envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Pubblicazione del libro 'Un mondo di miracoli'

Il Postulatore della Causa di Josemaría Escrivá, Mons. Flavio Capucci, è l’autore di Un mondo di miracoli, un libro che raccoglie i racconti di 18 guarigioni straordinarie attribuite all’intercessione del Beato Josemaría. È stato pubblicato anche in Costarica, Spagna, Francia, Messico, Polonia, Portogallo e Spagna.

Tutte le guarigioni riportate sono state dichiarate scientificamente inspiegabili dai medici, e due di esse sono state approvate ufficialmente come miracoli, dopo il relativo processo canonico.

Il libro comincia con la storia di Suor Concepción Boullón, carmelitana della Carità, che un giorno del 1976 guarì di un tumore che scomparve in modo istantaneo, completo e permanente. L’autore spiega essersi trattato di “una guarigione di particolare importanza perché, dopo uno studio particolareggiato e rigoroso, la Congregazione delle cause dei santi ne riconobbe il carattere miracoloso e in tal modo aprì la strada per la beatificazione del fondatore dell’Opus Dei”.

Le testimonianze raccolte su Un mondo di miracoli dimostrano ancora una volta la varietà di persone che invocano l’intercessione del Beato Josemaría e ottengono favori da Dio: un ragazzo di dieci anni recupera la vista totalmente e rapidamente; una religiosa guarisce istantaneamente da una sordità irreversibile; una donna sterile concepisce in modo naturale e dà alla luce un figlio; un a n ziano di 87 anni subisce un arresto cardiocircolatorio con risentimenti cerebrali, ma quando i sintomi clinici danno per certa la morte, dopo undici ore si risveglia dal coma e recupera la lucidità mentale...

L’ultima delle guarigioni recensite in questo volume è quella del dottor Manuel Nevado Rey, che, riconosciuta ufficialmente come miracolosa con Decreto del Romano Pontefice, ha consentito la canonizzazione del Beato Josemaría.

Mons. Capucci offre una breve sintesi di ogni guarigione. “Si tratta di un riassunto esatto a n che se – volutamente – non di tipo tecnico, per renderlo comprensibile a qualsiasi lettore. Per evidenti ragioni di rispetto dell’intimità delle persone i nomi dei protagonisti sono stati cambiati, come è abituale fare nelle informazioni su casi clinici pubblicati dalle riviste specializzate. Si è fatta eccezione per i racconti di alcune guarigioni che sono già di dominio pubblico”.

Romana, Nº 34, Gennaio-Giugno 2002, p. 113-114.