envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Bogotà (Colombia) II Congresso Internazionale della Famiglia

L’Istituto della Famiglia dell’Università La Sabana ha indetto nei giorni 28 e 29 agosto il II Congresso Internazionale della Famiglia.

Vi hanno preso parte più di 1.500 persone. Oltre ai partecipanti venuti dai quattro punti cardinali del Paese, sono intervenute persone provenienti da Germania, Cile, Costarica, Ecuador, Spagna, Stati Uniti, Messico, Panama, Perù e Venezuela, per riflettere sulla famiglia. Il titolo scelto per il Congresso Internazionale è stato “Dall’affettività al cuore: un cammino all’interno della persona”.

Lo psichiatra Enrique Rojas, docente universitario, Tomás Melendo, professore ordinario di filosofia, e Jutta Burggraf, filosofa e teologa tedesca, sono stati alcuni dei conferenzieri. La professoressa Burggraf ha dissertato sul perdono: per il pubblico colombiano le sue parole, il cui contesto naturale era l’amore umano, rappresentavano anche una proposta per uscire dalla situazione di violenza che il Paese sta attraversando. Sono stati due giorni di riflessione, di dibattito e di proposte intorno al tema dell’educazione del cuore dell’uomo agli albori del XXI secolo, attraverso la famiglia e in una società nella quale lo sviluppo umano e quello tecnologico non sempre crescono e interagiscono armonicamente.

Il Sindaco di Bogotà, Antanas Mockus, e il Procuratore Generale, Edgardo Maya, fra gli altri, sono intervenuti in rappresentanza delle autorità dello Stato. Maya, nell’inaugurare ufficialmente il Congresso, ha manifestato il desiderio “che ciò che verrà detto qui arrivi ai 40 milioni di colombiani. Questa è la sfida”.

Romana, Nº 37, Luglio-Dicembre 2003, p. 270.