envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

In breve

Santana
de Parnaíba,
San Paolo
(Brasile)

Orizzonti per
l’evangelizzazione

Dal 4 al 6 aprile il centro conferenze Sítio de Aroeira ha organizzato l’iniziativa “Orizzonti: prospettive, sfide e impegni del cristiano in mezzo al mondo”, un incontro di formazione e aggiornamento per giovani professionisti. I partecipanti, provenienti da dieci città del Paese, hanno approfondito gli insegnamenti dell’Esortazione apostolica Evangelii gaudium di Papa Francesco.
Durante le sessioni si è riflettuto sull’importanza di alcune dimensioni dell’azione evangelizzatrice: l’amicizia, manifestazione di autentica carità e di cammino verso Dio; lo studio di iniziative destinate alla formazione della gioventù, alla trascendenza del lavoro santificato e alla famiglia come ambito di incontro con Dio e di servizio reciproco.

Enxomil
(Portogallo)

Da Benedetto
a Francesco

Il 10 febbraio, nel Centro di Incontri Enxomil ha avuto luogo la 16a edizione della Giornata della Pastorale per sacerdoti. Più di 70 presbiteri hanno partecipato all’incontro “Passaggio di testimone da Benedetto XVI a Francesco: un anno dopo”.
Questa volta erano presenti: il presidente della Conferenza Episcopale Portoghese, Mons. Manuel Morujão, che ha pronunciato una conferenza dal titolo “Due Papi diversi, un solo ministero di Pietro”, e il Rev. Hugo de Azevedo. Quest’ultimo, autore di una biografia di Mons. Álvaro del Portillo, ha parlato sulla fedeltà alla Chiesa e l’esemplare azione pastorale del futuro beato. Ha presieduto le sessioni il vicario regionale della Prelatura in Portogallo.

Nairobi (Kenya)
Laurea
a Strathmore
University

Il 19 giugno Strathmore University ha festeggiato il decimo anno di lauree. A tutt’oggi l’Università ha concesso 104 diplomi, 643 lauree, 136 titoli di master e 2 dottorati. Bernadette Musundi, presidente del Consiglio dell’Università, ha sottolineato che il 48% di questi titoli è andato a donne, una percentuale assai superiore a quella di altre università del Paese.
Nel suo discorso il rettore, Prof. John Odhiambo, ha comunicato che l’università ha incrementato i contatti con imprese multinazionali e locali per lo sviluppo della ricerca. Un esempio è il @ilabAfrica, un centro informatico da poco inaugurato, che sviluppa progetti con imprese tecnologiche internazionali.

Roma
Misericordia
e Diritto
nel matrimonio

Il 22 maggio, in vista del prossimo Sinodo dei vescovi sulla famiglia, la facoltà di Diritto Canonico della Pontificia Università della Santa Croce ha organizzato la giornata di studio “Misericordia e Diritto nel matrimonio”. Si è trattato di una riflessione sulla rilevanza della misericordia nel diritto matrimoniale canonico, nel quadro delle sfide pastorali della famiglia. Secondo una prospettiva teologica e canonica, si è discusso intorno all’ammissione alle nozze, l’appoggio alle famiglie – soprattutto a quelle in difficoltà –, i processi di nullità del matrimonio e la pastorale dei fedeli divorziati che vogliono sposarsi civilmente.
Sono intervenuti il Prof. Denis Biju-Duval (Pontificia Università Lateranense), il Prof. Eduardo Baura (Pontificia Università della Santa Croce), il Prof. Benedict Ejeh (Facoltà di Diritto Canonico San Pio X, Venezia), Mons. Paolo Bianchi (Vicario Giudiziale del Tribunale Ecclesiastico Regionale Lombardo), Nikolaus Schöch (sostituto del Supremo Tribunale della Signatura Apostolica) e il Prof. Miguel Á. Ortiz (Pontificia Università della Santa Croce).

Sydney
(Australia)

Campo di lavoro
in Vietnam

Nel mese di gennaio Nairana Study Centre ha organizzato la quinta edizione di “Nairana Workcamp”, un’attività di volontariato in Vietnam. I partecipanti sono arrivati a Saigon dove, durante più di venti giorni, hanno realizzato un campo di lavoro. Nell’orfanotrofio Phu My (Ho Chi Minh City) hanno collaborato col personale di questa istituzione nell’assistenza di varie centinaia di bambini handicappati e malati. La seconda parte dell’attività si è svolta a K’Long, un villaggio sui monti di Saigon. Là hanno costruito case per i residenti, hanno riparato vie di accesso importanti per la comunità e hanno messo a punto alcuni terreni fertili pronti per l’agricoltura. Inoltre hanno dedicato alcune ore all’insegnamento dell’inglese per gli abitanti del luogo. È stato possibile realizzare tutte queste attività grazie a un fondo in denaro che gli stessi studenti avevano raccolto l’anno prima, sollecitando l’aiuto di parenti e amici.

Parigi (Francia)
Chiesa
e servizio
all’umanità

Il Cardinale Robert Sarah, presidente del Pontificio Consiglio “Cor Unum”, ha pronunciato una conferenza sulla Chiesa e il suo servizio all’umanità, nel Centro culturale Garnelles. Due giorni dopo ha fatto un altro intervento durante un Colloquio per sacerdoti diocesani sulla nuova evangelizzazione, che ha avuto luogo nella parrocchia parigina di Sant’Agostino. Questo evento è stato organizzato dal Forum Sacerdotale Fontblin.

Atibaia,
San Paolo
(Brasile)

Convinzioni
e formazione

“Collegarsi in un modo diverso durante le vacanze”; questo è stato il titolo delle giornate organizzate ad Atibaia, alle quali ha partecipato un gruppo di 50 ragazze provenienti da diverse città del Brasile, da Porto Alegre, al Sud, fino a Fortaleza, al Nord-est del Paese. Il filo conduttore è stato l’importanza della formazione per trasmettere alla società una serie di profonde convinzioni.
L’attività si è svolta dal 4 all’8 gennaio in Casa da Serra (Atibaia, San Paolo). Durante le giornate sono stati trattati temi di attualità, come la concezione cristiana della famiglia, la difesa della vita, la bioetica, ecc. Il programma è stato completato da un corso di retorica e di media training, allo scopo di poter partecipare attivamente al dibattito sociale con una visione cristiana.

Buenos Aires
(Argentina)

Universitari
con piccone e pala

Da 13 anni alcuni universitari di Buenos Aires si trasferiscono al Sud del Paese per compiere un lavoro di volontariato nel centro abitato di El Bolsόn. Questa iniziativa, organizzata dall’Associazione di Universitari per lo Sviluppo, ha riunito nella sua ultima edizione oltre 55 studenti e professori, che hanno dedicato 15 giorni delle loro vacanze ad attività di promozione sociale.
L’Associazione, che s’ispira al messaggio di san Josemaría, ha contemporaneamente organizzato un altro viaggio di solidarietà a La Viña (nel Nord dell’Argentina) con più di 90 universitari. Le attività continuano durante il periodo di lezione con visite a persone anziane o malate e con altri lavori sociali nei quartieri periferici di Buenos Aires e di altre città argentine.

Madrid (Spagna)
Celebrazione
dei 25 anni
del Centro
Accademico
Romano Fundaciόn

Il Cardinale Manuel Monteiro de Castro, penitenziere maggiore emerito della Santa Sede e membro della Congregazione per le Cause dei Santi, lo scorso 9 maggio ha partecipato alla celebrazione del XXV anniversario del Centro Accademico Romano Fundaciόn (CARF), una iniziativa voluta da Mons. del Portillo, che sostiene la formazione di sacerdoti e seminaristi di tutto il mondo.
Durante il suo intervento il Cardinale ha ricordato Monsignor Álvaro del Portillo come «un sacerdote esemplare, che ha portato la parola di Dio in tutto il mondo, con una grande preparazione e una vita che è stata un esempio di fede e di gioia». Ha anche espresso la propria grande gioia per la sua ormai prossima beatificazione.
Oggi il CARF può contare su oltre 10.000 benefattori, che con le loro donazioni contribuiscono alla formazione dei sacerdoti. Nei suoi 25 anni di esistenza, oltre 13.500 studenti di 120 Paesi hanno beneficiato di aiuti per poter frequentare i corsi della Pontificia Università della Santa Croce a Roma o delle facoltà ecclesiastiche dell’Università di Navarra a Pamplona. Grazie a questa iniziativa, più di 2.000 seminaristi diocesani di 69 Paesi sono stati ordinati sacerdoti dopo aver completato gli studi e ricevuto formazione nelle residenze ecclesiastiche Bidasoa e Sedes Sapientiae.

Roma
Promuovere
un cambiamento
culturale

Più di 300 persone, dal 20 al 30 aprile, hanno partecipato alla IX edizione del Seminario professionale degli Uffici di comunicazione della Chiesa, sul tema “Strategie creative per promuovere un cambiamento culturale”, organizzato dalla facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale della Pontificia Università della Santa Croce (Roma). Il seminario si rivolgeva ai direttori degli Uffici di comunicazione, ai portavoce e ad altri professionisti della comunicazione della Chiesa.
L’arcivescovo di New York, Cardinale Timothy M. Dolan, ha aperto l’incontro avvertendo che «sono passati i tempi in cui i vescovi erano i migliori portavoce della Chiesa: ora abbiamo bisogno di laici competenti che la rappresentino». Tra i conferenzieri si contavano il Cardinale di Lione, Philipe Barbarin; Helen Alvaré, specialista in Diritto della George Mason University; Austen Ivereigh, cofondatore di Catholic Voices. Il seminario si è chiuso con un intervento di Joaquín Navarro Valls – ex direttore della Sala Stampa Vaticana –, il quale, avvicinandosi la data della canonizzazione di Giovanni Paolo II, ha parlato di santità e comunicazione nella persona di questo Pontefice.

Santiago (Cile)
Mantenere vivo
un sorriso

Ogni sabato un gruppo di volontarie dell’Università delle Ande dedica alcune ore alle donne e ai bambini della comunità di San Ramόn, una località a sud di Santiago del Cile. Tutto è cominciato nel 2009, quando un sacerdote della zona si mise in contatto con una studentessa di questa università, che dava lezioni di catechesi nella zona. Le telefonava per chiederle aiuto nella gestione del refettorio Padre Pio di San Ramόn, che, oltre a ricevere adulti senza casa, accoglieva donne e bambini. Occorrevano molte braccia per regolare il suo funzionamento e un po’ di tempo per dare gioia e per formare quelli che si presentavano.
Da quel momento un gruppo di studentesse di diverse facoltà dell’Università delle Ande frequentano il refettorio sociale per aiutare in ogni tipo di attività: cucinare, servire i pasti, lavare, conversare e tenere compagnia alle persone. Inoltre le volontarie forniscono le nozioni di base nel campo della sanità e dell’igiene, del primo soccorso, e poi anche di manicure, parrucchiere, cambio di biancheria, giochi e ricreazione. Tutto ciò per andare incontro alle necessità fisiche e al dolore dell’abbandono e della solitudine di queste persone.

Jarinú,
San Paolo
(Brasile)

Le radici
culturali
dell’Occidente

Prometeo, Sisifo, Agamennone, Antigone... Un’analisi profonda della cultura classica svela gli aneliti dell’uomo di tutti i tempi: il desiderio dell’anima rivolto a Dio, le privazioni e le sofferenze necessarie nella ricerca del vero amore, la nobiltà, la fedeltà e un lunghissimo elenco di virtù umane. Molte di esse sono state assimilate dal cristianesimo e sono messe in ombra dalla cultura di oggi.
Alcuni universitari e liceali brasiliani si sono riuniti nel mese di gennaio per analizzare questo argomento nel quadro di una sessione di studio intitolata “Le radici culturali della civiltà occidentale”, che ha avuto luogo nel Centro di convivenze Montes Claros.

Chía (Colombia)
Processione del
Corpus Christi

Per il terzo anno consecutivo l’Università de La Sabana ha organizzato la processione del Corpus Christi nel campus universitario del Puente del Común. Questa celebrazione, che ha avuto luogo il 15 maggio, ha registrato la presenza del vice gran cancelliere dell’Università de La Sabana, Rev. Hernán Salcedo, che ha presieduto anche la santa Messa. La processione ha seguito le vie su tappeti fatti a mano con fiori naturali, elaborati da studenti e dipendenti dell’università. I petali sono stati donati dalle ditte di fiori della zona d’influenza dell’Università de La Sabana.

Verona (Italia)
Un ponte
di solidarietà

Il centesimo anniversario della nascita di Álvaro del Portillo ha suggerito all’Associazione di Promozione Sociale Aquila di raccogliere fondi per l’assistenza medica ai bambini affetti da drepanocitosi. La somma raccolta è stata destinata al Centro Ospedaliero Monkole (Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo) per lenire questa malattia del sangue che, nell’Africa centrale, provoca una mortalità del 50-75% nei primi cinque anni di età.
Domenica 9 marzo la campagna è stata presentata durante una tavola rotonda moderata dalla giornalista Marina Zerman. A nome dell’Ospedale Monkole sono intervenuti il medico René Lumu Kambala e l’infermiera Josephine Gadra. I 130 presenti, allo scopo di propagandare questa campagna di donativi, hanno stabilito di organizzare anche un concerto di pianoforte tenuto da Stefania Cafaro, che ha avuto luogo nello stesso mese di marzo nella sede del Circolo Ufficiali di Verona.

Colonia
(Germania)

Moda e valori

Nel mese di febbraio il Campus Muengersdorf ha ospitato una giornata di studio sul futuro della moda, un tema che ha risvegliato un grande interesse sia tra gli esperti del settore che tra gli studenti delle scuole superiori di disegno. Invitata dal campus, Covadonga O’Shea – giornalista, cofondatrice della rivista Telva e presidente di Tecnomoda Foundation – ha assicurato che le linee che si seguono attualmente non sono dettate dalle case di alta moda ma dalle committenti. Durante la sua conversazione si è augurata che la moda metta radici nei valori, così da diventare espressione di autenticità, estetica e armonia. Secondo la giornalista, anche in questo campo il miglior sintomo di personalità e maturità sta nell’essere coerenti con le proprie idee.
In una successiva conversazione, Covadonga O’Shea ha ricordato inoltre come san Josemaría avesse sempre incoraggiato molte persone a promuovere gli autentici valori della donna nel mondo della moda.

Madrid (Spagna)
Etica ed estetica

Nel mese di marzo la Residenza universitaria Alcor (Madrid) ha organizzato un seminario su “Arte e Bellezza”, una iniziativa rivolta alle studentesse universitarie consistente in una riflessione intorno alla relazione tra capacità estetica e dimensione etica.
Soledad García Morales, docente della Scuola di Architettura di Madrid, ha inaugurato il seminario con una conferenza intitolata “Bellezza ed esperienza estetica”. Durante l’esposizione si è soffermata sulla oggettività e soggettività della bellezza. Da parte sua, l’architetto Emilio Tuñόn ha fatto una riflessione sul contributo dato dall’architettura alla bellezza nella vita di ogni giorno, tenendo presente che gli edifici costruiti rispecchiano la capacità che abbiamo, noi persone umane, di creare spazi adeguati dove svolgere le nostre attività. María Molina, docente di arte contemporanea, ha poi chiuso il ciclo con un suo intervento su “Le Belle Arti”. «Il cinema, il teatro, la musica, la danza – ha affermato – sono espressioni dell’essere umano che gli consentono di uscire dall’omologato e non diventare “persona clonata”».

Bogotà
(Colombia)

Famiglia
e società

Lo scorso mese di maggio il gruppo di ricerca Famiglia e Società dell’Istituto per la Famiglia ha pubblicato il libro Lo stile di vita dei giovani e la necessità dell’educazione sessuale, frutto di una ricerca congiunta tra l’Istituto della Famiglia dell’Università de La Sabana e la Procura Generale della Nazione. Questa pubblicazione sottolinea alcuni aspetti che determinano i comportamenti dei giovani scolarizzati in Colombia riguardo all’uso del tempo libero, alle relazioni interpersonali, al consumo di sostanze stupefacenti e alla vita affettiva.

Madrid (Spagna)
I cinquant’anni
di Fomento
de Centros
de Enseñanza

All’inizio degli anni ’60 alcune coppie di coniugi confidarono a san Josemaría con quanta speranza curavano la formazione dei loro figli e gli dissero che stavano studiando la possibilità di aprire e gestire un certo numero di scuole che rispettassero il ruolo della famiglia come prima educatrice, con una formazione ispirata a una concezione trascendente dell’esistenza umana e al principio di dignità della persona caratteristico dello spirito cristiano. Il fondatore dell’Opus Dei le incoraggiò a realizzare quella che era indubbiamente una necessità sociale e così, nell’anno accademico 1963-64, si aprirono a Cordova le porte di Ahlzahir, la prima scuola di Fomento de Centros de Enseñanza, con 108 alunni. Ora che si festeggia il suo 50° anniversario, l’istituzione gestisce in Spagna 35 scuole con più di 23.000 alunni, 16.000 famiglie, 2.500 dipendenti e oltre 80.000 ex alunni. In occasione di questo anniversario il prelato dell’Opus Dei ha espresso in una lettera il desiderio che, a parte l’eccellenza accademica, si continui a lavorare affinché «le famiglie trovino in queste scuole una solida formazione profondamente cristiana e cattolica, impregnata di virtù come la fortezza, l’amicizia, lo spirito di servizio, la sincerità di vita, che rendono possibile il completo sviluppo della personalità e danno la capacità di servire la collettività».

Monaco
(Germania)

Far casa

Nel mese di marzo il Ministero dell’Alimentazione, Agricoltura e Foreste dello Stato Federato di Baviera ha organizzato un simposio di formazione intorno all’educazione professionale nell’economia domestica. Il contributo principale è stato dato dalla professoressa María Pía Chirinos, vice-rettore dell’Università di Piura (Perù). Un centinaio di partecipanti hanno potuto riflettere, in base alle sue parole, sulla forza dell’unione che l’economia domestica crea tra individui, famiglie e comunità. La sessione è stata completata da Gertrud Gormann, direttrice del Domestic Management Center del Campus Muengersdorf (Colonia), che ha parlato su come stimolare l’interesse dei giovani per l’economia domestica.

Madrid (Spagna)
Le sfide
della nuova
evangelizzazione

Nel mese di gennaio, oltre duecento esperti del mondo economico e finanziario si sono riuniti nella sede dello IESE di Madrid per analizzare lo scenario della nuova evangelizzazione dal loro punto di vista professionale. Il Rev. Martin Schlag, della Pontificia Università della Santa Croce, ha esposto in due sessioni i temi “La dottrina sociale della Chiesa in Benedetto XVI” e “Che cosa ha nel cuore Papa Francesco quando parla della Chiesa povera?”.

Madrid (Spagna)
Con esperti
di giornalismo

Sabato 22 febbraio la Residenza Universitaria Santillana ha ospitato una giornata di formazione per esperti di giornalismo, nella quale è stata presentata la figura di Mons. Álvaro del Portillo. Hanno parlato Antonio Hernández Deus, direttore dell’ufficio informazione dell’Opus Dei in Spagna, e il Rev. Prof. Juan Luis Lorda, della Facoltà di Teologia dell’Università di Navarra. Durante questa giornata è stato messo in rilievo soprattutto l’amore per la Chiesa del futuro beato.

Sydney
(Australia)

Il seminario
annuale
di Creston College

Il seminario si è aperto con una conferenza del Rev. Richard Umbers, cappellano del College, che ha parlato della rispondenza e della fedeltà al servizio della Chiesa da parte di don Álvaro. Seguendo la scia del futuro beato, decine di giovani professionisti, universitari e liceali si sono impegnati ad appoggiare i progetti di sostegno sociale che vengono organizzati da Creston. In particolare, saranno sostenute le iniziative sociali a favore di alcune bambine aborigene a Dubbo e si daranno lezioni di catechismo in alcune scuole di Sydney.

Alcorcόn
(Spagna)

Una tavola
rotonda su
don Álvaro

Il 18 giugno Alcorcόn ha ospitato una tavola rotonda durante la quale si è parlato del processo di beatificazione di Álvaro del Portillo. Nel corso della seduta sono intervenuti, fra gli altri, Mons. Joaquín María Lόpez de Andújar, vescovo di Getafe, e Antonio Luis Galindo, assessore comunale alla Cultura. «Come madrileno, è un onore e una gioia che un’egregia persona come Mons. Álvaro del Portillo sia beatificata. La sua figura è per tutti noi una gioia e uno stimolo. I santi ci stimolano con il loro esempio e ci aiutano con la loro intercessione», ha affermato il vescovo di Getafe.

Manila
(Filippine)

Daily Álvaro

Due giovani informatici filippini hanno lanciato una applicazione dedicata a Monsignor Álvaro del Portillo. Si chiama “Daily Álvaro” e si tratta di un programma per apparecchi mobili che si è già diffuso in 40 Paesi. I suoi ideatori vogliono destinare una parte dei guadagni dell’applicazione a Saxum, un centro di conferenze e ritiri in Terra Santa. L’applicazione comprende cinque aspetti: accesso all’immaginetta con la preghiera privata del futuro beato, informazioni sul miracolo attribuito alla sua intercessione, notizie sullo stato di avanzamento del progetto Saxum, gli scritti di Álvaro del Portillo e una cronologia della sua vita. Per continuare a migliorare il software hanno creato un sistema di feedback con gli utenti.

Romana, Nº 58, Gennaio-Giugno 2014, pag. 141-149.