envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Ashiya (Giappone) Rivitalizzare la famiglia e i costumi

Col motto “Rivitalizzare la famiglia e i costumi” ha avuto luogo nel Seido Cultural Center di Ashiya, in Giappone, una serie di conferenze su temi di attualità, nelle quali si è cercato di mettere in rilievo l’importanza delle virtù umane e di un comportamento conforme alla morale come fondamento imprescindibile per la costruzione di una società nella quale regnino la giustizia e la pace.

Il dott. Ichiro Mukoyama, autore di una tesi in bioetica nell’Università di Navarra, ha svolto il tema “Luci e ombre della bioetica moderna”. Ha insistito sulla necessità di alcune norme etiche che proteggano la vita, affinché la scienza biomedica possa essere sempre a servizio dell’uomo.

José Vicente de los Mozos, dirigente di una società automobilistica, ha sottolineato l’importanza delle virtù umane nella vita professionale: “Il lavoro è un mezzo e non un fine per lo sviluppo integrale della persona”. Quando gli è stato chiesto qual è il fatto che ha più influito nella sua vita, ha risposto che è stato l’essersi sposato per formare una famiglia: “Prima, ogni volta che dovevo prendere una decisione pensavo solo a me, mentre da quando mi sono sposato penso sempre a “noi”, cioè a mia moglie e ai miei quattro figli”.

Il dott. Kunio Hirata, consigliere di un’associazione benefica, ha dissertato intorno al problema dell’educazione all’affettività in Giappone e ha dato appuntamento ai presenti per la costruzione di una nuova e simbolica “Arca di Noè”, che aiuti il maggior numero possibile di persone a uscire dalla crisi nella quale si trovano. Infine, lo scorso 3 novembre, festa della Cultura, lo storico e giornalista Gregorio González Roldán ha messo in evidenza l’importanza delle virtù umane nello sport, sia per chi lo pratica che per i tifosi: se lo sport dev’essere un mezzo di intesa e di cooperazione tra persone di differenti culture e ambienti sociali, se lo sportivo dev’essere un modello e uno stimolo per la gioventù, “coltivare le virtù – ha affermato l’oratore – è assolutamente indispensabile”.

Romana, Nº 37, Luglio-Dicembre 2003, p. 269.