envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Viaggi pastorali

Nei primi giorni di luglio il Prelato dell’Opus Dei, accompagnato da Mons. Fernando Ocáriz, Vicario Generale della Prelatura, ha fatto visita ai santuari mariani di Lourdes e di Torreciudad. Le poche ore trascorse in entrambi i luoghi sono state d’intensa preghiera. Come in altre occasioni, Mons. Javier Echevarría ha rivolto alcune parole di ringraziamento a coloro che vivono e svolgono il proprio lavoro professionale nel santuario di Torreciudad.

Alcuni giorni dopo, il 24 luglio, si è recato a Einsiedeln, Svizzera, per pregare davanti all’immagine della Madonna che lì si venera. Nel pomeriggio dello stesso giorno, durante un incontro con fedeli della Prelatura a Zurigo, ha detto che era andato a pregare a Einsiedeln “seguendo le orme del Beato Josemaría, che si recò là molte volte e pregò molto, molto, molto”.

o o o

Alla fine di agosto Mons. Javier Echevarría è stato di nuovo in Spagna per conferire l’ordinazione sacerdotale a due gruppi di fedeli della Prelatura.

È arrivato a Pamplona lunedì 26. In quello stesso giorno si è recato nella cappella mortuaria della Clinica Universitaria per pregare davanti al corpo di Rosario Orbegozo, una delle prime donne dell’Opera, deceduta quel giorno, e il giorno 27 ha assistito al funerale celebrato dal Vicario della Delegazione di Pamplona. Nel pomeriggio ha incontrato diverse centinaia di persone nel Colegio Mayor Belagua.

Il giorno 29 si è svolta la cerimonia di ordinazione nella parrocchia di San Michele. Successivamente, Mons. Javier Echevarría è andato a Torreciudad, dov’è rimasto fino al 2 settembre.

Durante la sua permanenza a Torreciudad, ha dedicato buona parte del suo tempo ai futuri sacerdoti e ha avuto diversi incontri con fedeli, cooperatori, amici e ragazzi che partecipano al lavoro che l’Opus Dei svolge con la gioventù; ha ricevuto varie famiglie, tra cui due che celebravano le nozze d’oro; si è riunito in vari momenti con le persone che lavorano nel santuario; e il giorno 30 ha celebrato la Santa Messa nel Centro Culturale Entrearcos, a Barbastro, costruito sul terreno in cui si trovava la casa natale del Fondatore dell’Opus Dei.

Il giorno 31, il sindaco di Barbastro e il presidente dell’Amministrazione Provinciale di Huesca hanno organizzato, in onore del Prelato, un ricevimento che si è svolto nella stessa sala del Municipio in cui, il 25 maggio 1975, fu conferita la medaglia d’oro della città a san Josemaría. Al tavolo di presidenza, assieme ai consiglieri comunali, erano presenti anche il Vescovo di Barbastro-Monzón, il Rettore dell’Università di Saragozza e il Vicario Generale della Prelatura.

Durante quelle giornate, Mons. Javier Echevarría ha partecipato anche ad alcune cerimonie del santuario, come le Esposizioni eucaristiche celebrate venerdì, sabato e domenica. L’1 settembre ha avuto luogo l’ordinazione di 37 sacerdoti della Prelatura.

I giorni 2 e 3 il Prelato dell’Opus Dei li ha passati a Barcellona. Il pomeriggio del giorno del suo arrivo si è recato a pregare davanti all’immagine della Madonna della Mercede.

Martedì 3 settembre ha fatto visita alla scuola media Pineda, opera corporativa dell’Opus Dei. Ha salutato le professoresse e il personale non docente della scuola. Più tardi si è recato alla scuola Xaloc, altra opera corporativa della Prelatura, situata a L’Hospitalet, dove ha effettuato una visita analoga alla precedente.

Prima di ripartire per Roma, ha fatto visita ad alcuni fedeli della Prelatura, ricoverati in vari ospedali della città.

o o o

Dal 15 al 17 novembre Mons. Javier Echevarría si è recato a Granada, invitato dall’Arcivescovo della città, Mons. Antonio Cañizares, per inaugurare una cappella dedicata a san Josemaría Escrivá nella parrocchia di Sant’Ildefonso e per partecipare a una concelebrazione eucaristica di ringraziamento per la canonizzazione di san Josemaría.

Sabato 16 novembre, l’Arcivescovo di Granada e il Prelato dell’Opus Dei hanno benedetto la cappella dedicata a san Josemaría, nel corso di una cerimonia a cui hanno presenziato molti fedeli della parrocchia. Nella nuova cappella c’è un dipinto a olio di grandi dimensioni, opera del pittore Armando Pareja, che rappresenta il santo in preghiera davanti alla Madonna Addolorata, in ricordo della prima visita fatta da san Josemaría alla patrona di Granada, nell’aprile del 1945.

Lo stesso giorno alle 20.00, nella Cattedrale di Granada si è svolta la concelebrazione eucaristica di ringraziamento per la canonizzazione di san Josemaría. Ha presieduto la cerimonia l’Arcivescovo di Granada e il Prelato dell’Opus Dei ha tenuto l’omelia.

In quei giorni Mons. Javier Echevarría ha avuto modo di incontrare numerosi fedeli della Prelatura che vivono a Granada, Málaga, Jaén e Almería. In tali incontri ha manifestato la propria gioia per la recente canonizzazione del Fondatore dell’Opus Dei: ha indicato che essa è un punto di partenza per una nuova conversione e ha sollecitato tutti a dimostrare la propria gratitudine a Dio con un rinnovato zelo apostolico.

Romana, Nº 35, Luglio-Dicembre 2002, p. 302-303.