envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

«Te la sentiresti di andare in Cile?». Un ritratto di Adolfo Rodríguez Vidal

«Te la sentiresti di andare in Cile?». Con questa domanda san Josemaría propose nel 1950 al giovane sacerdote spagnolo Adolfo Rodríguez Vidal, che allora aveva 29 anni, di trasferirsi in Cile per iniziare l’attività apostolica in quel Paese. Un profilo della sua vita, scritto dal sacerdote Cristian Sahli, ha per titolo questa stessa domanda.

Il libro è stato presentato il 7 settembre nell’aula magna dell’Università delle Ande. Vi si raccontano i primi passi dell’Opus Dei in Cile attraverso la vita di Mons. Rodríguez Vidal, che è stato il vicario regionale in quel Paese dal 1950 al 1959 e dal 1966 al 1988, anno in cui san Giovanni Paolo II lo nominò vescovo della diocesi di Los Angeles. La pubblicazione si avvale di un abbondante materiale d’archivio, in particolare dei diari e delle lettere che il sacerdote inviava a san Josemaría, ai suoi genitori e ai suoi fratelli.

La presentazione del libro la si deve al vicario della Prelatura in Cile, Mons. Sergio Boetsch, ed è stata seguita dalla testimonianza di Mónica Ruiz Tagle, una delle prime fedeli dell’Opus Dei in Cile, che conobbe personalmente don Adolfo.

Nella stessa sessione è stato proiettato Vino a servir, un documentario audiovisivo di Juan Martín Ezratty, che ha messo insieme 38 testimonianze del servizio prestato alla Chiesa da Mons. Rodríguez Vidal.

Romana, Nº 65, Luglio-Dicembre 2017, p. 333.