envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Nel tredicesimo anniversario della morte del Servo di Dio

Il 26 giugno è ricorso un nuovo anniversario del transito del Servo di Dio Mons. Josemaría Escrivá de Balaguer, Fondatore dell'Opus Dei. Per l'occasione migliaia di persone hanno partecipato alle Messe celebrate in suffragio della sua anima nei diversi continenti, anche in Paesi, come la Corea, dove la Prelatura non è ancora presente con propri Centri eretti.

Anche quest'anno, una solenne Messa in anniversario è stata officiata nella Basilica romana di Sant'Eugenio. La cerimonia ha avuto luogo lunedì 27 giugno. Hanno concelebrato il Santo Sacrificio Mons. Mario Lantini, Vicario Regionale della Prelatura per l'Italia, il Rev. Dott. Francesco di Muzio, Vicario delegato di Roma, e Mons. Luigi Tirelli, parroco di Sant'Eugenio. Tra le migliaia di fedeli che gremivano la Basilica, erano presenti vari membri del corpo diplomatico; fra le altre autorità civili, l'On. Giovanni Galloni, Ministro della Pubblica Istruzione, e vari parlamentari, come gli Onorevoli Antonino Gullotti, Ombretta Fumagalli Carulli e Alberto Michelini.

Nel presbiterio, accanto al Prelato dell'Opus Dei Mons. Alvaro del Portillo, Sua Eminenza il Cardinale Silvio Oddi, l'Arcivescovo Mons. Justo Mullor, osservatore della Santa Sede presso gli uffici delle Nazioni Unite a Ginevra, il Vicario Generale dell'Opus Dei, Mons. Javier Echevarría, e altre personalità ecclesiastiche.

Nella sua omelia, il Prelato dell'Opus Dei ha preso spunto dalla celebrazione dell'Anno Mariano per proporre la vita di fede della Madonna come "un modello perfetto per il nostro sforzo di imitare Gesù" e per insistere sulla necessità di rimanere sempre molto uniti al Santo Padre: "Senza il Papa non c'è Chiesa, ma una folla sbandata di credenti in cerca dell'unità e il mondo resta buio, oscuro, perché Cristo ha affidato la Sua luce all'Unico Pastore e gli altri Pastori devono essere in comunione con Lui, con Pietro, per trasmettere l'unico messaggio e l'unica salvezza". Così, ha concluso, sarà efficace la lotta dei cristiani impegnati a confrontarsi con l'avanzante secolarizzazione e con il disprezzo verso la persona umana imperante in gran parte del mondo occidentale.

Sempre a Roma, Mons. Alvaro del Portillo ha partecipato a diverse Messe celebrate nella Chiesa prelatizia di Santa Maria della Pace, con l'assistenza di fedeli della Prelatura.

Sante Messe in suffragio dell'anima del Servo di Dio sono state offerte in altre città italiane: Milano, Verona, Trieste, Torino, Bologna, Genova, Firenze, Napoli, Bari, Palermo, Catania e Cagliari. Nel capoluogo lombardo un gran numero di fedeli ha assistito alla liturgia eucaristica concelebrata nella Basilica di S. Ambrogio dai Revv. Dott. Raffaele Tomassetti, Robin Weatherill e Rinaldo Tinazzo, sacerdoti della Prelatura, da Mons. Carlo Ghidelli, Assistente spirituale generale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, e dal Rev. Giampiero Crippa, Delegato regionale lombardo per la pastorale scolastica. Era presente in rappresentanza del Cardinale Arcivescovo di Milano Mons. Giuseppe Merisi, Pro Vicario generale della diocesi. L'omelia è stata incentrata sulla santificazione del lavoro e sull'amore di Mons. Escrivá per il Papa e per gli Ordinari diocesani.

A Londra un migliaio di persone, tra le quali molte famiglie numerose e gruppi di studenti di Oxford e Cambridge, ha assistito al Santo Sacrificio celebrato nella cattedrale di St. George dal Vicario Regionale dell'Opus Dei, Rev.mo Dott. Philip Sherrington. Nell'omelia quest'ultimo ha ricordato la vita di orazione del Servo di Dio e la sua devozione all'Umanità Santissima di Gesù e alla Santissima Vergine. Altre celebrazioni eucaristiche hanno avuto luogo nella chiesa di St. Augustine a Manchester e nella cattedrale di St. Andrew a Glasgow.

In Francia sono state celebrate Messe di suffragio a Parigi, Strasburgo, Grenoble, Marsiglia, Lione e Aix-en-Provence. Nella capitale ha officiato il Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. Augustin Romero.

Nella cattedrale di Stoccolma è stata officiata una Messa gregoriana, con musiche per organo e violoncello. Hanno concelebrato il Vicario Regionale della Prelatura per l'Europa Settentrionale, Rev.mo Dott. Johannes Bernaldo, e il Rev. Dott. Richard Hayward, membro del Consiglio Regionale. Nell'omelia il Vicario Regionale ha posto in rilievo lo spirito di filiazione divina del Servo di Dio, fonte della sua pace interiore e della sua costante allegria. Al termine della funzione eucaristica, il Vescovo della diocesi e un centinaio di persone hanno assistito alla proiezione di un documentario incentrato sulle attività apostoliche dell'Opera in vari Paesi.

In Giappone, il Rev. Dott. Soichiro Nitta ha celebrato una Santa Messa nella parrocchia di Shukugawa, ad Ashiya. Il Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. Joseph R. Madurga, ha sottolineato nell'omelia l'importanza che il Servo di Dio attribuiva al Sacramento della Penitenza nella vita del cristiano. Altre quattro Messe sono state officiate nella città di Nagasaki.

A Manila, nelle Filippine, ottomila persone circa hanno partecipato alle due Messe di suffragio che sono state celebrate nella cattedrale metropolitana. La concelebrazione del mattino è stata presieduta da Mons. Teodoro Buhain, Vescovo ausiliare della capitale; quella del pomeriggio da Mons. Nestor Cariño, Vescovo di Borongan e Segretario della Conferenza Episcopale. Nella provincia di Laguna si sono celebrate altre due Messe; la prima a San Pablo City, dove Mons. Pedro Bantigue, Vescovo della diocesi, ha presieduto una concelebrazione nella chiesa di San Pablo Ermitaño; la seconda a Calamba, nella chiesa parrocchiale di San Juan Bautista.

Nella cattedrale di Cebu, un migliaio di persone ha partecipato a una celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo ausiliare della diocesi, Mons. Manuel Salvador. A Davao, nella St. Jude Parish Church, ha celebrato la Santa Messa l'Arcivescovo, Mons. Antonio Mabutas. Mons. José Gamboa, Vicario generale della diocesi di Iloilo, ha celebrato il Santo Sacrificio in St. Elizabeth, la chiesa cattedrale. A Bacolod una solenne concelebrazione è stata presieduta da Mons. Antonio Fortich, Vescovo della diocesi.

Sono state celebrate Messe di suffragio per l'anima del Servo di Dio anche in altri Paesi dell'Estremo Oriente, come Hong-Kong, Taiwan, Singapore e Corea del Sud.

Negli Stati Uniti le celebrazioni eucaristiche sono state numerose. A New York ha offerto il Santo Sacrificio il Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. James Kelly, che nell'omelia ha illustrato come la vicinanza alla Madonna aiuti il cristiano a comprendere meglio la propria partecipazione alla Redenzione di Cristo, rendendolo consapevole del proprio ruolo per la salvezza di quanti lo attorniano. A Houston la Messa di suffragio è stata presieduta dal Vicario Regionale per il Texas, Rev.mo Dott. Michael Barrett. Altre Messe sono state officiate nella Basilica di Queen of all Saints, a Chicago, nella cattedrale di Boston, nell'Annunziata Church di St. Louis, nella chiesa di St. Monica, a Milwaukee, nella chiesa di St. Anne a San Francisco e in St. Joan of Arc, a Los Angeles.

A Montreal, la Santa Messa è stata concelebrata, tra gli altri, da Mons. Angelo Palmas, Pro Nunzio di Sua Santità e dal Vicario Regionale della Prelatura Rev.mo Dott. Gregory Haddock. Nell'omelia, Mons. Palmas ha posto l'accento sull'importanza del messaggio spirituale del Servo di Dio, "che speriamo di poter venerare presto sugli altari". Enunciato il nucleo del suo insegnamento, la santificazione del lavoro ordinario, il Presule ha proseguito sottolineando la necessità della pratica delle devozioni tradizionali del cristiano, in particolare del Santo Rosario.

A Città del Messico il Santo Sacrificio è stato offerto in tre chiese diverse. In una di esse, la Basilica de Nuestra Señora de Guadalupe, erano presenti diecimila persone circa. Il Rev.mo Dott. Rafael Fiol Mateos, Vicario Regionale della Prelatura, che ha presieduto la cerimonia, si è riferito nell'omelia all'amore del Servo di Dio per la Santissima Vergine e alla sua particolare devozione per la Madonna di Guadalupe. Vari sacerdoti hanno ricevuto confessioni a partire da tre ore prima dell'inizio della funzione. A Querétaro il Santo Sacrificio è stato officiato nella Iglesia de la Congregación, dal Vicario Delegato dell'Opus Dei, Rev. Dott. Enrique Martínez-Negrete. A Guadalajara, nello Stato di Jalisco, il Rev. Dott. Francisco Ugarte, Vicario Delegato della Prelatura, ha celebrato la Santa Messa nella chiesa di Nuestra Señora de la Paz e il Rev. Dott. Jesús Becerra nel tempio dedicato alla Madonna di Guadalupe. Cerimonie di suffragio hanno avuto luogo anche nelle città di Hermosillo, Culiacán, Puebla, Monterrey e San Luis Potosí.

A San Juan de Puerto Rico, nella parrocchia di San José de Villa Caparra, la concelebrazione del Santo Sacrificio è stata presieduta dal Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. Martín Llambías. A Ponce, sempre a Portorico, nella parrocchia di Santa María, hanno concelebrato l'Ordinario della diocesi e Presidente della Conferenza Episcopale, Mons. Juan Fremiot Torres Oliver, con il Vescovo ausiliare Mons. Ricardo Surinach, e un sacerdote della Prelatura. Nell'omelia, Mons. Torres Oliver ha esortato i presenti a crescere in amore alla Madonna; riferendosi al Servo di Dio, ha affermato che "tutti abbiamo sperimentato la sua potente intercessione nel Cielo". Per la prima volta è stata celebrata una messa per l'anima di Mons. Escrivá nella città portoricana di Mayaguez, presso il Santuario di Nuestra Señora de Montserrat.

In Germania, nella chiesa di St. Pantaleon, una parrocchia di Colonia affidata a sacerdoti della Prelatura, hanno concelebrato una Messa di suffragio il Vicario dell'Opus Dei per la Germania, Rev.mo Dott. Cesar Ortiz, il parroco, Rev. Dott. Peter von Steinitz, e Mons. Klaus Becker. Durante la cerimonia, un coro ha cantato passi del Messias di Händel. Nella chiesa parrocchiale di St. Aegidii, a Münster, hanno concelebrato il Rev. Dott. Cesar Martínez, Vicario Giudiziale della diocesi di Osnabrück, il Rev. Dott. Ferdinand Pluemmer e il Rev. Dott. Mihai Caitar, cappellano per la pastorale dei romeni. Hanno assistito, tra gli altri, vari professori dell'università e molti studenti. Analoghe funzioni si sono svolte in diverse città tedesche, come Treviri e Monaco di Baviera.

A Lisbona più di duemila persone hanno assistito alla Messa concelebrata nella chiesa di Santa Maria de Belem dal Nunzio di Sua Santità, Mons. Salvatore Asta, e dal Vicario Regionale dell'Opus Dei, Rev.mo Dott. Jorge Margarido Correia. Altre Messe sono state celebrate a Oporto, Braga, Viseu ed Evora.

In Irlanda, oltre alle Messe celebrate nelle città di Galway, Limerick e Naas, due celebrazioni eucaristiche hanno avuto luogo nella capitale, Dublino, una nella località di Killester, presieduta dal Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. Donal O'Cuilleanain, e l'altra a Churchtown.

In Spagna si sono svolte un centinaio di cerimonie liturgiche in suffragio del Servo di Dio. In ventiquattro capoluoghi di provincia il Santo Sacrificio è stato offerto nelle rispettive chiese cattedrali; moltissimi i fedeli che si sono accostati ai Sacramenti della Penitenza e dell'Eucarestia. A Madrid sono state officiate quindici Messe; il Vicario Regionale, Mons. Tomás Gutiérrez, ha presieduto un solenne requiem nella Basilica Pontificia di San Miguel; nel quartiere di Cuatro Caminos, il Rev. Dott. Salvador López, che presiedeva la celebrazione nella chiesa di Nuestra Señora de los Angeles, ha ricordato nell'omelia come questo tempio abbia una particolare relazione con la fondazione dell'Opus Dei, avvenuta il 2 ottobre 1928, festa degli Angeli Custodi. Mons. Ambrosio Echebarría, Vescovo di Barbastro, città natale del Servo di Dio, ha presieduto la concelebrazione dell'Eucarestia nel Santuario di Nuestra Señora de los Angeles de Torreciudad.

A San Salvador, nella chiesa di San José de la Montaña, alla presenza di millecinquecento persone circa, il Vicario Delegato della Prelatura, Rev. Dott. Juan Aznar, ha officiato la liturgia eucaristica. Nell'omelia egli ha posto in rilievo l'amore di Mons. Escrivá alla Madonna e la sua sollecitudine per la formazione cristiana della gioventù. Nella città di Santa Ana, Mons. Fernando Saenz Lacalle, Vescovo ausiliare della diocesi, ha celebrato il Santo Sacrificio nella chiesa del Carmen.

In Guatemala una liturgia eucaristica di suffragio è stata officiata dal Presidente della Conferenza Episcopale, Mons. Rodolfo Quezada Toruño, Vescovo di Zacapa e Prelato di Esquipulas. "In nome della Conferenza Episcopale del Guatemala —ha detto tra l'altro nell'omelia— desidero sottolineare il luminoso esempio di fedeltà a Dio, al Papa e ai Vescovi datoci da Mons. Escrivá. Rendo testimonianza della fedeltà dimostrata alla Gerarchia in Guatemala da parte dell'Opus Dei. Noi, Vescovi di questo Paese, di questa fedeltà abbiamo ricevuto prove che ci riempiono di contentezza".

Nella cattedrale metropolitana di San José de Costa Rica, hanno concelebrato la Santa Messa solenne in anniversario il Nunzio della Santa Sede, Mons. Piergiacomo De Nicolò, e il Vicario Delegato dell'Opus Dei in Costa Rica, Rev. Dott. Carlos Ulloa. Poco prima della conclusione della cerimonia, Mons. De Nicolò ha voluto porre in rilievo alcuni tratti della vita santa di Mons. Josemaría Escrivá, augurandosi la continua crescita dei frutti dell'apostolato dei membri dell'Opera, al servizio di tutta la Chiesa.

Nell'Honduras, Messe di suffragio sono state offerte a Tegucigalpa e nelle città di San Pedro Sula, Paraíso e Tela. Nella capitale la concelebrazione del Santo Sacrificio, integralmente trasmessa da Radio Católica, è avvenuta nella chiesa della Medalla Milagrosa. Presiedeva la cerimonia l'Arcivescovo, Mons. Héctor Enrique Santos, affiancato dal Segretario della Nunziatura, Mons. Jorge Aníbal Rojas, e dal Vicario Delegato dell'Opus Dei, Rev. Dott. Alberto Banchs.

In Kenya oltre duemila fedeli hanno gremito la Holy Family Basilica, chiesa cattedrale di Nairobi, che ha ospitato una solenne concelebrazione dell'Eucarestia. Nell'omelia, il Rev. Dott. Paul Mimbi si è soffermato sulla devozione del Servo di Dio per la Santissima Vergine.

Ad Abidjan il Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. François Sanchez, ha officiato la liturgia eucaristica nella chiesa di Saint Jean de Cocody. Anche nella città di Adzope è stata offerta una Messa.

In Zaire un gran numero di fedeli, tra cui spiccavano diverse centinaia di studenti della locale Università, ha assistito nella cattedrale di Kinshasa alla cerimonia eucaristica officiata dal Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. Xavier Hervas. Tra le personalità ecclesiastiche presenti, Mons. Kanyama Chumbi, Segretario della Conferenza Episcopale dello Zaire, Mons. Lucibello, in rappresentanza della Nunziatura, e il Rev. Dott. Makamba, Rettore del Seminario di Teologia Giovanni Paolo I. Nell'omelia, il celebrante ha fatto riferimento all'ampiezza della rivoluzione silenziosa che Mons. Escrivá ha provocato con la proclamazione della chiamata universale alla santità in mezzo al mondo.

Messe in memoria del Fondatore dell'Opus Dei sono state offerte anche a Lagos e in altre città della Nigeria quali Ibadan ed Enugu.

In Svizzera, il Vicario Regionale dell'Opus Dei, Rev.mo Dott. Augustin L. Kindler, ha celebrato una solenne Messa di requiem nella Liebfrauenkirche di Zurigo. Cerimonie analoghe, cui hanno partecipato numerosi giovani, hanno avuto luogo a Ginevra, nella Basilica di Notre Dame, a Friburgo, nel Santuario di Bourguillon, e a Lugano.

In Austria, nella viennese St. Peterskirche, la concelebrazione eucaristica è stata presieduta dall'Ordinario Militare e Segretario della Conferenza Episcopale Austriaca, Mons. Alfred Kostelecky; con lui hanno concelebrato il Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. Klaus Küng, e il Rettore della chiesa, Rev. Dott. Gianbattista Torello. Sono state celebrate Messe anche a Salisburgo, nella Kajetanerkirche; a Linz, nella Minoritenkirche, e a Graz. In quest'ultima città ha officiato il Vescovo della diocesi, Mons. Johann Weber.

In Olanda sono state officiate Messe di suffragio ad Amsterdam, Utrecht e Maastricht.

In Belgio, alla concelebrazione presieduta a Bruxelles dal Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. Xavier González, si possono aggiungere le Messe offerte a Liegi, in Saint-Remacle-au-Pont, e ad Amberes, in St. Carolus Borromeus.

Anche in Cile sono state celebrate Messe di suffragio in varie città del Paese; citiamo qui Antofagasta, Concepción, Viña del Mar, San Fernando, San Felipe, Limache, Rancagua, Osorno e Punta Arenas; nelle ultime tre la liturgia eucaristica è stata officiata dai rispettivi Ordinari locali. Nella cattedrale di Santiago, ha presieduto la concelebrazione eucaristica il Vicario Regionale, Rev.mo Dott. Adolfo Rodríguez. Anche qui parecchi sacerdoti sono stati impegnati nell'amministrazione del Sacramento della Penitenza fin da molto prima dell'inizio della cerimonia.

A San Paolo del Brasile, quattromila persone circa hanno assistito nella Basilica di Nossa Senhora do Carmo alla solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. Xavier de Ayala. Si sono celebrate Messe anche a Rio de Janeiro e Curitiba.

In Perù, i rispettivi Ordinari hanno celebrato Messe a San Vicente de Cañete, Cuzco, Chiclayo, Abancay e Huancavelica. Altre sono state officiate ad Arequipa e a Piura. A Lima, oltre duemilacinquecento persone erano presenti alla liturgia eucaristica celebrata nella chiesa della Virgen del Pilar dal Rev. Dott. Luis Tegerizo.

In Colombia, sono state celebrate Messe nelle città di Medellín, Cali, Manizales, Barranquilla, Cartagena, Santa Marta e Bucaramanga, oltre che a Bogotá. Nella capitale ha officiato il Vicario Regionale, Rev.mo Dott. Alberto Raventós, che nell'omelia ha esortato i presenti a concludere l'Anno Mariano molto vicini alla persona e alle intenzioni del Santo Padre. A Medellín Mons. Octavio Betancur Arango, Vescovo emerito di Garzón, e a Santa Marta Mons. Ugo Puccini, Vescovo della diocesi, hanno presieduto la celebrazione eucaristica.

Anche in Venezuela sono state celebrate Messe in diverse città. A Caracas, nella chiesa di Nuestra Señora de Chiquinquirá, il Card. José Alí Lebrún, Arcivescovo della diocesi e Presidente della Conferenza Episcopale, ha concelebrato il Santo Sacrificio con il Vicario Regionale della Prelatura, Rev.mo Dott. Italo Altimari. Al termine, il Card. Lebrún ha pronunciato parole di gratitudine per l'apostolato svolto dall'Opus Dei nel Paese. "Mons. Escrivá —ha detto— è stato un chiaro segno della Provvidenza divina, la quale in un momento concreto della Storia ha voluto suscitare quest'uomo di Dio, che tanti benefici sta arrecando, con il suo insegnamento e con il suo esempio, alla Chiesa universale". Anche a Valencia la Santa Messa è stata presieduta dall'Arcivescovo, Mons. Luis Eduardo Henríquez; la cerimonia si è svolta nella chiesa del Corazón Inmaculado de María. A Maracaibo un migliaio di persone affollava la chiesa del Sagrado Corazón de Jesús durante la Messa presieduta dal Vescovo ausiliare della diocesi, Mons. Antonio López. Funzioni eucaristiche di suffragio si sono tenute anche a Barquisimeto e in altre città del Paese.

A Port of Spain, capitale di Trinidad-Tobago, l'Arcivescovo, Mons. Anthony Pantin, ha presieduto nella Sacred Hearth Church una solenne concelebrazione, cui hanno assistito, oltre al Pro Nunzio di Sua Santità per le West Indies, Mons. Manuel Monteiro de Castro, varie autorità civili, tra cui l'ex Presidente della Repubblica.

A Quito, nell'Ecuador, l'Arcivescovo, Mons. Antonio González Zumarraga, ha presieduto nella cattedrale una concelebrazione eucaristica, affiancato dal Vescovo ausiliare Mons. Luis Enrique Orellana, e dal Vicario Regionale dell'Opus Dei, Rev.mo Dott. Florentino Rodríguez. Dinanzi alle oltre duemila persone che gremivano il tempio, il Presule ha dichiarato che la cerimonia era un solenne atto di ringraziamento per gli innumerevoli favori spirituali e materiali attribuiti all'intercessione del Servo di Dio, e ha pregato per una rapida glorificazione del Fondatore dell'Opus Dei. A Guayaquil, la concelebrazione è stata presieduta da Mons. Juan Larrea Holguín, Arcivescovo Coadiutore della diocesi e Ordinario Militare dell'Ecuador. Nell'omelia egli ha proposto una testimonianza personale su Mons. Escrivá: "Noi che, per un'immensa benedizione di Dio, abbiamo potuto conoscerlo da vicino, siamo sempre stati persuasi di avere a che fare con un santo, un uomo scelto da Dio".

Messe in memoria di Mons. Escrivá sono state celebrate anche nelle principali città argentine: Buenos Aires, Mendoza, Rosario, Córdoba, Santa Fe, San Nicolás, Santo Tomé, ecc.; ed anche nelle capitali di Uruguay, Paraguay e Bolivia.

In Australia le Messe di suffragio sono state due. Una a Brisbane, nella chiesa di St. Brigid, officiata dal Rev. Dott. Max Polak; l'altra, presieduta dal Vicario Regionale Rev.mo Dott. John A. Masso, nella cattedrale di St. Mary, a Sydney. In quest'ultima ha pronunciato l'omelia il Rev. Dott. Paul Grant: egli ha esortato i presenti a terminare bene l'Anno Mariano, imitando l'amore alla Madonna che caratterizzò tutta la vita del Servo di Dio.

Romana, Nº 6, Gennaio-Giugno 1988, p. 113-120.