envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Congresso sul primo Gran Cancelliere dell’Università di Piura

Dal 7 al 9 novembre, in occasione del centenario della nascita di san Josemaría Escrivá, che ne fu Gran Cancelliere, si è svolto nell’Università di Piura il Congresso Universitario “La formazione ai valori, dalla famiglia all’università”. Il Congresso è stato patrocinato dal Consiglio Regionale Interuniversitario Settentrionale, dall’Assemblea Nazionale dei Rettori e dall’Associazione di Università del Sud dell’Ecuador e del Nord del Perù. La sua finalità è stata quella di studiare l’effettivo contributo del messaggio di san Josemaría alla formazione dei valori e nello stesso tempo di studiare come collaborare per dare possibili soluzioni alla crisi di valori che viviamo oggi.

I valori, il loro rapporto con la vita e con le virtù, sono stati i temi trattati sia nelle conferenze, sia nelle sessioni di studio. La famiglia è stata studiata come culla di valori e sono state prese in esame le differenti virtù umane della vita familiare e, in modo particolare, la libertà e l’amicizia come origine e fine dello sviluppo della personalità umana.

Le varie sessioni si sono tenute nel giardino principale dell’Università di Piura, sul set televisivo dell’Università, nell’Auditorium della scuola Nostra Signora di Lourdes e nell’aula magna del Club Grau.

Le tre conferenze del giorno 7 sono state tenute rispettivamente da Rafael Alvira, direttore dell’Istituto Empresa y Humanismo dell’Università di Navarra, sul tema “Unità di vita e coerenza cristiana”, da Genera Castillo, docente della Facoltà di Scienze Umane dell’Università di Piura, su “Valori e virtù nella vita umana”, e da Liliana Mayo, direttrice e fondatrice del Centro Ann Sullivan del Perù, su “Solidarietà e sviluppo umano”. Contemporaneamente, si sono svolte le sessioni di studio su “I valori nella vita universitaria”, “Mezzi di comunicazione e valori” e “I valori della civiltà”.

Il giorno seguente, venerdì 8, sono state tenute le conferenze “Libertà e responsabilità” di Antonio Fontán, presidente ed editore, in Spagna, della Nuova Rivista di Politica, Cultura e Arte, “La famiglia: scuola di virtù”, di Ana María Araujo, ordinario nella Università de la Sabana, in Colombia, e “Il valore primordiale dell’amicizia”, di Pablo Ferreiro, prorettore dell’Università di Piura. I panels sono stati dedicati ai temi “I valori nella vita universitaria”, “Mezzi di comunicazione e valori” e “I valori della cittadinanza”.

Al termine del pomeriggio c’è stata una Messa di ringraziamento per la canonizzazione di san Josemaría, presieduta dal Cardinale Juan Luis Cipriani Thorne, Arcivescovo di Lima e Primate del Perù, col quale hanno concelebrato l’Arcivescovo di Piura, Oscar Cantuarias Pastor, il Vicario Regionale dell’Opus Dei in Perù, José Luis López-Jurado, e una decina di sacerdoti. Hanno assistito alla Messa oltre mille persone.

L’ultimo giorno del Congresso, Pablo Pérez, decano della Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università di Piura, ha tenuto una conferenza su “L’amore per la verità”; José Agustín de la Puente, presidente dell’Accademia Nazionale di Storia del Perú, ha tenuto una conferenza su “Virtù e valori civici” e José María Sesé, decano della Facoltà di Scienze Umane dell’Università di Piura, ha parlato sul tema “Un mondo più umano”.

Romana, Nº 35, Luglio-Dicembre 2002, p. 349-350.