envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Cerimonie commemorative del 50° anniversario della Prelatura di Yauyos-Cañete (Perù)

La Prelatura di Yauyos, Cañete e Huarochirí, la cui attività pastorale è affidata ai sacerdoti dell’Opus Dei, fu eretta da Pio XII nel 1957, cinquant’anni fa.

Le celebrazioni delle Nozze d’Oro hanno coinvolto varie città. Sono cominciate fra le montagne, nel territorio originario della Prelatura (solo più tardi i confini furono estesi alla regione di Cañete). Ad Alis, a tremilaquattrocento metri di altezza, una variopinta comitiva aspettava il Vescovo, S.E.R. Mons. Ricardo García, che è arrivato insieme a diversi sacerdoti. Dopo la cerimonia religiosa vi sono stati i discorsi delle autorità e poi danze e canti. Anche nella zona mineraria di Yauricocha, a quattromilaseicento metri sul livello del mare (la chiesa più alta della Prelatura), è stata celebrata una Santa Messa. I minatori hanno partecipato con devozione e con canti.

Nella città di Yauyos, l’antica sede del Prelato, il fragore dei fuochi d’artificio ha dato il benvenuto alla comitiva episcopale. Accompagnavano il Vescovo alcuni sacerdoti che in passato avevano lavorato fra le montagne e che poi si erano trasferiti nei luoghi di origine: sono ritornati per pochi giorni proprio per partecipare alle celebrazioni e condividere l’emozione di tutti quelli che hanno sparso il seme del Vangelo in queste terre delle Ande. La gratitudine della popolazione si estendeva anche all’opera di promozione sociale ed educativa compiuta da questi sacerdoti in una della province meno favorite del Paese.

Il Vescovo Prelato si è diretto in chiesa attraverso le stesse vie che cinquant’anni prima, il 2 ottobre 1957, avevano percorso monsignor Ignacio Orbegozo e i cinque primi sacerdoti che erano arrivati nella Prelatura di Yauyos. Nella Santa Messa di ringraziamento è stato amministrato il Sacramento della Cresima a cento giovani.

Il Presidente della Provincia ha voluto rendere omaggio ai sacerdoti: vi sono stati discorsi, poesie e danze, culminati nei giochi pirotecnici.

La mattina del 2 ottobre, nella Piazza d’Armi di San Vicente de Cañete, attuale sede del Prelato, c’è stata una nuova festa in onore dei cinque primi sacerdoti che fecero corona a don Ignacio nella Prelatura. Di essi mancavano Mons. Enrique Pélach, vescovo emerito di Abancay, deceduto lo scorso 19 luglio, e il P. Alfonso. Sono state issate le bandiere del Perù, dello Stato Vaticano e della Provincia di Cañete; poi si è data lettura dei riconoscimenti della Municipalità.

La celebrazione principale ha avuto luogo nel pomeriggio con una Messa di ringraziamento nel Santuario della Madonna del Bell’Amore, che ha, come pala d’altare, una scultura della Madonna donata da san Josemaría. Numerosissimi i fedeli presenti, venuti per manifestare la loro gratitudine ai sacerdoti dell’Opus Dei per il lavoro compiuto in questi cinquant’anni.

Romana, Nº 45, Luglio-Dicembre 2007, p. 312-313.

Invia ad un amicoInvia ad un amico