envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Una mostra d’arte contemporanea si ispira a san Josemaría

Agustín Redondela, Venancio Blanco, Fernando Pagola, Ernest Peshkov e Reinhardt Fritz sono solo alcuni dei sessantacinque artisti di quattordici Paesi che hanno esposto le proprie opere nella mostra “Lavoro, mondo e creatività”. Si sono ispirati al pensiero di san Josemaría Escrivá, il cui centenario ha motivato la realizzazione della mostra, organizzata dalla Fondazione Mainel nel Museo della Città di Madrid.

Joaquín Sapena, presidente della Fondazione Mainel, ha spiegato che la celebrazione del centenario è stata un’occasione per invitare artisti di tutto il mondo a intavolare “un dialogo, ciascuno a partire dalla propria estetica e tecnica, con alcune delle idee che alimentano il messaggio di questo spagnolo universale”.

Di san Josemaría ha sottolineato “lo sguardo pieno di amore verso tutto il creato, il modo di fare aperto e ricettivo, saper guardare e stimare qualsiasi manifestazione della creatività umana”.

Al termine della mostra, gli artisti potranno donare le proprie opere per ricavare fondi da mettere a disposizione della ONG Mainel, che opera in progetti di sviluppo in Nicaragua e in Salvador.

La Mainel è una fondazione culturale e benefico-assistenziale, eretta nel 1990, che promuove l’arte e la cultura, soprattutto tra i giovani, e iniziative di interesse sociale e di cooperazione allo sviluppo.

Romana, Nº 35, Luglio-Dicembre 2002, p. 348.