envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

La parrocchia di San Josemaría a Valencia (Spagna)

L’arcivescovo di Valencia, Mons. Augustín García-Gasco, lo scorso 10 gennaio ha visitato i lavori per la nuova parrocchia di San Josemaría Escrivá nel quartiere di Campanar.

La chiesa parrocchiale, che sarà dotata di ascensori e rampe di accesso per le persone disabili, dispone di una torre campanaria di 28 metri di altezza.

Oltre allo spazio principale, ha una cappella per il culto giornaliero con una capacità di 150 persone, con un accesso indipendente pur essendo anche collegata alla navata centrale.

La navata centrale, a pianta quadrata e con una capacità di 400 persone sedute, sarà dotata di otto confessionali. Il tempio è presieduto da una pala d’altare sui misteri luminosi del Rosario ed è completato da cinque quadri, uno dei quali, quello centrale, alto sei metri e mezzo, è dedicato all’Eucaristia e al santo titolare. La chiesa avrà anche una cappella laterale dedicata alla Madonna degli Abbandonati e una immagine della Madonna del Rosario.

Fra le altre iniziative in campo sociale, la parrocchia offrirà attività di formazione, pro-grammi di aiuti economici e servizi di assistenza a immigrati e a famiglie disagiate. Potrà contare su una sezione parrocchiale della Caritas, su gruppi giovanili e su una rete di volontari.

Romana, Nº 44, Gennaio-Giugno 2007, p. 146.