envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Iniziative sociali ed educative incoraggiate da Mons. Álvaro del Portillo

Le iniziative riportate in questa sezione includono attività educative, assistenziali, culturali, ecc. promosse da fedeli della Prelatura e cooperatori insieme a molte altre persone, cattolici e non cattolici. Chi si impegna a gestire queste attività – assumendosene la piena responsabilità, anche economica – cerca di rispondere alle esigenze del suo Paese o del suo ambiente, senza alcuna discriminazione nei riguardi delle altre persone quanto a razza, religione o status sociale.
La Prelatura dell’Opus Dei, attraverso accordi con i promotori o nei modi stabiliti dagli statuti di ogni ente, contribuisce allo sviluppo di queste iniziative di interesse sociale, offrendo orientamento cristiano, dottrinale e morale, e cura sacerdotale, sempre nel pieno rispetto della libertà delle coscienze.

Iniziative sociali ed educative
incoraggiate da
Mons. Álvaro del Portillo

“Tutti, nella misura del possibile, dobbiamo essere vicini alle persone che soffrono, ai malati, ai poveri, (…) a quelli che sono soli, abbandonati”.
Queste parole scritte da Monsignor Álvaro del Portillo nel 1981 riflettono un’esperienza che egli stesso aveva fatto da studente universitario, quando a 19 anni si dedicò alle attività delle conferenze di San Vincenzo de’ Paoli, per distribuire offerte in denaro e cibo, fare catechesi e aiutare i bambini abbandonati nei quartieri più poveri di Madrid. Sotto l’impulso di San Josemaría, continuò a svolgere questo lavoro con quanti frequentavano le prime attività dell’Opus Dei, che si svolgevano nell’Accademia DYA.
Durante gli anni in cui guidò l’Opera (1975-1994) approfittò dei suoi viaggi pastorali in tutto il mondo per dare impulso alla realizzazione di iniziative sociali ed educative. Riteneva che lo sbocco naturale della sollecitudine per i poveri e per gli ammalati dovesse essere quello di “promuovere o partecipare a imprese assistenziali, con le quali risolvere, in modo professionale, questi bisogni umani e altri ancora”. Don Álvaro incoraggiava quelli che partecipavano a iniziative di questo genere ad avere orizzonti ampi, e dava loro consigli per renderle ancor più feconde. Era molto attento alle notizie che riceveva e insisteva perché sorgessero nuovi progetti, specialmente dove i bisogni delle persone erano più forti. Aveva la passione di aiutare il prossimo e di avvicinare a tutti il volto amabile e misericordioso di Cristo.
In occasione del centenario della nascita di don Álvaro, si riassumono in queste pagine informazioni su alcune delle iniziative sociali ed educative che ricevettero il suo incoraggiamento o che sorsero direttamente per il suo impulso. Vogliono essere un ringraziamento alla sua sollecitudine per il bene spirituale e materiale di molte anime, e uno sprone per continuare a chiedere la sua intercessione a favore delle persone che traggono beneficio da queste istituzioni.

Junkabal
(Città
del Guatemala,
Guatemala)

Junkabal è un centro di promozione della donna, che cominciò a funzionare nel 1964, in un piccolo locale affittato accanto a una discarica municipale. Con l’inizio della costruzione della sua seconda sede, nel 1978, si aggiunsero ai corsi già attivati programmi sociali diretti ai più bisognosi, corsi di insegnamento medio e primario e corsi per genitori. Nel 1992, sotto l’impulso di Mons. del Portillo, venne ampliata l’offerta educativa con corsi per la formazione di piccole imprenditrici in varie specialità, che sono continuamente seguite mediante corsi di aggiornamento. Junkabal ospita una Clinica Odontoiatrica e offre programmi di alimentazione per madri e per bambini. In questi anni, i programmi di Junkabal sono stati frequentati da più di 100.000 persone, molte delle quali partecipano anche alle attività di formazione spirituale.
www.junkabal.edu.gt

Instituto
de Educación
Superior
Tecnológico
Privado
Valle Grande
(Cañete, Perù)

Dal 1965 l’Istituto Valle Grande dà formazione tecnica ai contadini. A partire dal 1992, cominciò a tenere corsi di Tecnico in produzione agraria e assunse la denominazione di “Scuola Agraria Valle Grande”. Il corso di formazione professionale per tecnico dura tre anni: i partecipanti alternano periodi nella scuola con giorni nella fattoria familiare o in qualche azienda agricola, così il processo di apprendimento si integra col mondo del lavoro e coinvolge la famiglia. Ogni anno completano il corso una trentina di alunni, che solitamente possono contare su un impiego assicurato. Negli anni novanta, Mons. Álvaro del Portillo seguì da vicino lo sviluppo della scuola e incoraggiò i suoi direttori, anche per iscritto, a svolgere un’ampia attività di formazione a beneficio della popolazione contadina.
www.irvg.org

Institut Supérieur
en Sciences
Infermières
(Kinshasa,
Repubblica
Democratica
del Congo)

Nel 1989, durante una visita in Congo, Mons. Álvaro del Portillo si rese conto che nel Paese c’era una grave carenza di assistenza medica di qualità. Per questo, suggerì la creazione di una scuola per infermiere. Dal suo inizio nel 1997, l’Istituto Superiore di Scienze Infermieristiche (ISSI) ha conferito il diploma a più di 450 alunne. Attualmente viene offerto anche un Master per ostetriche, con l’obiettivo di ridurre l’elevato indice di mortalità materno-infantile al momento del parto che esiste nel Paese. Inoltre, l’ISSI impartisce formazione continua al personale sanitario di tutto il Paese, specialmente mediante progetti di igiene ospedaliera, nei quali si sono formate 2.000 persone.

Baytree Centre
(Londra,
Inghilterra)

Negli anni ottanta, un gruppo di donne di diverse professioni cominciò a svolgere attività di formazione a Brixton, una zona multietnica del sud di Londra. Si iniziò con l’insegnamento dell’inglese, dato che l’incapacità di esprimersi in questa lingua era causa di emarginazione e di conflitti. Oltre a incoraggiare le persone che portavano avanti il Centro, Mons. Álvaro del Portillo, in occasione del suo viaggio a Londra nel 1987, ne benedisse i locali. Nel 1992, gli Amministratori della zona decisero di intervenire per ampliare gli edifici. Attualmente, partecipano ai corsi di Baytree più di 500 donne di 48 Paesi e, mediante Homework Club, si collabora negli studi e nell’educazione di 900 bambini. Mentre si fornisce formazione professionale a molte madri di famiglia, si cerca di far sì che esse stesse possano aiutare i loro figli nello studio.
www.baytreecentre.org

Centro
Educacional
e Assistencial
Profissionalizante
Pedreira
(San Paolo,
Brasile)

Il Centro iniziò la sua attività nel 1985, come realizzazione dell’ideale – condiviso da vari professionisti e studenti – di contribuire alla promozione professionale dei giovani del quartiere Pedreira, sito a 30 chilometri dal centro di San Paolo. La condizione sociale della zona era tra le più deteriorate della città e molti giovani correvano il rischio di cadere nelle reti della criminalità, della violenza e delle droghe. Mons. Álvaro del Portillo incoraggiò la nascita di questa iniziativa. Attualmente, ogni anno il centro assiste in media 580 alunni. Inoltre organizza corsi di formazione professionale di base in elettrotecnica e informatica, per alunni da 10 a 14 anni, e corsi professionalizzanti nel campo delle reti informatiche, dell’amministrazione e delle telecomunicazioni, per alunni tra i 15 e i 17 anni. Alla comunità locale si offrono corsi preparatorii per l’accesso al Centro Pedreira e assistenza medica, della quale beneficiano circa 7.000 persone all’anno. Più di 6.000 studenti sono già passati da questa scuola.
www.pedreira.org

Centre Hospitalier
Monkole
(Kinshasa,
Repubblica
Democratica
del Congo)

Il Centre Hospitalier Monkole sorse nella periferia di Kinshasa in occasione di un viaggio di Mons. Álvaro del Portillo in Congo nel 1989. Durante la sua permanenza don Álvaro propose ad alcuni fedeli dell’Opera di avviare un progetto in ambito sanitario; in questo modo rispondeva anche a un desiderio del Card. Maurent Monsengwo, a quell’epoca Presidente della Conferenza Episcopale del Congo. Attualmente Monkole offre assistenza medica specialistica (in ginecologia e ostetricia, chirurgia, medicina interna e pediatria) in regime ambulatoriale o di ricovero ospedaliero e promuove l’educazione sanitaria, specialmente in relazione a malattie come l’HIV-AIDS, la drepanocitosi, la malaria e la tubercolosi. Tre ambulatori satelliti dell’ospedale (Eliba, Kimbondo e Moluka) forniscono assistenza sanitaria in quartieri poveri. A Monkole sono anche associati una scuola di infermieristica (ISSI), che ogni anno forma 50 nuove infermiere, e un centro di formazione continua per medici (CEFA). Si realizzano più di 50.000 visite mediche all’anno.
http://monkole.cd

Fundación
de Ayuda Familiar
y Comunitaria
(Quito, Ecuador)

La Fondazione di Aiuto Familiare e Comunitario (AFAC) venne fondata nel 1991 come un piccolo dispensario in una zona popolare di Quito. Sorse come una risposta all’invito di Mons. Álvaro del Portillo di aiutare i sofferenti, i malati e i bisognosi. Nel 1995 fu inaugurata la sede definitiva, con i servizi di odontoiatria, ultrasuoni, radiologia e laboratorio di analisi. Durante questi anni sono stati tenuti numerosi corsi professionali, di formazione e di nutrizione, diretti particolarmente a donne e bambini in situazione di rischio. Nel 2008 il Centro fu trasformato in maternità e clinica: da allora è stata data assistenza a 3.500 parti. Attualmente vengono assistite in media 24.000 persone ogni anno. Le pazienti, in maggioranza adolescenti, si interessano frequentemente anche di temi connessi alla vita cristiana, alla formazione dei figli e alla loro responsabilità educativa.

Banilad Center
for Professional
Development
(Cebù City,
Filippine)

È una scuola tecnica, dove si svolge un corso biennale sui servizi alberghieri e di ristorazione. Sorse come risposta a una richiesta fatta davanti a oltre un migliaio di persone da Mons. Álvaro del Portillo durante la sua visita nelle Filippine nel 1987. L’allora Prelato dell’Opus Dei spronò l’uditorio affinché si promuovessero progetti volti ad alleviare la povertà e a far sì che la gente potesse raggiungere un livello di vita più dignitoso e umano. Nel 1989 venne dato avvio alla costruzione del Centro Banilad, che fu poi inaugurato nel 1991. Dopo oltre vent’anni di attività sono circa 1.500 le ragazze che hanno completato il corso biennale. Altre 2.600 donne hanno partecipato a corsi brevi di abilitazione per la creazione e la gestione di microimprese.
www.fptiphilippines.com/BANILAD

Centro Educativo
Técnico Laboral
Kinal
(Città
del Guatemala,
Guatemala)

Nel 1961, in Guatemala, era sorto il Centro Educativo Professionale Kinal, ma fu grazie allo speciale impulso dato da don Álvaro che, nel 1985, si cominciò a costruirne la sede definitiva. Kinal offre a giovani con scarse risorse economiche la possibilità di ricevere una formazione superiore e tecnica di alto livello accademico, che assicuri loro un futuro professionale migliore. Sono disponibili corsi di aggiornamento e formazione per adulti, prevalentemente per operatori tecnici. Attualmente studiano a Kinal 1.200 giovani, oltre a 800 adulti. Da più di 15 anni si diplomano ogni anno più di 200 studenti.
www.kinal.org.gt

Escuela
Montemira
(San Salvador,
El Salvador)

Dal 1975, la scuola Montemira si è occupata dell’istruzione scolastica primaria di alunne appartenenti a famiglie di disagiate condizioni economiche. Nel 2001 è iniziata la scuola secondaria e nel 2004 la scuola secondaria di indirizzo alberghiero, che integra l’addestramento professionale e la formazione scolastica. È stato il primo liceo a indirizzo alberghiero approvato dal Ministero dell’Educazione e attualmente la Scuola è un organo consultivo del governo nazionale. Nelle sue aule sono passate più di 750 ragazze. Mons. Álvaro del Portillo fa parte della sua storia, perché accompagnò con parole di solidarietà e di amicizia la ricostruzione della sua sede dopo il terremoto del 10 ottobre 1986. Attualmente la Scuola, nuovamente ricostruita dopo due terremoti agli inizi del 2001, dispone di una residenza per 33 alunne provenienti da località lontane dalla capitale.

Collegio
Ecclesiastico
Internazionale
Sedes Sapientiae
(Roma)

Questo Collegio è un seminario eretto dalla Santa Sede il 9 gennaio 1991, che accoglie candidati al sacerdozio di tutto il mondo, inviati a Roma dai loro Vescovi. L’iniziativa fu incoraggiata da Mons. Álvaro del Portillo, in risposta a un’espressa richiesta del Beato Giovanni Paolo II. Dalla sua nascita, più di 400 seminaristi sono stati ordinati sacerdoti. Attualmente il Collegio ospita 90 seminaristi provenienti da 31 Paesi e da circa 60 diocesi. Don Álvaro incoraggiò il Consiglio di Direzione del Sedes Sapientiae a favorire un ambiente di fiducia e libertà, di ordine e fraternità, e un clima di studio serio e di pietà.
www.sedessapientiae.it

Centre Rurale
Ilomba
(Bingerville,
Abidjan,
Costa d’Avorio)

Scopo del Centre Rurale Ilomba è la promozione della salute specialmente tra le persone più vulnerabili della popolazione (bambini, donne incinte e anziani) in una zona della Costa d’Avorio carente di strutture sanitarie. Nella sua visita in questo Paese nell’ottobre del 1988, Mons. Álvaro del Portillo benedisse il terreno dove sarebbe stato costruito Ilomba ed espresse il suo compiacimento per l’avvio del progetto. Oltre all’assistenza medica, nel Centro si svolgono corsi di formazione in tema di sanità, alimentazione e igiene e si impartisce educazione scolastica. Le persone che beneficiano delle attività del Centro Rurale sono circa 12.000.

Instituto para
la promoción de
la responsabilidad
social empresarial
(Città
del Guatemala,
Guatemala)

È un centro di studi e di ricerca teorica e pratica che mira a diffondere i principi dell’etica e la responsabilità sociale nell’ambito imprenditoriale. Venne fondato nel 1991 su suggerimento di Mons. Álvaro del Portillo affinché si approfondissero gli studi dell’Enciclica Centesimus annus del Santo Padre Giovanni Paolo II. Dal 2005 l’istituto si è associato all’Università dell’Istmo. Ha proprie pubblicazioni e organizza periodicamente seminari e congressi.
www.ipres.org

Family
Cooperation
Health Services
Foundation
(Metro Manila,
Filippine)

Durante la sua visita nelle Filippine nel 1987, Mons. Álvaro del Portillo incoraggiò molte persone a contribuire secondo le proprie possibilità allo sradicamento della povertà. Un risultato di questo invito fu la creazione della Family Cooperation Health Services Foundation (FAMCOHSRF) che, mediante una rete di personale sanitario in diverse comunità, mette a disposizione corsi sulla salute di base per la famiglia, servizi sanitari, di nutrizione e di primo soccorso. Così si aiutano persone con difficoltà economiche a mantenere un buono stato di salute, a prevenire malattie, a migliorare l’igiene e, in alcuni casi, a superare lo stato di denutrizione. Il personale sanitario effettua un corso di cinque anni, che comprende un programma di controllo della tubercolosi e un altro di informazione ed educazione nutrizionale. Finora hanno effettuato il corso 530 persone.

Iroto Rural
Development
Centre
(Ogun, Nigeria)

Questo Centro (IRDC) è sorto per il coordinamento dei servizi di un centro per convegni nello Stato di Ogun. Subito però è risultato evidente il bisogno di istruzione fra le donne della zona e, nel 1985, vennero avviati corsi di alfabetizzazione, di cucito, artigianato e di lavori agricoli. Poco tempo dopo incominciarono le lezioni di una scuola alberghiera per ragazze adolescenti. La visita di Mons. del Portillo al centro nel 1989 servì per rinforzare l’offerta educativa. Durante la sua permanenza a Iroto, espresse infatti il desiderio che si istituisse in questa zona una scuola che facilitasse a molte donne nigeriane l’accesso a lavori dignitosi. Questa intenzione si tradusse in realtà nel 2005, con l’apertura della Iroto School of Hotel and Catering.

Centro de
Educación Básica
Alternativa
(Lima, Perù)

Dal 1995 il Centro (CEBA) ha iniziato a offrire opportunità educative a donne adolescenti e adulte che non avevano terminato il corso di studi, al fine di fornire loro una formazione scientifico-umanistica che permettesse una maggiore autonomia professionale. Per svolgere questo lavoro, il Centro dispone di laboratori, locali informatizzati, biblioteca, sala di proiezione di audiovisivi, aula di cucina e sala di musica. Offre anche corsi di formazione e di aggiornamento in cucina, pasticceria, tecniche di pulizia e di manutenzione.

Ciudad de los
Niños
de Monterrey
(Guadalupe,
Nuovo Leon,
Messico)

La Città dei Bambini venne fondata nel 1951 dal P. Carlos Alvarez Ortiz, che la diresse fino al 1984. Inizialmente era un orfanotrofio che ospitava 50 bambini, e nel 1986 fu trasformato in un Centro di Sviluppo Educativo e Familiare. Nel 1987, su richiesta dei direttori dell’istituzione, Mons. Álvaro del Portillo spinse alcuni fedeli della Prelatura a incaricarsi della formazione spirituale impartita nella scuola. Oggi, il lavoro educativo della Città dei Bambini, dove si sono diplomati più di 2.600 alunni, si realizza in due centri educativi – uno per bambini e l’altro per bambine –, un centro di educazione familiare, la chiesa Padre Nostro e l’Unità Medica Centenario. La scuola segue 905 famiglie nei corsi di educazione familiare e si prende cura di 1.330 alunni dall’età prescolare fino ai corsi di formazione tecnica; fornisce mensilmente 22.000 colazioni; dedica 16.500 ore annuali al tutoring personalizzato; effettua 7.000 visite mediche l’anno e sostiene campagne di prevenzione del cancro.
www.ciudaddelosninos.edu.mx

Università
Campus
Bio-Medico
(Roma)

Nel 1988, Mons. Álvaro del Portillo invitò un certo numero di medici e professori universitari a fondare un policlinico universitario che cercasse di offrire soluzioni al dolore e alla malattia, ispirandosi ai principi cristiani. Partecipò varie volte a riunioni con i promotori di questa iniziativa per spronarli e consigliarli. Nel 1993, finalmente, l’Università Campus Bio-Medico di Roma iniziò la sua attività con due corsi di laurea: Infermieristica e Medicina e Chirurgia. Poco dopo venne inaugurata la prima sede della clinica con un centinaio di letti. Più tardi fu creata la Facoltà di Ingegneria. Nel 2008, infine, si riuscì a ultimare la costruzione della sede attuale del Policlinico Campus Bio-Medico, capace di accogliere 400 pazienti e con 18 sale operatorie. Accanto a questo edificio oggi ci sono un Centro di ricerca e un Centro per la salute dell’anziano. Inoltre il Comune di Roma ha dedicato la strada che porta al Campus a Mons. del Portillo. Attualmente l’Università offre otto corsi di laurea, ha più di 1.000 studenti e assiste migliaia di persone.
www.unicampus.it

École de
Formation
Professionnelle
Yarani
(Abidjan,
Costa d’Avorio)

Nel 1989, Mons. Álvaro del Portillo chiese a una persona della Costa d’Avorio quali possibilità ci fossero per intraprendere qualche opera sociale nel Paese a favore di donne giovani per aiutarle a trovare lavoro. Questo colloquio accelerò la costituzione di Yarani, che aprì le sue porte nell’ottobre 1990. Da allora si calcola che abbiano beneficiato delle sue attività circa 5.000 persone. La scuola fornisce diplomi in quattro aree: alberghiera (cucina professionale, pasticceria, economia familiare e sociale); sanitaria (ausiliario ospedaliero); segretariato d’azienda; educazione (educazione primaria).
www.ede-yarani.org

Escuela Agricola
Utz Samaj
(Tecpán
Chimaltenango,
Guatemala)

Pochi mesi dopo il terremoto che devastò Guatemala nel febbraio del 1976, sollecitata da Mons. Álvaro del Portillo, sorse la Fondazione per lo Sviluppo Integrale (FUDI), che in quel momento si occupò della ricostruzione di Sajcavillá, un villaggio a maggioranza indigena nel Dipartimento di Sacatepéquez. Agli inizi degli anni novanta, questa fondazione promosse la creazione di Utz Samaj, una Scuola agricola finalizzata allo sviluppo locale a Tecpán, nel dipartimento di Chimaltenango. Utz Samaj offre infatti ai contadini formazione tecnica, imprenditoriale e umana. In questa Scuola agraria si formano piccoli imprenditori in agricoltura, gestione di serre, marketing e valori umani. L’attività di Utz Samaj raggiunge circa 50.000 famiglie della zona, che hanno come principale fonte di sostentamento il lavoro agricolo.
www.serviciosuniversitarios.org

Developmental
Advocacy
for Women
Volunteerism
(Metro Manila,
Filippine)

Il DAWV è un programma educativo iniziato nel 1989 con l’obiettivo di accrescere lo spirito di solidarietà nelle persone che possiedono sufficienti risorse economiche e spingerle ad aiutare i più bisognosi non solo con mezzi materiali, ma anche con l’educazione e l’orientamento. Funziona per mezzo di volontari (casalinghe, medici, imprenditrici, leaders sindacali, studenti), che ricevono formazione sui principi della giustizia sociale e di dottrina sociale della Chiesa, e svolgono vari corsi, tra i quali il programma per la promozione del volontariato o il programma di formazione per la riabilitazione. Mediante una rete di 1.500 giovani volontari vengono assistite circa 50.000 persone nei diversi rioni di Metro Manila.

Asociación
Uruguaya
de Escuelas
Familiares
Agrarias

Scopo di questa Associazione è elevare la qualità del lavoro nei campi conferendogli maggiore dignità e aiutando al contempo gli agricoltori a migliorare le proprie condizioni di vita e quelle delle loro famiglie. Nel 1980, a Juanicò, l’Associazione aprì il suo primo centro, nel quale, oltre ai corsi di aggiornamento permanente, si impartiva l’insegnamento secondario di base a 68 alunni, mentre nel marzo del 1999 ebbero inizio le attività del secondo centro, che accoglie circa 50 alunne. Mons. Álvaro del Portillo diede un importante impulso ai lavori dell’associazione, in particolare nel corso di un colloquio a Roma, nel 1987, con uno dei suoi dirigenti. A oggi, l’istituzione ha fornito a 485 persone dell’ambiente rurale le competenze necessarie per sviluppare un proprio progetto professionale.

Pontificia
Università
della Santa Croce
(Roma)

L’Università è un centro superiore di studi ecclesiastici al servizio di tutta la Chiesa. Con essa, Mons. Álvaro del Portillo ha realizzato un antico desiderio di San Josemaría. Sono già 6.000 gli alunni che si sono formati nelle sue aule. Le attività accademiche ebbero inizio nel 1984, con il nome di “Centro Accademico Romano della Santa Croce”, germe dell’attuale Università, che fu eretta come “Pontificia” dal Santo Padre Giovanni Paolo II il 9 gennaio 1990. Attualmente, opera con quattro Facoltà (Filosofia, Teologia, Diritto Canonico e Comunicazione Istituzionale) e un Istituto Superiore di Scienze Religiose. Numerosi Vescovi di tutto il mondo inviano sacerdoti e seminaristi delle rispettive diocesi al fine di dotarli di una profonda formazione scientifica e spirituale. Seguendo il desiderio di Mons. del Portillo, le attività accademiche sono aperte a studiosi e intellettuali di ambito scientifico, filosofico, economico e sociale, fornendo loro gli elementi necessari per un autentico dialogo della fede con il mondo.
www.pusc.it

Abidagba
Health Centre
(Ogun, Nigeria)

Nel 1980, a Ogun, un gruppo di medici cominciò ad assistere persone con problemi di salute. Svolgevano anche lezioni sull’igiene e la cura dei bambini e su alcune patologie come la malaria, il tifo, la diarrea e le malattie infettive in genere. Col tempo si ritenne necessario aprire un centro medico a vantaggio anche del resto della popolazione. Nel 1989, nel corso della sua visita in Nigeria, don Álvaro diede il suo incoraggiamento a convertire questa iniziativa in un progetto stabile, che fosse inoltre un focolaio di irradiazione cristiana. Con l’aiuto di molti benefattori, nel 1996 venne inaugurato l’edificio dell’Abidagba Health Centre, che si avvale dell’assistenza di diversi professionisti sanitari e della presenza di personale medico e di laboratorio.

Centro
Universitario
Guaymura
(Tegucigalpa,
Honduras)

Nel 1979, alcuni giovani che desideravano ricevere la formazione che offre l’Opus Dei scrissero a Mons. del Portillo chiedendogli che l’Opera aprisse un centro in Honduras. Don Álvaro rispose incoraggiandoli a far crescere questo interesse in molte altre persone. Nel 1981, fu aperto il Centro Universitario Guaymura, che offre a studenti universitari honduregni di ogni condizione sociale una formazione diretta alla crescita spirituale e professionale. Nel Centro i giovani trovano un ambiente che aiuta a trarre il massimo profitto dalla vita universitaria – alloggio, sale di studio e altri servizi –, sono organizzati corsi accademici e attività culturali a integrazione delle lezioni nell’università, e si promuove la solidarietà mediante programmi di servizio sociale.
www.guaymura.org

Metro
Achievement
Center
(Chicago, Illinois,
Stati Uniti)

Il Metro Achievement Center aprì le sue porte nel 1985, con il fine di stimolare ed educare ragazze che aspirano a migliorarsi come studentesse e a crescere nelle virtù mediante programmi extra scolastici, estivi o di intrattenimento. A partire dalla sua fondazione, il centro ha seguito più di 5.000 giovani e ogni anno partecipano alle sue attività circa 500 ragazze, di età dagli 8 ai 18 anni. L’impulso di don Álvaro fu decisivo per l’avvio dell’istituzione.
www.midtown-metro.org/metro

Colegio
Lamatepec
(San Salvador,
El Salvador)

La Scuola Lamatepec sorse nel 1981. Mons. del Portillo ne seguì molto da vicino gli inizi, perché in quei momenti El Salvador era sconvolto dalla guerra civile. Alcune parole di don Álvaro, durante un incontro a Roma con una coppia di coniugi facenti parte del gruppo promotore, servirono da incoraggiamento e spinta per tutti: “Se vi occupate dei figli degli altri, Dio si occuperà dei vostri”. Attualmente gli alunni della Scuola sono 700. Dalle sue aule sono uscite 24 classi di diplomati, molti dei quali sono ora impegnati in attività di promozione sociale in tutto il Salvador. Inoltre, ogni anno la scuola organizza 15 programmi di assistenza a persone bisognose.
www.lamatepec.edu.sv

Center
for Industrial
Technology
and Enterprise
(San José, Cebù,
Filippine)

Quando, nel 1987, Mons. Álvaro del Portillo visitò l’isola di Cebù suggerì che vi si fondasse un’istituzione a favore della gente con scarse risorse economiche. Rientrato a Roma, dove risiedeva, chiese a due specialisti di organizzazioni italiane di cooperazione internazionale che studiassero la possibilità di dare il loro aiuto per aprire una scuola a Cebù. Tre anni dopo, nel 1990, il Center for Industrial Technology and Enterprise iniziò la sua attività con l’obiettivo di fornire conoscenze in materie tecniche e amministrative, formazione nei valori e servizi di base a giovani con difficoltà socioeconomiche e alle loro famiglie e, così, influire in modo positivo sulle comunità di Visayas e Mindanao. Il CITE mette a disposizione corsi di meccanica, elettrotecnica ed elettronica. Circa 3.000 giovani hanno completato i corsi di studio. Ha ricevuto certificati internazionali di qualità ed è riconosciuto dal governo filippino come una delle migliori scuole tecniche del Paese.
www.cite.edu.ph

Centro
de Capacitación
Profesional para
la Mujer Siramá
(San Salvador,
El Salvador)

Una scuola di economia domestica aperta nel 1971 divenne – dopo il trasferimento in un modesto appartamento di San Salvador, nel 1972 – il Centro di Formazione Professionale per la Donna Siramá, istituzione nella quale si è cominciato a dare istruzione legalmente riconosciuta per segretarie d’azienda, e a tenere corsi abilitanti in cosmetologia, confezione di abiti, manifattura di pentole (artigianato popolare), panificazione e cucina, assieme a conoscenze di gestione di microimprese. Nel 1986 un terremoto distrusse la sede di Siramá. Mons. Álvaro del Portillo sollecitò l’inizio della costruzione di una nuova sede, che venne aperta nel 1988. Dieci anni dopo, su un terreno di proprietà del municipio di Soyapango furono avviati i lavori per l’edificazione di un altro centro. Nelle due sedi di Siramá sono passate più di 42.000 donne.
www.sirama.org

Kimlea Girls
Technical
Training Center
(Limuru, Kenya)

Nell’aprile 1989, in un’aula prefabbricata, ebbero inizio le attività di Kimlea, una scuola di abilitazione tecnica per la donna contadina. Nello stesso anno, Mons. Álvaro del Portillo, durante la sua visita in Kenya, diede suggerimenti orientativi per il suo sviluppo. L’anno successivo, grazie all’aiuto dell’Unione Europea e dell’Istituto per la Cooperazione Universitaria, venne dato l’avvio alla costruzione della sede definitiva. Attualmente frequentano Kimlea circa 12.000 persone, che si dedicano, in maggioranza, alla raccolta del tè e del caffè. Il 75 per cento sono giovani donne e ragazze. Kimlea dà formazione tecnica orientata all’autosufficienza economica, nonché formazione umana e spirituale. Le studentesse completano in due anni un programma che permette loro l’accesso a diverse professioni qualificate: servizi alberghieri, taglio e confezione, maglieria, tecniche di produzione agricola. Ci sono anche corsi di alfabetizzazione per donne che non hanno potuto frequentare la scuola.
www.kimleatechnical.org

Colegio
HUMTEC
(Comas, Lima,
Perù)

Promosso da un professore del Programma di Alta Direzione della Scuola di Direzione dell’Università di Piura e da altri imprenditori, la Scuola HUMTEC (Umanesimo e Tecnologia) incominciò le sue attività nel 1991. Mons. Álvaro del Portillo ne seguì da vicino la nascita e i primi passi. Da oltre vent’anni, la scuola offre programmi di istruzione scolastica e tecnica a bambini e a giovani della zona nord di Lima e, al contempo, dà formazione umana. Le attività si realizzano grazie alla collaborazione dei genitori e di enti privati e istituzioni internazionali. Attuamente la Scuola è frequentata da 400 alunni, distribuiti in classi che vanno dalle pre-scolari fino al quarto anno di secondaria.

Centro para el
Desarrollo Rural
Aragua
(Zambrano,
Departamento
Francisco
Morazán,
Honduras)

Nel 1987, sotto l’impulso di Mons. Álvaro del Portillo e con l’aiuto di enti nazionali e internazionali, presero l’avvio le attività di questo Centro, il cui obiettivo è la promozione umana e sociale delle famiglie contadine. Per raggiungere questo fine, il Centro organizza corsi di istruzione e formazione destinati alle donne – tra i quali: orticoltura, conserve e sottaceti, dolci tipici, ricami e panificazione – e stimola le partecipanti a scoprire il valore del loro lavoro e il ruolo che svolgono nello sviluppo della società. Aragua organizza anche équipes di assistenza sanitaria sul territorio. Nel 1988 ebbe inizio l’attività della Clinica Medica Aragua, che offre servizi di assistenza medica, vaccinazione, medicina preventiva, controlli dello stato nutrizionale ed esami di laboratorio. Annessa al Centro c’è una farmacia che dispensa a basso costo i medicinali necessari. La clinica assiste annualmente circa 4.000 persone.

Rosedale Center
(Bronx,
New York,
Stati Uniti)

Rosedale Center sorse nel 1978, grazie all’impulso e alla vicinanza di Mons. Álvaro del Portillo. Fin dagli inizi ha sempre fornito un programma di educazione extrascolastica per ragazze che vivono in una delle zone più difficili di New York. Durante l’estate svolge anche un programma giornaliero a orario continuato, con il quale si offrono attività accademiche, artistiche e sportive. Il centro è frequentato da più di 300 studentesse all’anno. Da venticinque anni tutte le studentesse che passano per Rosedale terminano il liceo e circa il 90 per cento di esse si iscrive all’università.
www.rosedaleweb.wordpress.com

Educar A. C.
(Ixtapaluca
Valle de Chalco,
Stato del Messico,
Messico)

Nel 1983 a Jaltepec, Jalisco, Mons. Álvaro del Portillo, nel corso di un incontro con un gruppo di imprenditori, commentò che a Città del Messico era necessario dare inizio a un’attività sociale di rilievo per sopperire ai bisogni della zona. Sei persone presero a cuore questa iniziativa e, nel 1991, avviarono una scuola per bambini e un’altra per bambine nella zona più povera della periferia di Città del Messico. Questa iniziativa venne chiamata Educar A. C., perché con essa si era voluto affrontare uno dei problemi più importanti del Paese: assicurare una educazione di qualità nelle zone economicamente depresse. Tanto nella scuola maschile come in quella femminile si offre istruzione scolastica a livello di pre-scolare, primaria, secondaria e preparatoria per l’ingresso all’università. Educar A. C. inoltre fornisce aiuto e preparazione tecnica a persone di ogni categoria. I corsi coinvolgono 690 genitori, 75 insegnanti e 1.600 alunni.
www.educar.org.mx

Lycée Tecnique
et Professionnel
Kimbondo
(Kinshasa,
Repubblica
Democratica
del Congo)

La storia del Liceo ebbe inizio attorno alla metà degli anni ottanta con una piccola scuola, nella quale si formavano professionalmente poco più di una decina di alunne provenienti da zone rurali. Nel 1989, Mons Álvaro del Portillo conobbe questa scuola, allora denominata Kibali: oltre a incontrarsi con le alunne, ebbe una riunione col gruppo direttivo e lo incoraggiò a sviluppare e consolidare questo lavoro. Nel 1991 si cominciarono a rilasciare i primi diplomi in servizi alberghieri e tre anni dopo Kibali ottenne il riconoscimento legale. Nel 2004, in seguito a un nuovo riconoscimento, Kibali aprì il Liceo Tecnico e Professionale Kimbondo. Sono già più di 350 le alunne che hanno potuto compiere i loro studi in questa istituzione. Nel 2006, associato a Kimbondo, è nato il Centro di Formazione di Formatori del Settore Terziario, che offre corsi di formazione al personale del mondo alberghiero, dei quali hanno beneficiato finora 410 persone.

Fundación
Los Valles
(Cali, Colombia)

Mons. Álvaro del Portillo incoraggiò un gruppo di professionisti a creare un dispensario medico e un centro di formazione nella città di Cali. Nel 1994, sorse così la Fondazione Los Valles, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita di donne capofamiglia appartenenti agli strati socioeconomici più bassi, mediante la formazione umana e spirituale e la qualificazione professionale. La Fondazione organizza corsi di arti manuali, gastronomia, panificazione, acconciature, taglio e confezione, manifattura di bambole e pupazzi, artigianato in legno e in pelle. Molte alunne, forti della loro qualificazione, hanno voluto che i loro figli ricevessero un’istruzione secondaria e superiore; altre sono riuscite ad allontanare i loro figli da bande di violenti o dal giro della droga. Alcune hanno formato una cooperativa, altre hanno aperto un loro negozio e tutte contribuiscono a incrementare le entrate familiari. Dell’attività della Fondazione beneficiano più di dieci quartieri.
www.fundacionlosvalles.org

Colegio
Eclesiástico
Internacional
Bidasoa
(Pamplona,
Spagna)

Il Collegio è un seminario internazionale diretto dalla Prelatura dell’Opus Dei. Venne eretto dalla Santa Sede nel 1988, per iniziativa e su richiesta di Mons. Álvaro del Portillo. La sua sede è a Pamplona. Gli alunni sono candidati al sacerdozio inviati dai loro Vescovi al fine di formarsi per il servizio alle loro rispettive diocesi. Nei primi 23 anni sono stati ordinati sacerdoti 512 seminaristi appartenenti a 160 diocesi di 29 Paesi. Per ora nel Collegio Bidasoa stanno compiendo i loro studi 93 seminaristi provenienti da 46 diocesi di 16 differenti Paesi, che frequentano i corsi della Facoltà di Teologia e Filosofia dell’Università di Navarra.
www.ceibidasoa.org

Centro de Apoyo
al Desarrollo
Integral
(Montevideo,
Uruguay)

Il Centro di Appoggio allo Sviluppo Integrale (CADI) fu inaugurato nel 1992, tre anni dopo che alcune giovani avevano cominciato a realizzare attività di promozione sociale in una periferia disagiata di Montevideo: un edificio con asilo d’infanzia, aule e locali per dare assistenza sociale, giuridica e medica. Le promotrici ricevettero incoraggiamenti e suggerimenti da Mons. Álvaro del Portillo. Scopo del CADI è contribuire allo sviluppo delle famiglie in situazioni di rischio mediante la crescita della donna dal punto di vista culturale, lavorativo e sociale. Pertanto, promuove attività di promozione sociale – cui partecipano 300 madri con i loro figli – e di educazione, con la partecipazione di 300 bambini. C’è anche una scuola a indirizzo tecnico con 80 alunne e un club giovanile. Inoltre vengono organizzate attività per anziane e, in collaborazione con una parrocchia vicina, si tengono corsi di preparazione alla prima Comunione, al Battesimo e alla Cresima.
Attualmente beneficiano dei programmi di CADI circa 600 famiglie e sono più di 7.000 le persone che hanno frequentato queste aule.
www.centrocadi.org

Wavecrest College
of Catering
and Hospitality
Management
(Lagos, Nigeria)

Il Wavecrest College sorse negli anni ottanta con l’obiettivo di fornire formazione professionale nell’area dei servizi alberghieri. I suoi promotori partivano dal convincimento che le professioni orientate al servizio degli altri esercitano una forte influenza sulle persone, sulle famiglie e sulla società. Wavecrest College è stata la prima istituzione della Nigeria a offrire formazione in questo ambito e ha anche ottenuto riconoscimenti ufficiali. L’ente promotore, la Women’s Board Educational Cooperation Society, ha ricevuto molti consigli da Mons. Álvaro del Portillo.
www.wavecrestcollegeofhospitality.org

Colegio Los Pinos
(Ecuador)

La Scuola Los Pinos è stata scenario dell’avvio di due iniziative che offrono a persone prive di mezzi economici l’accesso a una formazione di qualità: i corsi serali e una scuola a Tumbaco, che sin dagli inizi hanno contato sul consiglio e l’orientamento di Mons. Álvaro del Portillo. La sezione serale prese l’avvio a Quito nel 1980, offrendo la possibilità di ottenere, a metà del corso di studi, un diploma in corrispondenza commerciale, in contabilità o in promozione della salute. Nel 1997, la sede di Tumbaco iniziò a offrire la specializzazione in amministrazione di aziende di servizi, e nel 2001 ebbe termine la costruzione dell’edificio in cui oggi studiano 165 alunne. La scuola tecnica serale di Quito ha, invece, 182 alunne e 24 insegnanti: le studentesse fanno pratica in una microimpresa che funziona nella stessa scuola. Alla fine degli studi, alcune alunne si iscrivono all’università, altre trovano un posto di lavoro negli alberghi o nei ristoranti, altre ancora aprono una propria attività.
www.colegiolospinos.k12.ec

Niger Foundation
Hospital and
Diagnostic Center
(Enugu State,
Nigeria)

Nel 1989 Mons. Álvaro del Portillo, durante la sua visita in Nigeria, apprese che molte persone non ricevevano alcuna assistenza medica. Pertanto suggerì a coloro che si incontravano con lui di occuparsi di questa necessità. Un anno dopo sorse a Enugu un ospedale destinato a fornire servizi medici alle famiglie: il Niger Foundation Hospital and Diagnostic Center (NFH).
Oggi, oltre che effettuare attività ambulatoriali, diagnostiche e terapeutiche nei settori di medicina interna, chirurgia, ortopedia, pediatria, ginecologia e ostetricia, l’ospedale dedica la sua attenzione a settori meno favoriti della popolazione attraverso programmi come quello delle visite domiciliari nelle campagne – che comporta vaccinazioni, esami per diagnosticare l’ipertensione o il diabete ed educazione sanitaria – e quello di servizi clinici gratuiti nella comunità di Aguobu Iwollo. L’ospedale è anche dotato di laboratori di analisi cliniche e di attrezzature radiologiche.
www.nfh.org.ng

Colegio Meyalli
(Ixtapaluca
Valle de Chalco,
Stato del Messico,
Messico)

La fondazione della Scuola Meyalli si deve alla sollecitudine di alcuni imprenditori che, incoraggiati da Mons. Álvaro del Portillo, risposero all’urgente appello del Beato Giovanni Paolo II, lanciato da Valle de Chalco durante la sua visita nel 1990: “Non possiamo continuare a vivere e a dormire tranquilli mentre migliaia di nostri fratelli, molto vicini a noi, mancano di ciò che è indispensabile per condurre un’esistenza umana dignitosa”. Quel gruppo decise di intervenire in una delle comunità più bisognose della Valle del Messico con l’apertura di una scuola che fornisse istruzione di qualità: Meyalli cominciò a funzionare nell’ottobre 1991. Attualmente è frequentata da 7.000 alunne distribuite in quattro livelli: prescolare, scolare, secondaria e preparatoria per l’ingresso all’università. Ha anche una scuola per genitori e una scuola estiva aperta alle persone della zona. Contemporaneamente all’istruzione scolastica è possibile acquisire tecniche di metodologia dello studio e principi di igiene, assieme alla crescita nelle virtù umane e cristiane.
www.meyalli.com

Colegio Montealto
(Lima, Perù)

La Scuola Montealto venne avviata nel 1993 da un gruppo di famiglie che desideravano disporre di un centro educativo con una visione cristiana della vita, che fornisse alle loro figlie una formazione completa e personalizzata non solo nell’ambito scientifico e tecnico, ma anche in quello spirituale e umano. Mons. Álvaro del Portillo seguì nei suoi primi passi questa scuola. Dopo la sua morte, i membri del gruppo promotore – coscienti della sua fama di santità – si rivolsero all’intercessione di don Álvaro per ottenere che si iscrivesse un maggior numero di alunne: poco tempo dopo si riuscì a raggiungere un numero di studentesse sufficiente a garantire la sostenibilità dei costi dell’impresa.

􀂈􀂈􀂈

Nessuna delle iniziative di cui s’è fatta menzione in queste pagine sarebbe potuta nascere senza il sostegno della generosità di numerose persone di provenienza, religione, razza e situazioni economiche diverse. Anche oggi, esse continuano a mantenersi grazie ad aiuti di fondazioni, organizzazioni non governative e private che pongono la loro fiducia nelle istituzioni con le quali cooperano. Chi desidera approfondire la conoscenza di queste iniziative o offrire un donativo può visitare la pagina web di ciascuna istituzione o chiedere l’indirizzo di una persona da contattare all’Ufficio Informazioni dell’Opus Dei del Paese corrispondente (http://opusdei.org).

Romana, Nº 57, Luglio-Dicembre 2013, p. 301-302.