envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Nairobi, Kenia. Il 25 anniversario di Kianda School

Il 9 gennaio 2002 ha avuto luogo nel Kianda School un simposio organizzato da alcuni genitori per ricordare il 25 anniversario della istituzione, che coincide con il centenario della nascita del Beato Josemaría Escrivá. Erano presenti 550 persone.

Ha aperto il simposio Joan Odera, una ex alunna recentemente nominata Direttrice della scuola. Poi Olga Marlin ha parlato su “Le radici di Kianda”, facendo una breve storia della scuola e illustrandola con diapositive. Assieme a lei, altre otto giovani erano state inviate dal Beato Josemaría, nel 1960, per iniziare il lavoro dell’Opus Dei con le donne del Kenia. Avviarono Kianda, una scuola di Segretariato, nel gennaio del 1961: la prima scuola multirazziale del suo genere in Kenia, dove stettero insieme per la prima volta studentesse africane, europee e asiatiche, a dimostrazione della verità di una frase del Beato Josemaría: “Sulla terra non c’è che una razza: quella dei figli di Dio” (È Gesù che passa, n. 13).

In seguito è intervenuta Eva Beauttah, una delle prime alunne di Kianda College. Dopo alcuni anni anche le sue tre figlie hanno studiato al Kianda School, e ora è la volta di una nipotina. Ai genitori di oggi ha spiegato che le prime alunne avevano molto apprezzato il livello umano e spirituale ricevuto nella Scuola, tanto da chiedere che Kianda School aprisse le porte alle loro figlie.

Olga Marlin ha concluso la propria conferenza incoraggiando i presenti a portare avanti Kianda “in modo che tra 25 anni siate voi a raccontare la storia di tanti sogni che sono divenuti realtà”.

Molti genitori hanno fatto una serie di interventi su temi legati alla famiglia e all’educazione dei figli. Mary Kibera, direttrice dell’Istituto per lo Sviluppo della Famiglia, ha concluso il simposio sottolineando la necessità di creare nuovi ambiti in cui le famiglie possano scambiare esperienze e ottenere adesioni ai valori da essi condivisi in altri ambiti sempre più ampi.

Romana, Nº 34, Gennaio-Giugno 2002, p. 143-144.