envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

In breve

STRASBURGO

Per accogliere il Papa

Il Santo Padre ha visitato le istituzioni europee di Strasburgo nella seconda settimana del mese di ottobre. In preparazione a tale visita, il Centre Culturel Nideck e il Comité Universitaire Strasbourg Jean Paul II hanno organizzato, per la giornata del 1º ottobre, un colloquio dal titolo "Dignità e Progresso in Europa" che ha visto riunirsi nell'emiciclo del Consiglio d'Europa oltre 500 studenti universitari.

L'iniziativa era stata preceduta da un anno di lavoro, nel corso del quale gli ambienti studenteschi della città erano stati sensibilizzati, attraverso inchieste e tavole rotonde, su alcuni degli argomenti centrali della predicazione del Papa attorno alla dignità della persona. Scopo del colloquio conclusivo era appunto quello di offrire una riflessione globale sulle implicazioni etiche, giuridiche, scientifiche ed economiche chiamate in causa dal magistero del Santo Padre.

Dopo il saluto rivolto ai convenuti dal Segretario Generale del Consiglio d'Europa, Sig. Marcelino Oreja, il Presidente dell'Università "Robert Schumann", Prof. Jacqué, ha ricordato la necessità di fondare la normativa positiva sulla legge naturale: "Il giurista, credente o agnostico che sia, ha il dovere di porsi al servizio della legge naturale, i cui principi sono obbliganti per ogni legislazione". Il neurofisiologo Prof. Karli, membro della Académie des Sciences, ha propugnato il primato dell'etica sulla scienza: "Nessuna fatalità biologica può essere ritenuta responsabile delle bassezze commesse dall'uomo (...). Nessuna aggressione è determinata previamente e in modo inevitabile, se non nella misura in cui l'uomo rifiuta di assumersi individualmente o collettivamente le proprie responsabilità. Agli educatori (genitori e professori) compete un ruolo indispensabile nella diffusione di questa consapevolezza morale".

Il Prof. Raymond Villey, già Presidente dell'Ordine Nazionale dei Medici, ha affermato che solo ponendosi al servizio della vita la professione medica può raggiungere le finalità etiche che la definiscono: "Il cosiddetto diritto all'aborto, una volta stabilito, conduce necessariamente ad altre violazioni della legge morale, come dimostrano le ambiguità della propaganda in favore dell'eutanasia".

"Prepararsi in modo adeguato a promuovere lo sviluppo significa imparare a dare e richiede perciò anzitutto che ognuno consolidi un fattiva disposizione di solidarietà nella propria vita", ha detto il Prof. Umberto Farri, Segretario Generale dell'Istituto per la Cooperazione Universitaria (ICU), al termine del proprio intervento sull'aiuto ai Paesi in via di sviluppo. Il colloquio è stato concluso dal Prof. Jean-Marie Meyer, docente di Filosofia alla Faculté Libre de Philosophie Comparée di Parigi, e da Mons. Carlo Caffarra, Preside dell'Istituto Giovanni Paolo II per Studi su Matrimonio e Famiglia dell'Università Lateranense, che hanno esaminato il futuro della famiglia in Europa ed i fondamenti morali dei diritti dell'uomo.
Il 9 ottobre, gli organizzatori del colloquio sono stati ricevuti dal Santo Padre e, a nome di tutti i partecipanti, gli hanno donato un'immagine della Vierge radieuse, Patrona della città.

DUBLINO

In favore degli zingari

Da diverso tempo l'amministrazione comunale di Dublino sta cercando, con la collaborazione di privati e di organizzazioni di volontariato, di prestare alle famiglie nomadi che lo desiderano l'aiuto necessario a sistemarsi stabilmente nel territorio della contea. A questo scopo, però, oltre a fornire loro le condizioni indispensabili alla stabilità (casa, lavoro e istruzione), si è vista la necessità di dar vita ad iniziative di sostegno, senza le quali tale programma resterebbe irrealizzabile.

Un gruppo di Cooperatrici della Prelatura ha perciò avviato un programma completo di alfabetizzazione degli adulti e di integrazione educativa dei giovani, in modo da consentir loro di frequentare le scuole pubbliche. Parallelamente è stata incentivata un'attività capillare di aiuto per la sistemazione delle abitazioni, il regolare approvvigionamento di abiti e vitto, la diffusione della prevenzione igienica delle malattie più diffuse.

Tutto questo ha favorito la messa in moto di una proficua evangelizzazione dei nomadi, affidata soprattutto alle studentesse di Glenard University Residence: Battesimi e prime Comunioni dei bambini, catechesi degli adulti.

HERMOSILLO (Messico)

Per la formazione delle donne

Mons. Carlos Quintero Arce, Arcivescovo di Hermosillo (Messico), è stato ricevuto il 16 ottobre nella sede dell'Istituto Jazlim, una scuola tecnica di amministrazione domestica.
Dopo aver officiato una solenne Esposizione eucaristica, l'Arcivescovo ha elogiato le iniziative della scuola in favore della promozione umana e della formazione cristiana della donna, sottolineandone il benefico influsso sull'intera società.
Accompagnato dalle dirigenti della scuola, Dott.ssa Margarita Núñez, Dott.ssa Carmen Salazar e Dott.ssa Margarita Murillo, Mons. Quintero ha preso visione degli impianti dell'Istituto, informandosi più da vicino sui programmi educativi svolti nei cinque anni della sua attività.

COLONIA

Seminario di Storia della Filosofia

Presso il Centro Culturale Wiara è in funzione ormai da anni un seminario di Storia della Filosofia, guidato dalla Dott.ssa Jutta Burggraf. Vi prendono parte numerose studentesse di differenti Facoltà, particolarmente interessate allo studio delle interrelazioni fra le scienze e ad una rigorosa fondazione metafisica dell'antropologia.

A conferma della risonanza avuta nel mondo della cultura dalla Lettera apostolica Mulieris dignitatem, il seminario ha recentemente affrontato l'esame del ruolo della donna nella società e nella Chiesa, approfondendo gli argomenti centrali del documento pontificio e le sue fonti scritturistiche. Ne è derivata una messa a fuoco delle peculiarità costitutive dell'essere donna e dei contributi specifici che possono derivare al progresso della società da una corretta comprensione della femminilità.

Degne di particolare nota le riflessioni condotte in margine all'Enciclica Humanae vitae, di cui è stata posta in rilievo l'attualità, a vent'anni di distanza dalla sua pubblicazione.

MONTERREY

Dopo il passaggio di "Gilbert"

Il 16 settembre l'uragano Gilbert ha investito le montagne messicane della Sierra Madre orientale, riversando sulla città di Monterrey una gigantesca inondazione. In particolare, nel letto del fiume in secca Santa Catarina, vivevano migliaia di famiglie contadine, le cui case sono state travolte dalla furia delle acque. Numerosi i dispersi; ventimila i danneggiati in modo grave.
Molti membri della Prelatura si sono impegnati nell'immediata organizzazione di concrete iniziative di soccorso. Ad esempio, decine di studentesse che frequentano il Club Alera si sono prestate al reperimento e alla distribuzione degli aiuti di prima necessità (medicine, coperte, vestiti, cibi, acqua potabile) e all'assistenza volontaria degli alluvionati, provvedendo alla loro sistemazione negli ospedali e negli alberghi messi a disposizione dalle autorità pubbliche. Due signore hanno personalmente curato l'adattamento di un edificio al ricovero di 800 senza tetto e si sono prodigate poi anche nel prestar loro cure materiali e spirituali. Analoga presenza hanno assicurato gli studenti che frequentano il Centro Universitario Monterreal.

Nei mesi successivi al disastro l'assistenza è proseguita con iniziative che, superata l'emergenza delle prime settimane, mirano a rimediare alle necessità endemiche delle popolazioni colpite dal cataclisma: lavoro, casa, istruzione, formazione cristiana.

PARIGI

Il primato educativo della famiglia

Nei mesi di marzo e aprile il Club Fennecs ha organizzato una serie di conferenze sul tema: "La famiglia, prima educatrice dei figli", cui hanno assistito oltre un centinaio di genitori dei ragazzi che frequentano il Club.

Fra gli argomenti trattati spicca quello della crescita nelle virtù umane, analizzato dal Prof. Jean Marie Meyer, membro del Pontificio Consiglio della Famiglia, che ha sottolineato la necessità per i genitori di individuare con chiarezza gli obiettivi educativi da proporre ai figli e di tradurli in atti pedagogici concreti, il cui contenuto sia facilmente comprensibile da parte dei ragazzi. Il Prof. Meyer ha anche illustrato l'educazione alla fede, esemplificando le condizioni alle quali l'amore dei genitori può diventare per i figli veicolo della scoperta di Dio.

La Sig.ra Marguerite-Marie Delvolvé ha sviluppato la dinamica della "Educazione del cuore", ponendo l'accento sulla necessità di stimolare correttamente la generosità negli adolescenti e sulla sfida che ciò rappresenta per i genitori, chiamati a testimoniare personalmente tale attitudine di apertura alla vita e di lotta contro l'egoismo.

GUADALAJARA (Messico)

Una nuova chiesa

L'Arcivescovo di Guadalajara, Mons. Juan Jesús Posadas Ocampo, ha benedetto il 12 luglio la prima pietra della futura chiesa di Santa Maria Regina degli Apostoli.
Il tempio sorge in un quartiere nuovo, ma già densamente popolato, ed è stata affidata dall'Arcivescovo a sacerdoti della Prelatura Opus Dei. In occasione della cerimonia, Mons. Posadas ha espresso la propria gratitudine alla Prelatura per il servizio reso alla pastorale dell'Arcidiocesi e ha incoraggiato i promotori del progetto della nuova chiesa a proseguire generosamente nell'impresa, per i cui frutti ha implorato l'intercessione della Madonna.

NAGASAKI

Assistenza agli anziani

Il Giappone fu uno dei primi Paesi ad adottare, già nell'immediato dopoguerra, una politica di drastica riduzione della natalità attraverso la legalizzazione dell'aborto, la diffusione degli anticoncezionali e altre misure. A conseguenza di ciò, si è verificato un processo di rapido invecchiamento della popolazione, con tutti i problemi umani che questo fenomeno comporta. Malgrado l'avanzato sistema pensionistico, sono in continuo aumento gli anziani che vivono soli nelle apposite rojin hoomu (case di cura) o nelle proprie abitazioni.

Alcune opere apostoliche promosse dalla Prelatura a Nagasaki si sono fatte carico di questo grave problema sociale, lanciando iniziative che non di rado vengono citate ad esempio dalla stampa locale.
La Scuola femminile Nagasaki Seido ha favorito la realizzazione di visite periodiche e di scambi di corrispondenza fra le proprie allieve e gli anziani della città. Tali programmi sono stati coronati da una rappresentazione teatrale svoltasi presso la sede della scuola, alla quale hanno assistito numerosi anziani.

Dal 5 al 7 agosto, le alunne e le insegnanti di Mikawa Cooking School si sono recate a Kuroshima, una piccola isola che conta solo mille abitanti, fra cui un'altissima percentuale di vecchi. Nella locale parrocchia hanno tenuto un vivace intrattenimento musicale, al quale sono intervenuti un centinaio di anziani e numerosi giovani del posto, che hanno deciso di assicurare continuità all'iniziativa.
Il 17 novembre, quaranta alunni della seconda elementare della Scuola Mikawadai si sono recati in visita all'ospizio Tokiwaso, ove hanno rappresentato una commedia musicale, ripresa e trasmessa da due reti radiofoniche e televisive allo scopo di sensibilizzare gli ascoltatori, offrendo loro un esempio concreto di solidarietà umana. Ciò che i mezzi di comunicazione non possono descrivere sono le continue visite che i piccoli allievi delle istituzioni citate rendono a diversi ospizi di Nagasaki per recare ai loro ospiti la consolazione dell'amicizia cristiana.

RANCAGUA (Cile)

XXV anniversario della Scuola Agricola Las Garzas

Nella sua sollecitudine per la promozione dei ceti meno agiati, il Servo di Dio Josemaría Escrivá promosse in tutto il mondo una vasta gamma di iniziative miranti a dare una risposta cristiana ai problemi sociali. Fra queste, numerose scuole per la formazione e l'assistenza dei tecnici agricoli. Nei pressi di Rancagua sorge la Scuola Las Garzas, che ha ricordato quest'anno il venticinquesimo della fondazione. Per la ricorrenza è stato inaugurato un moderno laboratorio di analisi del suolo.

Nel corso della cerimonia, alla presenza del Vescovo di Rancagua, Mons. Jorge Medina, e del Vicario Regionale dell'Opus Dei, Rev.mo Dott. Alejandro González, il Prof. José Badell, direttore della Scuola, ha ricordato il ruolo avuto da Mons. Escrivá nella sua creazione e nel fissare i criteri formativi ai quali essa ispira la propria attività. Centinaia di alunni hanno testimoniato con la loro presenza la fecondità di un'opera apostolica che, oltre a contribuire in modo determinante al loro perfezionamento professionale, ha profondamente inciso nella consapevolezza della loro dignità di cittadini e di cristiani.

VIENNA

Forum Universitario Europeo

Per il quarto anno consecutivo il Forum Universitario Europeo, un'entità che associa varie istituzioni universitarie europee promosse da membri della Prelatura e vivificate dal suo spirito, ha patrocinato uno stage estivo di lavoro in Polonia al quale hanno partecipato 450 studenti provenienti dai seguenti paesi: Germania, Austria, Belgio, Francia, Spagna, Olanda, Italia, Irlanda, Portogallo e Svizzera. Divisi in gruppi più ridotti, essi hanno collaborato materialmente alla costruzione di sei chiese parrocchiali in diverse diocesi polacche. Le attività lavorative sono state affiancate da dibattiti su argomenti attuali della cultura europea.

Un Simposio internazionale, svoltosi in prossimità di Vienna presso la Tagungshaus Hohewand, ha presentato le conclusioni delle riunioni di studio e di dibattito organizzate durante lo stage. La conferenza inaugurale è stata tenuta dal Prof. Rocco Buttiglione, ordinario dell'Accademia Internazionale di Filosofia del Liechtenstein, ed ha avuto per titolo "Il rispetto della vita dell'innocente, pietra di paragone della nostra cultura". Oggi, ha detto l'oratore, le fondamenta stesse della civiltà sono messe sotto accusa dal massiccio genocidio attivato dalle legislazioni abortiste; appare addirittura irrilevante il fatto che la scienza biologica non abbia dubbi nell'identificare l'embrione come un individuo della specie umana. La crisi, dunque, non proviene dalla scienza, bensì dal rovesciamento dei principi dell'etica: là dove il soggettivismo del sentimento sembra aver sostituito i diritti della verità, si apre il terreno ad un insostituibile contributo della coscienza cristiana, purché questa sappia fondare sempre il proprio giudizio sulla verità oggettiva.

Al termine dei lavori, cui hanno preso parte una ventina di illustri studiosi (filosofi, giuristi e scienziati) delle più prestigiose università europee e oltre 150 studenti, è stato pubblicato un documento finale: un appello ai governanti affinché sia tutelato il principio del rispetto alla vita umana.

GUAYAQUIL (Ecuador)

Studi sulla dottrina sociale della Chiesa

Fra le attività di maggior rilievo organizzate quest'anno presso il Centro Universitario Los Esteros, va segnalata una serie di incontri settimanali per l'approfondimento dei documenti pontifici sulla dottrina sociale della Chiesa e lo studio della loro applicazione in differenti ambiti professionali.

L'Enciclica Sollicitudo rei socialis ha offerto lo sfondo alle conferenze del Prof. Antonio Rodríguez e di Mons. Juan Larrea Holguín, Arcivescovo coadiutore di Guayaquil, che ha messo in luce soprattutto i rapporti fra cristianesimo e marxismo, escludendone la conciliabilità sia dal punto di vista teorico che pratico.
Le contraddizioni della Rivoluzione francese, di cui nel 1989 si ricorderà il bicentenario, hanno offerto lo spunto per numerose analisi storico-filosofiche della cultura illuministica e della sua distanza rispetto alla dottrina cristiana.
Anche i grandi temi della bioetica sono stati prospettati nell'ottica delle concezioni sociali ed antropologiche che li sottendono, in un approccio che ha completato quello morale e ne ha mostrato l'incidenza sul costume e sulla vita dei popoli.

CARACAS

Promozione culturale e sociale delle aree depresse

Il Centro Culturale Universitario Etame si è fatto promotore di una molteplicità di iniziative sociali che hanno visto la diretta collaborazione di numerosissime studentesse delle maggiori università di Caracas.
Nelle aree più depresse della fascia urbana sono stati allestiti corsi di igiene, economia domestica, assistenza familiare, cucina, ecc., oltre a programmi di catechesi sulla famiglia e i sacramenti. Collateralmente a queste attività, sono state favorite le visite alle singole famiglie, nel corso delle quali centinaia di universitarie sono state sollecitate a contribuire fattivamente alle necessità materiali dei più bisognosi.

DUBLINO

Ampliamento di Ely University Centre

Ely University Centre è un'istituzione culturale che da trent'anni promuove attività di formazione scientifica e cristiana a beneficio degli studenti delle diverse università di Dublino: University College, Trinity College, Royal College of Surgeons, ecc. In questi anni si contano a migliaia gli universitari che hanno frequentato i corsi allestiti da Ely.

Ora sono giunti finalmente al termine i lavori di ampliamento della sede: ristrutturate le varie sale di studio e i locali di riunione, al Centro si è anche affiancata una Residenza per studenti fuori sede.
Tutto ciò è stato possibile grazie alla generosa collaborazione economica di molti privati, fra i quali numerosi professionisti che avevano frequentato il Centro durante i corsi universitari, imparando ad apprezzare il messaggio della santificazione del lavoro che costituisce il nucleo dello spirito dell'Opus Dei.

LIMA

Asilo nido in un villaggio

Domenica 13 novembre è stata inaugurata la prima fase dell'allestimento di un asilo nido presso il villaggio di Cruz de Armatambo, ai piedi della catena montuosa prospiciente la località di Chorrillos.
Dopo le parole di ringraziamento del sindaco, che ha posto in luce la rapidità con cui l'iniziativa ha preso corpo, la Presidentessa del Comitato Peruviano di Soccorso all'infanzia, Sig.ra Carmen García Elmore, ha ricordato che la realizzazione è sorta in risposta all'invito rivolto personalmente alla società peruviana dal Santo Padre Giovanni Paolo II, durante la sua visita a Villa El Salvador, affinché testimoniasse con opere concrete la sollecitudine cristiana per i poveri. Fu così che un gruppo di madri di famiglia, membri e Cooperatrici dell'Opus Dei, decise di avviare la costruzione di un asilo nido nel villaggio di Armatambo, che proprio allora stava sorgendo. Furono loro a raccogliere i fondi necessari e a stimolare il progetto e saranno loro ad assicurarne il funzionamento. Oltre all'assistenza dei bambini, i programmi prevedono anche corsi regolari per la formazione dei genitori.

SANTIAGO DE COMPOSTELA

Incontri Universitari Europei

Nel mese di settembre si è svolta la prima edizione degli Encuentros Universitarios Europeos, organizzati dal Colegio Mayor La Estila, di Santiago de Compostela, dal Colegio Mayor Belagua, di Pamplona, e dal Colegio Mayor Bidealde, di Bilbao, cui hanno preso parte sessanta universitari.

Le relazioni e i dibattiti si sono articolati in quattro giornate, durante le quali sono state approfondite alcune tematiche ritenute determinanti per il futuro sociale ed economico dell'Europa.
Sull'attuale situazione della medicina in Europa, con particolare riguardo ai problemi dei diritti del malato e del rispetto della vita, ha parlato il Prof. Gonzalo Herranz, Vicepresidente della Federazione Mondiale dei Medici Pro Vita. Il Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Navarra, Prof. José Antonio Doral, ha analizzato i rapporti fra diritto ed economia nelle relazioni internazionali, mentre il Prof. Manuel Velilla, cattedratico presso l'Instituto de Estudios Superiores de la Empresa di Barcellona, ha esaminato le prospettive organizzative dell'Europa del 2000, e il Prof. Javier Carvajal, docente di progettistica presso l'Università Politecnica di Madrid, ha svolto un'ampia relazione sulle attuali trasformazioni dell'assetto urbanistico e le sue tendenze.

Tra le attività svolte nei sei giorni dei lavori, alcune sessioni di cineforum, dedicate al linguaggio estetico della cinematografia europea e dirette dal Prof. José María Sesé, docente di Storia Moderna presso l'Università di Navarra.

KINSHASA

Attualità della "Humanae vitae"

Notevole risonanza nella capitale dello Zaire hanno avuto le giornate di studio organizzate dal Club socio-culturale Virunga in occasione del ventesimo anniversario dell'enciclica Humanae vitae. Gli incontri, diretti dal Rev.mo Dott. Xavier Hervás, Vicario Delegato dell'Opus Dei, hanno sempre fatto registrare una vasta partecipazione di pubblico, a testimonianza dell'attualità dell'Enciclica.
I dibattiti successivi ad ogni conferenza hanno dimostrato con tutta evidenza un interesse assai diffuso per una retta conoscenza del Magistero pontificio e la consapevolezza del suo insostituibile ruolo di guida per un comportamento autenticamente cristiano.

BUENOS AIRES

Le nuove frontiere dell'evangelizzazione

"L'evangelizzazione al termine del II millennio": questo il titolo della conferenza pronunciata da Mons. Antonio Quarracino, Arcivescovo di La Plata, il 28 ottobre, a Buenos Aires nell'auditorium del Centro Universitario de Estudios (CUDES).

Mons. Quarracino ha individuato nella cristianizzazione della cultura il primo fronte di una evangelizzazione della società contemporanea capace di fornire risposte adeguate ai nuovi problemi. Dopo aver affermato che occorre giungere ad una cultura che "non neghi e non neutralizzi la fede ma, al contrario, la studi, l'approfondisca, veda e viva la realtà nell'ottica della fede stessa", egli ha sottolineato il ruolo insostituibile del pensiero cattolico nell'elaborazione di risposte vere ai problemi e alle contraddizioni del mondo post-moderno.

MEDELLIN

Orientamento familiare

I corsi di Orientamento Familiare costituiscono un'iniziativa ormai collaudata, che si propone di diffondere i criteri cristiani di base per una corretta impostazione della vita matrimoniale e dell'educazione dei figli. Dell'elasticità di questo mezzo formativo e della sua adattabilità a circostanze assai eterogenee si sono avute nuove conferme in Colombia, dove alcuni membri e Cooperatori della Prelatura hanno organizzato incontri di orientamento familiare per i dipendenti di quattro aziende di Bogotá e Medellín, che hanno visto la partecipazione di oltre trecento persone.

A Medellín e a Cali, due membri dell'Opus Dei hanno curato la trasmissione, presso reti radiofoniche locali, di alcuni programmi dedicati all'impostazione cristiana dei problemi della famiglia: l'alto indice di ascolto ha offerto la prova più evidente del successo riscosso presso gli ascoltatori.

LOVANIO

Il bicentenario della Rivoluzione francese

La ricorrenza del bicentenario della Rivoluzione francese offre lo spunto per una riflessione sui fondamenti della società contemporanea. Nel mese di novembre ha avuto luogo presso la Residenza universitaria Steenberg un incontro internazionale di studentesse universitarie del Belgio, della Germania e dei Paesi Bassi, che ha studiato il retroterra ideologico e sociale della Rivoluzione.

Al termine del simposio è stato fissato il tema del prossimo incontro, che avrà luogo in Olanda nel mese di gennaio: "L'influenza della Rivoluzione francese sulle Costituzioni nazionali".

Sempre a Steenberg, numerose studentesse dell'Università Cattolica di Lovanio hanno assistito ad un ciclo di conferenze intitolato "Idee chiave nella filosofia moderna da Cartesio ai nostri giorni". Le discussioni con cui si sono concluse le diverse relazioni hanno mostrato l'utilità pedagogica della riduzione delle problematiche attuali più complesse ai loro principi metafisici e del loro successivo confronto con i rispettivi esiti storici e con la dottrina della Chiesa.

PAMPLONA

Riunioni Filosofiche

Dal 29 agosto al 1º settembre, oltre quattrocento filosofi, provenienti da venti tra le più prestigiose Università europee e americane, hanno preso parte alla venticinquesima edizione delle Reuniones Filosóficas, organizzate dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Navarra. Ricevendo i congressisti, l'Assessore all'Educazione e alla Cultura dell'amministrazione regionale della Navarra si è congratulato con gli organizzatori per la celebrazione delle Nozze d'Argento del simposio.

Sul tema "L'uomo: immanenza e trascendenza" hanno presentato comunicazioni e contributi centoventi studiosi. Le cinque conferenze centrali sono state tenute dai professori Leonardo Polo (Pamplona), Antonio Millán-Puelles (Madrid), Nicolás Grimaldi (Sorbona), Elisabeth Anscombe (Cambridge) e Robert Spaemann (Monaco di Baviera).
Nel corso della cerimonia inaugurale, il Preside della Facoltà, Prof. Alejandro Llano, ha sottolineato il clima di profonda convergenza umana che caratterizza da sempre le Reuniones Filosóficas: "Esse sono sempre parse più un simpatico incontro tra amici che un freddo congresso di specialisti. Ed è stato proprio questo l'incentivo che ci ha aiutato a perseverare nell'impegno di portarle avanti nell'arco di tanti anni".

SAO PAULO

Questioni etiche d'attualità

Il Centro Culturale Angra ha organizzato un ciclo di incontri per studentesse universitarie, allo scopo di presentare alcuni problemi etici particolarmente attuali in un'ottica di rispetto della dignità della persona.

La Dott.ssa Teresa Cristina Perri, biologa dell'Università di São Paulo, ha trattato delle manipolazioni genetiche; la Prof.ssa Lúcia Helena Leal, economista, ha prospettato, alla luce della Rivelazione e della filosofia perenne, le problematiche oggi più discusse del femminismo e della femminilità; infine, la Dott.ssa Tomoe Tanaka ha illustrato le implicanze mediche e morali del controllo della natalità e dell'aborto procurato.

Romana, Nº 7, Luglio-Dicembre 1988, p. 335-343.

Invia ad un amicoInvia ad un amico