro, ad Iesum per Mariam! Portare tutte le anime a Gesù, per intercessione di Santa Maria, in unione con il Successore di Pietro, Capo visibile della Chiesa universale, e con i Vescovi del mondo intero: questa è stata una profondissima aspirazione di san Josemaría Escrivá, che per grazia di Dio il Santo Padre Giovanni Paolo II ha solennemente iscritto nell’elenco dei santi.

Per realizzare tale aspirazione con lo spirito di san Josemaría – cercando la santificazione del lavoro professionale e della vita familiare e sociale, portandovi a compimento la missione apostolica dei figli di Dio –, ci rivolgiamo alla mediazione della Vergine Maria, Madre di Dio e Madre nostra, modello esimio di santità – da Nazareth fino al Sacrificio del Calvario – che prese parte in modo eccelso all’opera della nostra Redenzione, dandoci esempio dell’amore che devono nutrire coloro che cooperano alla missione apostolica della Chiesa (cfr. Lumen gentium, n. 65).

Imploriamo la potente intercessione di Santa Maria, invocando S. Giuseppe, nostro Padre e Signore, san Josemaría e tutti i santi che hanno dato testimonianza della fede lungo i secoli: in particolare, la moltitudine di cristiani della primitiva chiesa di Gerusalemme che si riunì con gli Apostoli e con Maria (cfr. At 1, 14) e si sparse poi in tutti gli ambienti di vita degli uomini per diffondere il Vangelo con la forza dello Spirito Santo, e coloro che sacrificarono la propria vita per Cristo in questa città di Roma, assieme a S. Pietro e a S. Paolo, e illuminarono la società con la luce della loro fede e del loro amore.

Affinché questa supplica dell’aiuto di nostra Madre salga con perseveranza in Cielo, vogliamo, con unanime desiderio, che il tempo di ringraziamento per la canonizzazione di san Josemaría sia un tempo mariano, dedicato in modo speciale alla Santissima Vergine Maria.

In continuità con i consigli del mio predecessore come Prelato dell’Opus Dei, l’Ecc.mo e Rev.mo monsignor Álvaro del Portillo, figlio fedelissimo di san Josemaría, desideriamo che in questo tempo mariano la nostra devozione verso la Madonna si accresca ogni giorno di più e sia presente in tutto e per tutto. Dimostriamole il nostro amore con l’impegno assiduo nella recita del Santo Rosario e nel compimento delle altre pratiche di pietà mariana che ha stabilito il nostro amatissimo Fondatore; diffondiamo nel nostro lavoro apostolico l’amore per la Santissima Vergine, cammino sicuro per giungere a Cristo, specialmente nell’Eucaristia e nel sacramento della Penitenza, e affidiamo a lei l’intenzione che nella società siano rispettate la vita, la dignità e la libertà della persona umana e della famiglia. Affinché poi la vita di pietà e l’apostolato siano alimentati dalla dottrina, meditiamo con frequenza, in questo tempo mariano, gli insegnamenti del Magistero della Chiesa sulla Santissima Vergine Maria.

A tal fine, uditi il Consiglio Generale e l’Assessorato Centrale,

Dichiaro e indìco

per la Prelatura dell’Opus Dei un Anno Mariano di ringraziamento, che inizierà il 16 ottobre 2002 e si concluderà il 16 ottobre 2003, XXV anniversario dell’elezione di Giovanni Paolo II come Successore di Pietro.

Durante l’Anno Mariano:

1. Nei Centri della Prelatura sarà celebrata la Messa della Beata Vergine Maria tutti i sabati in cui le norme liturgiche lo consentono, e prego i fedeli che in quel giorno ognuno offra la recita di cinque misteri del Santo Rosario per la persona e le intenzioni del Romano Pontefice.

2. Desidero anche che i fedeli della Prelatura, oltre al pellegrinaggio mariano che abitualmente compiono nel mese di maggio, facciano in modo di recarsi in un santuario mariano, in segno di ringraziamento, recitando quindici decine del Santo Rosario, in febbraio e in ottobre del 2003.

Omnes cum Petro, ad Iesum per Mariam!

Dato in Roma, il 6 ottobre 2002, giorno della solenne canonizzazione di san Josemaría Escrivá, all’inizio dell’anno LXXV della fondazione dell’Opus Dei.

+Javier Echevarría

Fernando Ocáriz
Vicario Generale

Reg. Gen. R. lib. VI pag. 11

Romana, Nº 35, Luglio-Dicembre 2002, p. 293-295.