envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Messaggio del 1° settembre

Cerchiamo di offrire la preghiera e la penitenza che il Santo Padre ha chiesto a tutti nella sua recente “Lettera al Popolo di Dio”. Amiamo sempre più la Chiesa e il Papa. Ci può aiutare il ricordare che la Chiesa non è solo l’insieme di uomini e donne che a lei hanno aderito, ma, soprattutto, come spiegava san Josemaría, è «Cristo presente in mezzo a noi, Dio che viene incontro all’umanità per salvarla, chiamandoci con la sua rivelazione, santificandoci con la sua grazia, sostenendoci con il suo costante aiuto nelle piccole e grandi battaglie della vita quotidiana» (È Gesù che passa, n. 131).


Siamo già molto vicini al 90° anniversario del giorno in cui il Signore fece vedere l’Opera a san Josemaría. Per prepararci, cerchiamo di riscoprire, con una nuova profondità e con desideri di conversione, la forza della chiamata personale che Dio ci rivolge.


Vi chiedo preghiere per i nuovi sacerdoti che domani riceveranno l’ordinazione e per il Sinodo che avrà luogo nel mese di ottobre.


Torreciudad, 1 settembre 2018

Romana, Nº 67, Luglio-Dicembre 2018, p. 271-272.

Invia ad un amicoInvia ad un amico