envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Messa nella “Capanna di San Raffaele”, a ricordo del passaggio dei Pirenei durante la guerra civile spagnola

San Josemaría celebrò la Santa Messa sui Pirenei Catalani nel novembre del 1937, mentre tentava di fuggire dalla persecuzione religiosa che era in atto durante la guerra civile spagnola. Si nascose nel bosco di Rialp, nei pressi di Pallerols. Da allora nessuno aveva celebrato la Messa in questo luogo singolare. In tal senso, la Messa celebrata nella “Capanna di San Raffaele” il 19 agosto ha un valore storico.

Hanno assistito alla cerimonia vari gruppi di persone provenienti da Italia, Australia, Ungheria, Irlanda e da molte province della Spagna. Alcuni hanno visitato anche la chiesa e il rettorato di Pallerols, oltre la cosiddetta Casa del Corb, cioè i siti di maggior rilievo del passaggio di San Josemaría attraverso i Pirenei.
“Capanna di San Raffaele” è il nome che il Fondatore dell’Opus Dei e i sette giovani che lo accompagnavano diedero al luogo in cui vissero dal 22 al 27 novembre 1937. Ciò avvenne durante una sosta della spedizione che poi, pochi giorni dopo, il 2 dicembre, avrebbe raggiunto Andorra. Si trattava di una capanna, fatta di tronchi, con il pavimento ricavato nella nuda terra. La copertura era di rami di pino. La capanna era riparata da un declivio che la nascondeva. La notizia della sua recente ricostruzione, grazie al generoso impegno di un gruppo di giovani volontari, ha incoraggiato molta gente a visitarla.

Romana, Nº 49, Luglio-Dicembre 2009, p. 327.