envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

In breve

LOSANNA
Famiglie a congresso

L'educazione etica risulta insufficiente se la formazione alla libertà viene assolutizzata e separata da quella alla responsabilità e alla generosità. In questo senso sarebbe non solo lacunosa, ma contraddittoria l'azione di uno Stato che non offrisse un reale sostegno alle famiglie numerose": ecco una delle conclusioni del X Congresso Internazionale della Famiglia, svoltosi a Losanna dal 23 al 26 di novembre sotto il patrocinio della Fondation Internationale de la Famille (IDF).

Il simposio è stato organizzato quest'anno dall'Associazione Svizzera Famiglia ed Educazione, ente sorto per iniziativa di un folto gruppo di persone, fra cui alcuni fedeli della Prelatura, particolarmente sensibili ai problemi attuali della famiglia. Quattrocento partecipanti si sono riuniti in conferenze, tavole rotonde e gruppi di studio nel corso dei quali sono stati studiati argomenti di attualità, come il ruolo della donna nella società, conseguenze sociali e familiari dell'invecchiamento della popolazione in Europa, il ruolo dell'autorità nell'educazione.

Tra gli interventi si possono segnalare quello della Sig.ra Marie-Laure Beck, deputata del Gran Consiglio ginevrino; del Prof. John Crosby, docente dell'Università di Dallas e membro dell'Accademia Filosofica del Liechtenstein; del Prof. Gérard-François Dumont, ordinario di Demografia alla Sorbona; del Dott. Bernard Gaye, presidente dell'IDF; del Prof. Jean Sutter, professore onorario di Psichiatria all'Università di Marsiglia; e del Prof. Claude Tricot, ordinario di Statistica e Presidente dell'Associazione Svizzera Famiglia ed Educazione.

VIENNA
La libertà e le sue implicazioni

Il simposio su "Aneliti di libertà", con il quale la Residenza universitaria Birkbrunn ha celebrato nello scorso mese di settembre i primi venticinque anni di vita, è culminato con la conferenza del Card. Hans Hermann Gröer, Arcivescovo di Vienna, che ha avuto parole di vivo apprezzamento per il servizio reso dalla Residenza alla città e ha espresso la propria gratitudine alla Prelatura dell'Opus Dei per l'attività svolta a Vienna in questo quarto di secolo. Il Vicario Regionale della Prelatura per l'Austria, Rev.mo Dott. Ernst Burckhart, ha dato lettura del telegramma inviato per l'occasione dal Prelato dell'Opus Dei.

Personalità del mondo accademico, amici della Residenza, studenti ed ex-residenti con le rispettive famiglie hanno preso parte alle conferenze e ai dibattiti, approfondendo l'analisi dell'autentico concetto di libertà nella politica, nell'arte, nelle comunicazioni di massa e nell'insegnamento universitario. Tra gli ospiti, i professori Günther Pöltner, Maximilian Gottschlich e Reinhold Knoll, dell'Università di Vienna, e Mohammed Rassem, Christoph Thienen-Adlerflycht, Otto Triffterer e Michael Fischer, dell'Università di Salisburgo.

MILANO
Assistenza ai disadattati

La formazione umana e cristiana offerta dalla Residenza universitaria Torrescalla ha sensibilizzato un gruppo di studenti milanesi a prestare il proprio contributo nell'ambito di alcune iniziative sociali a favore dei disadattati.

Il "Rifugio di Fratel Ettore" ospita circa duecento immigrati, provenienti per lo più dai Paesi del Terzo Mondo, che vivono in situazione di estrema precarietà. Gli studenti della Torrescalla li assistono assieme ad altri ragazzi, esponenti di varie associazioni e parrocchie milanesi, in diverse necessità: dal servizio alla mensa alla lavatura delle stoviglie, dall'insegnamento della lingua alle altre mille esigenze che rendono talvolta problematica la sussistenza in una grande città.

Altri universitari della Torrescalla operano ad Arese, un comune dell'hinterland milanese, presso il Centro Educativo S. Domenico Savio, che accoglie ragazzi disadattati provenienti da famiglie disagiate: si tratta soprattutto di adolescenti che, a causa di gravi deficienze affettive, presentano serie difficoltà scolastiche. Oltre ad assisterli nello studio e ad assicurare loro un'armonica formazione cristiana, i volontari ne favoriscono l'inserimento sociale e familiare.

CITTA' DEL MESSICO
Professionalità nei servizi

I giorni 15, 16 e 17 novembre, l'Istituto Panamericano di Alta Direzione d'Impresa (IPADE) ha ospitato un seminario dal titolo "Ospitalità: professione attuale", organizzato dalla Scuola Superiore di Amministrazione di Istituzioni (ESDAI), in occasione del ventesimo anniversario della propria fondazione. L'ESDAI è la prima istituzione dell'America Latina che ha come fine la formazione delle addette al servizio nel settore alberghiero, ospedaliero e della ristorazione.

Il Prof. Carlos Llano Cifuentes, Rettore dell'Università Panamericana, ha svolto l'intervento di apertura, sottolineando l'attualità sociale e culturale del recupero dei valori umani connessi con l'ospitalità; il ruolo particolarissimo della donna è stato messo in rilievo dalla Dott.ssa Jutta Burggraf, direttrice dello Kulturelles Zentrum Wiara di Colonia. L'Ing. Antonio Gutiérrez Prieto, imprenditore, ha sottolineato la centralità della persona nell'ambito aziendale; la Dott.ssa Carmela Ramos González de Castilla, Direttrice Generale dell'ESDAI, ha concluso i lavori richiamando il rapporto fra qualificazione professionale e formazione cristiana.

BOGOTA
Corso Internazionale di Aggiornamento Teologico

I problemi di fondo in Colombia e nell'America Latina non si riducono alla guerriglia e al narcotraffico: il lassismo morale è mostruoso e tocca la coscienza e il cuore di ogni individuo (...). La pace è tornare a Dio, vivere sul serio l'impegno cristiano". Sono parole di Mons. Rubén Buitrago, Vescovo di Zipaquirá, nella giornata inaugurale del Corso Internazionale di Aggiornamento Teologico organizzato dall'Università della Sabana in cooperazione con il Centro Accademico Romano della Santa Croce e l'Università di Navarra. Vi hanno partecipato centocinquanta persone —in gran parte, sacerdoti—, che per due settimane hanno centrato la loro attenzione sull'insegnamento del Magistero della Chiesa in materia morale.

Intervenendo all'inaugurazione, Mons. Angelo Acerbi, Nunzio di Sua Santità in Colombia, ha voluto sottolineare l'importanza dell'iniziativa: "Per la Chiesa latinoamericana è di grande valore, in mezzo a tanti sbandamenti e dubbi sulla vera dottrina cattolica. Per i partecipanti significa ricevere la luce salda, sicura del Magistero della Chiesa. Oggigiorno mancano criteri chiari per distinguere una cosa dall'altra, l'errore dalla verità: qui si troveranno criteri saldi perché hanno il riferimento del Magistero".

Giovanni Paolo II ha inviato un messaggio di paterno incoraggiamento, nel quale esorta tutti i partecipanti alla consapevolezza della "grande responsabilità di dare una risposta adeguata ai numerosi problemi dell'individuo e della società, in sintonia con il Magistero della Chiesa". Parole di elogio e l'invito a dare continuità al corso anche nei prossimi anni sono venute dall'intervento, nella sessione conclusiva, del Card. Alfonso López Trujilllo, Arcivescovo di Medellín e Presidente della Conferenza Episcopale colombiana.

CAMBRIDGE (Massachussets, U.S.A.)
XXX Anniversario di Elmbrook Residence

Elmbrook, una Residenza universitaria promossa da fedeli della Prelatura in favore degli studenti dell'area di Boston, in particolare di quelli dell'Università di Harvard e del Massachussets Institute of Technology, ha compiuto trent'anni di vita. Alle celebrazioni della fausta ricorrenza è voluto intervenire, lo scorso 13 ottobre, l'Arcivescovo di Boston, Card. Bernard Law. Dopo aver celebrato una Messa di ringraziamento, il Presule ha cenato con gli studenti e si è poi intrattenuto con loro in un animato incontro, protrattosi per oltre due ore.

Il Cardinale Law ha rievocato, tra l'altro, il primo contatto che ebbe con membri dell'Opus Dei, negli anni dei suoi studi universitari: "Feci la conoscenza con due dottorandi: erano venuti ad Harvard per conquistare il mondo... Se allora qualcuno mi avesse detto che dopo poco più di trent'anni mi sarei trovato qui, ospite di una casa frutto del lavoro da essi iniziato, gli avrei dato del visionario".

"Nutro una grande ammirazione per l'Opus Dei, e grande affetto e rispetto per il Prelato —ha proseguito il Cardinale—. Con il passare degli anni sono rimasto in stretto contatto con i miei amici che sono diventati membri dell'Opus Dei; mi hanno sempre colpito positivamente il loro spirito, il loro rispetto dell'integrità della vocazione laicale, il loro desiderio di promuoverla... Mi sono sempre trovato a mio agio nei miei contatti con l'Opus Dei a tutti i livelli; ho ricevuto l'impressione di un gruppo di uomini e di donne totalmente dediti alla Chiesa, caratterizzati da un grande buon umore, un'ammirevole umiltà e una grande fiducia nel futuro".

Illustrando il servizio reso alla Chiesa dalla Prelatura, il Cardinale ha voluto sviluppare alcune riflessioni sulla sua spiritualità e sulla multiforme attività apostolica promossa dall'Opus Dei in tutto il mondo. Dopo aver sottolineato la competenza professionale che caratterizza l'impegno dei membri nei differenti campi della vita civile e la loro sensibilità ai problemi sociali più attuali, egli ha osservato che l'efficacia apostolica di tali iniziative è sempre legata al vigore della testimonianza personale.

In questo quadro, il Card. Law ha insistito sul primato che spetta alla fede nella vita del cristiano. "Come non esiste contraddizione nella verità, così non può esserci una dicotomia nella vita": l'impegno umano e quello cristiano debbono armonizzarsi e fondersi come esigenze inseparabili di una santità che si edifica nel mondo.

DUBLINO
Ricordando la catechesi del Papa

In occasione del decimo anniversario della visita di Giovanni Paolo II in Irlanda, diversi Centri della Prelatura hanno organizzato, a Dublino, una serie di conferenze intese ad approfondire il messaggio papale e a stimolarne l'applicazione.

Il Centro Northbrook ha indetto una giornata di studi specificamente rivolta a madri di famiglia e dedicata allo studio degli insegnamenti del Santo Padre sui problemi familiari; l'Ely University Centre ha preparato una tavola rotonda per professionisti e tecnici sulla presenza della Madonna nel Magistero pontificio; la Rosemont Park School ha promosso un ciclo di incontri sull'impegno spirituale al quale Giovanni Paolo II ha invitato gli irlandesi, con particolare riferimento alla pietà eucaristica.

Ricordando le ultime parole pronunciate nel 1979 dal Papa prima di lasciare il Paese: Ireland semper fidelis! , la Knapton House ha allestito un ciclo di lezioni il cui filo conduttore riassume tutte queste iniziative: Ireland must choose. Un richiamo ad una testimonianza di fedeltà, affinché il Paese conservi quell'identità cristiana che è stato anche il principale fattore della sua cultura e della sua coesione sociale.

CAMPINAS (Brasile)
Clubs giovanili

Gruppi di genitori di Campinas e della vicina città di Piracicaba, che ricevono formazione spirituale dalla Prelatura, hanno dato vita ad alcuni clubs giovanili che offrono ai ragazzi un ambiente propizio allo sviluppo degli interessi anche extrascolastici e ad una più completa formazione umana e cristiana.

Il Club Escudo è un esempio di come il problema viene oggi sentito e dell'immediato favore con cui vengono accolte proposte educative sane e attraenti: sorto qualche tempo fa a Campinas, per iniziativa di un Cooperatore dell'Opus Dei, in breve esso ha esteso le proprie attività fino a coinvolgere un numero davvero considerevole di famiglie. I genitori si occupano direttamente della gestione del club, mentre affidano agli studenti che frequentano i vari Centri della Prelatura presenti in città il compito di promuoverne le attività e di seguire la formazione personale dei ragazzi.

I clubs di Campinas e Piracicaba applicano un modello che ha ormai preso piede in molte città del Brasile e raccoglie ovunque ampi consensi.

PAMPLONA
Etica Professionale dell'Infermeria

Nourith Ben-Dov, Direttrice della Divisione di Infermeria del Ministero della Sanità di Israele, Katherine Melia, ordinaria di Sociologia presso l'Università di Edimburgo, Jesús Ballesteros, ordinario di Filosofia del Diritto presso l'Università di Valencia: sono alcuni degli oratori intervenuti al I Simposio Internazionale di Etica dell'Infermeria organizzato lo scorso mese di settembre dalla Scuola Universitaria di Infermeria dell'Università di Navarra, con la partecipazione di oltre 200 esperti del settore.

Specialisti in Infermeria, Medicina, Filosofia e Comunicazioni sociali, provenienti da quindici Paesi, hanno analizzato un ampio ventaglio di argomenti, fra cui: il rispetto dei diritti umani, il significato cristiano della sofferenza, le prospettive mediche ed etiche delle terapie terminali e analgesiche, l'obiezione di coscienza. Ne è emersa la necessità di promuovere negli operatori sanitari un profondo atteggiamento etico.

OITA (Giappone)
Benedizione di un nuovo Centro

Il 27 ottobre Mons. Pietro Takaaki Hirayama, Vescovo di Oita, ha officiato la benedizione dell'oratorio del Misaki Seminar, un nuovo Centro dell'Opus Dei destinato alla formazione della donna.

All'apertura del Misaki hanno contribuito generosamente membri Soprannumerari dell'Opera, Cooperatori e amici che da tempo sentivano il bisogno di uno strumento che consentisse l'inizio dell'attività apostolica stabile della Prelatura nella regione nordoccidentale dell'isola di Kyushu.

TORRECIUDAD (Spagna)
Giornata Mariana della Famiglia

"Alla volontà umana non è mai lecito alterare il piano originario di Dio mediante situazioni permissive o leggi positive che intaccano il matrimonio, la vita dell'essere umano sin dal concepimento e la regolazione naturale e responsabile della natalità". E' un passo dell'omelia che Mons. Mario Tagliaferri, Nunzio Apostolico in Spagna, ha pronunciato durante la Liturgia eucaristica celebratasi il 14 ottobre a Torreciudad, presso il Santuario di Nuestra Señora de los Angeles, nell'ambito della Giornata Mariana della Famiglia. La Santa Messa è stata concelebrata tra gli altri da Mons. Tomás Gutiérrez Calzada, Vicario Regionale della Prelatura per la Spagna.

All'incontro, che ha avuto come argomento "La famiglia cristiana, speranza del mondo", hanno preso parte circa quindicimila pellegrini, provenienti da tutto il Paese. Dopo la Messa e l'atto di affidamento delle famiglie alla Madonna, la Giornata è proseguita con la recita del Santo Rosario e si è conclusa con l'Esposizione del Santissimo Sacramento e la solenne Benedizione eucaristica officiata dal Rettore del Santuario, Rev. Dott. José Luis Saura. Il Santo Padre ha fatto giungere un messaggio di "vivo apprezzamento per le iniziative che rafforzano i genuini valori evangelici delle famiglie spagnole"; una lettera di plauso è giunta dal Card. Edouard Gagnon, Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia.

NITEROI (Brasile)
Giornata pro-vita

La nuova Costituzione del Brasile, di recente promulgazione, tace sul rispetto della vita umana fin dal concepimento. I movimenti abortisti hanno così intensificato la propria campagna in favore della depenalizzazione dell'aborto.

In questo contesto stanno prendendo corpo in tutto il Paese le iniziative in favore della vita, fra cui la Giornata celebratasi a Niterói lo scorso 9 luglio con la partecipazione di alcune centinaia di persone e gli interventi dell'Arcivescovo, Mons. José Gonçalves da Costa, e di due fra i più noti ginecologi del Brasile, il Prof. João Evangelista dos Santos Alves e il Prof. Dernival da Silva Brandão.

L'incontro è stato promosso da un gruppo di medici, fra cui alcuni membri della Prelatura, impegnati nella difesa del diritto alla vita e dei valori morali la cui messa fra parentesi costituisce la più grave minaccia contro la civiltà. La Giornata pro-vita di Niterói ha suscitato ampi consensi nell'opinione pubblica e ha offerto lo spunto per il sorgere di altre iniziative a tutela dei diritti della persona umana.

LA PAZ
Formazione integrale della donna

A 3.600 metri di quota, nel cuore della Cordigliera andina, è stata inaugurata la sede del CEFIM, un Centro della Prelatura che opera per la formazione integrale della donna e, in particolare, di quelle giovani boliviane che vengono avviate al servizio domestico, spesso in condizioni di completo analfabetismo.

Il Centro offre alle alunne un'educazione di base comprendente lettura e scrittura, aritmetica, elementi di igiene e dietetica. Oltre a colmare le carenze educative basilari, il CEFIM fornisce anche la possibilità di corsi intensivi di specializzazione in settori che consentono un rapido e qualificato inserimento occupazionale nel campo della ristorazione, della sartoria e del commercio.

LAGOS
Link-Project

Con il coordinamento delle Residenze universitarie Afara, di Lagos, e Glenard e Carraigburn, entrambe di Dublino, nel mese di luglio un gruppo di studentesse e giovani professioniste nigeriane ed irlandesi —medici, infermiere e fisioterapiste— hanno preso parte ad un programma di cooperazione in favore di una clinica di Maroko, un rione popolare della capitale nigeriana.

Oltre a prestare la propria opera nell'assistenza ospedaliera, le volontarie hanno coordinato lezioni di igiene di base per le donne del rione, specialmente quelle che lavorano presso il mercato, un corso di preparazione alla maternità e un corso di etica medica per infermiere; inoltre hanno avviato un piano di vaccinazione infantile.

L'impegno per aiutare la gente di Maroko non si è interrotto con la partenza delle giovani irlandesi: numerose volontarie nigeriane gli daranno continuità nel corso dell'anno, mentre è già in preparazione il Link-Project 1990.

GUADALAJARA (Messico)
Fiera del libro

Il Centro Escolar Los Altos ha dato vita quest'anno alla prima Fiera del libro, un'iniziativa mirante a stimolare nelle alunne e nelle loro famiglie l'interesse per la lettura. La Fiera è stata inaugurata dalla Sig.ra Idolina Gaona de Cosío Vidaurri, consorte del Governatore dello Stato di Jalisco.

Fra le attività della Fiera, conferenze su argomenti di attualità, visite agli stands allestiti da prestigiose case editrici, tavole rotonde e dibattiti, come quello diretto dallo scrittore Robles Boza, autore di una cinquantina di racconti per ragazzi e conduttore di un programma televisivo di grande successo. Inoltre, recite, lettura e analisi di favole, concorsi informatici infantili.

I risultati sono stati incoraggianti: molte famiglie hanno compreso la propria responsabilità nell'orientamento delle letture dei giovani, e hanno cominciato a costituire una biblioteca familiare dotata di opere classiche e contemporanee di retto criterio.

CITTA' DEL GUATEMALA
Convención Universitaria Centroamericana

Rappresentanti di quattordici università di cinque Paesi dell'America Centrale si sono raccolte a convegno dal 14 al 17 settembre scorso, presso il Centro di Convegni Altavista, per discutere su "La Creatività negli anni '90".

Le relazioni e i dibattiti hanno permesso di individuare nelle capacità creative della persona una riserva di energie utili per affrontare i problemi emergenti nei diversi settori professionali. Gli interventi della Sig.ra Carmen María Galo de Lara, ex-Ministro dell'Educazione, della giornalista Genoveva Deutschmann, dell'economista Patricia Castellanos e della filosofa Silvia Herrera hanno individuato gli atteggiamenti indotti oggi più diffusi nella cultura, nella morale e nel comportamento sociale, mostrandone le contraddizioni e le vie d'uscita.

Il raduno è stato un appello a stimolare le capacità critiche e ad offrire ai giovani ideali capaci di scuoterli dall'inerzia con cui troppo spesso affrontano la realtà.

SAN JOSE DE COSTA RICA
Diritto, Funzione Pubblica e Morale

Il Centro Estudiantil Miravalles ha organizzato, all'inizio del semestre, una tavola rotonda su "Diritto, Funzione Pubblica e Morale".

Hanno dibattuto il tema Wilburg Jiménez, già Ministro degli Esteri e della Pianificazione del Costa Rica, Oscar Bejarano, noto avvocato e consulente del Ministero del Lavoro, e Jorge Rossi, Deputato dell'Assemblea Legislativa oltre che docente universitario e imprenditore.

Nel folto pubblico che ha partecipato alla tavola rotonda e alla Liturgia eucaristica che ha fatto seguito, spiccavano alcune personalità di rilievo, come il Presidente della Repubblica e Premio Nobel per la Pace, Oscar Arias Sánchez, il Presidente della Corte Suprema costaricana, il Procuratore Generale, vari Ministri e Deputati.

SYDNEY
Attività culturali nel Creston College

Come è ormai tradizione, anche quest'anno la Residenza universitaria Creston ha svolto un programma culturale assai intenso, volto a stimolare nelle studentesse che vi risiedono o la frequentano un approccio responsabile ai problemi più attuali della società.

Nel corso del seminario Medicin for life, tenutosi nel mese di settembre, sono intervenuti: il Dott. Brian Pollard, pioniere della palliative care nonché autore di Euthanasia, Should We Kill the Dying?; il Dott. Simon McCaffrey, che ha passato in rassegna le implicazioni della tecnica della FIV, e la Dott.ssa Roshni Gereis, che ha trattato del futuro della medicina di famiglia.

Sempre in settembre hanno avuto luogo altri quattro incontri. Il Prof. Adrian Mitchell, Senior Lecturer dell'Università di Sydney, ha svolto una penetrante analisi della crisi di certi settori della letteratura; il Prof. Sam Adeloju, dell'Università di Western Sydney, ha confutato la teoria che pone nella sovrappopolazione il fattore determinante dei problemi ambientali e ha sottolineato la necessità di applicare adeguate metodologie di trattamento dei rifiuti urbani; il Dott. Ripu Lama e il Dott. Jim Franklin hanno esaminato il ruolo della creatività nella tecnologia e nella ricerca storiografica.

Fra le altre conferenze del semestre, quella del Prof. Lauchlan Chipman, ordinario di Filosofia presso l'Università di Wollogong, sulla responsabilità nei rapporti internazionali e la cooperazione, e quella della Sig.ra Maureen Giddings, presidentessa dell'Australian Council for Women, sulla situazione della donna nei Paesi dell'Est europeo.

NAIROBI
Stampa e famiglia

Favorire, attraverso un'adeguata informazione, la partecipazione attiva delle famiglie all'elaborazione dei programmi sociali che riguardano i giovani: questo lo scopo di una serie di articoli pubblicati, su uno dei quotidiani più diffusi del Kenya, da Dorothy Muniako, una giornalista di grande prestigio nel Paese, madre di otto figli e membro della Prelatura.

In seguito agli interventi della Sig.ra Munyako, molti genitori hanno elevato energiche proteste contro progetti di pianificazione familiare che, oltre ad offendere la morale cristiana, minacciano la responsabilità primaria della famiglia nell'educazione dei figli.

QUEZON CITY (Filippine)
Informazione demografica

"Tutta la popolazione del mondo potrebbe trovare posto in una superficie come quella del Lago di Ginevra", ha dichiarato François de Siebenthal, illustre economista specializzato in problemi demografici, nel corso di una conferenza tenuta presso il Tanglaw University Center lo scorso 9 agosto. Secondo lo studioso, non si può parlare di scarsità di riserve; anzi, utilizzando al meglio le tecnologie attualmente disponibili, sarebbe possibile soddisfare le esigenze di una popolazione di tremila miliardi di individui.

L'intervento del Prof. de Siebenthal si inserisce nel quadro delle attività informative organizzate da "Families for Family", un'associazione promossa da fedeli della Prelatura e loro amici, in maggioranza padri e madri di famiglia, allo scopo di arginare la diffusione dei programmi di controllo della natalità, difendendo il diritto dei genitori a far nascere e ad educare i figli secondo i dettami della propria coscienza rettamente formata.

SANTIAGO DEL CILE
Attraverso la televisione

Un sacerdote della Prelatura cura da alcuni anni un programma di informazione religiosa della Televisione cilena. In molte località del Paese, a causa delle distanze e della scarsità di clero, la presenza del sacerdote è purtroppo saltuaria e quindi si spiegano i consensi riscossi dalla trasmissione su scala nazionale della Santa Messa festiva: lo testimoniano le settantamila lettere di ringraziamento pervenute alla redazione. I responsabili del programma rispondono ad ogni lettera, allegando un opuscolo con i testi del Santo Rosario, dell'Angelus e di altre devozioni mariane.

Romana, Nº 9, Luglio-Dicembre 1989, pag. 287-294.