envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Il processo di beatificazione del dottor Ernesto Cofiño prosegue a Roma

Il 16 febbraio 2021 il postulatore della causa di beatificazione, Rev. Miguel De Salis, ha consegnato alla Congregazione per le Cause dei Santi la Positio super vita, virtutibus et fama sanctitatis (sulla vita, le virtù e la fama di santità) del servo di Dio Ernesto Cofiño Ubico, medico e padre di cinque figli, membro dell’Opus Dei.

Il volume consta di circa 800 pagine ed è frutto di un lungo studio, guidato dal Relatore nominato dalla Congregazione, sulla base delle deposizioni e dei documenti raccolti durante il processo diocesano.

Il dott. Cofiño, che era nato nel 1899 ed è morto nel 1991, è considerato un pioniere della Pediatria nel Guatemala, dove ha lottato contro la denutrizione e le malattie infantili. Ha lavorato anche alla creazione di ospedali, iniziative educative, centri di assistenza sociale, mense sociali e distribuzione di prodotti alimentari a famiglie bisognose. Il postulatore ha espresso la propria gioia perché la conclusione della Positio è avvenuta durante il 30° anniversario della morte del servo di Dio.

Il Rev. Miguel De Salis ha spiegato che «la consegna della Positio alla Congregazione è un passo importante perché segna l’inizio della seconda parte del processo: la fase romana. Nella prima parte si cerca di ordinare le prove raccolte e di mostrare la vita e le virtù del servo di Dio. Ora comincia la seconda, che consiste, come prima cosa, nell’esame della Positio da parte della Commissione dei Consultori. Se il risultato è positivo, la documentazione della Causa passerà alla valutazione dei Vescovi e dei Cardinali; se poi il loro voto sarà favorevole, la Congregazione proporrà al Papa la firma del decreto nel quale si riconoscono le virtù eroiche e lo si dichiara venerabile».

Romana, n. 72, Gennaio-Giugno 2021, p. 86.

Invia ad un amico