envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Clinica Universitaria di Navarra: 50 anni di servizio

Il 16-XII-2011, nel Baluarte di Pamplona, la Clinica Universitaria di Navarra (CUN) ha festeggiato i suoi 50 anni di attività con un gala-concerto di beneficenza. Il ricavato è stato destinato al Patronato “Bambini contro il cancro”, che in Spagna finanzia la ricerca in oncologia pediatrica e aiuta le famiglie prive di mezzi di tutto il mondo a pagare le terapie prescritte dalla Clinica.
Nella Clinica, durante questi 50 anni, sono state compiute più di 600.000 visite ambulatoriali. Ogni anno 70.000 pazienti sono assistiti in uno dei suoi 35 reparti specialistici e si fanno 11.500 interventi chirurgici. La CUN può contare su 300 letti e il suo organico è composto da 2.000 professionisti.
Il paziente e la sua dignità sono il centro di tutta l’attività medica della Clinica Universitaria di Navarra. Valori come la professionalità e l’umanità sono impregnati dagli ideali cristiani cui la CUN si ispira.

I medici godono di una formazione esigente e in continuo aggiornamento, e sono anche docenti nella Università di Navarra. Nell’esercizio del loro lavoro si avvalgono di tecnologie avanzate come la PET, il robot Da Vinci, ecc. Le infermiere e il personale di servizio raggiungono la cifra di 900 unità, e questo dimostra fino a che punto il benessere del paziente fa parte del trattamento. Si assistono sia i pazienti della rete sanitaria pubblica che i privati; in molti casi, questi ultimi sono presentati da una compagnia di assicurazione.

La Facoltà di Medicina, il CIMA (Centro di Ricerca Medica Applicata) e la Clinica permettono l’integrazione di docenza, ricerca e assistenza. “Si ricerca dai pazienti e per i pazienti; si insegna sui pazienti e intorno ai pazienti”, spiega Nicolás García, direttore sanitario del Centro. Il lavoro di ricerca si concentra specialmente in quattro aree: terapie con cellule madri, medicina personalizzata, medicina preventiva e bio-ingegneria.

In occasione di questo anniversario, la clinica ha aperto una pagina web dove, fra l’altro, si trova il video con l’omelia del Prelato del 29 aprile inserita in questo numero.

Romana, Nº 54, Gennaio-Giugno 2012, p. 134-135.