envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Il prelato benedice una tela di san Josemaría in Santa Maria di Guadalupe (Spagna)

Tra i santi pellegrini al santuario di Santa Maria di Guadalupe, situato tra i monti di Las Villuercas, nella provincia di Cáceres (Spagna), si annovera anche san Josemaría. Vi si recò il 27 e 28 giugno 1942 con il beato Álvaro del Portillo. Una nuova tela, che il prelato dell’Opus Dei, Mons. Javier Echevarría, ha benedetto il 9 luglio, ricorda questo pellegrinaggio. L’opera, realizzata dall’artista sivigliano Ignacio Valdés, era stata commissionata da fra’ Antonio Arévalo, il padre guardiano della comunità di francescani alla quale il monastero è affidato sin dal 1908.


Alla benedizione della tela e alla sua collocazione nel complesso del santuario è seguita una Santa Messa, concelebrata da Mons. Celso Morga, vescovo di Mérida-Badajoz, dal prelato dell’Opus Dei e da altri sacerdoti. Fra’ Antonio Arévalo ha ringraziato il prelato per l’iniziativa, con la quale si testimonia «un ricordo permanente della visita di san Josemaría e del beato Álvaro nel 1942». Da parte sua, Mons. Echevarría ha ricordato che san Josemaría parlava spesso di quella visita e nell’omelia ha invitato a ringraziare la Madonna per la sua potente intercessione davanti a Dio e a «ricorrere a Lei con la consapevolezza che a Gesù si va e si ritorna sempre per Maria».


Il prelato ha ringraziato il padre guardiano per aver voluto collocare la nuova tela nella basilica e per l’accoglienza della comunità dei francescani, mentre ha chiesto preghiere per le nuove vocazioni, per il Papa Francesco e per tutte le persone bisognose. La cerimonia coincideva con l’Anno Santo Guadalupense (settembre 2015 - settembre 2016).

Romana, Nº 63, Luglio-Dicembre 2016, pag. 342.