envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Roma 12-IX-2001 Lettera al Vicario Regionale degli Stati Uniti dell’America del Nord in occasione degli attentati terroristici dell’11-IX-2001

Carissimo Arne: Gesù protegga le mie figlie e i miei figli degli Stati Uniti!

Abbiamo ricevuto il vostro fax quando stavamo pregando per gli Stati Uniti ed ero sul punto di scrivervi, per dirvi che mi unisco con tutta l’anima al vostro dolore. Potete essere certi che sono molti coloro che raccomandano in questi momenti il vostro carissimo Paese, pregando il Signore in modo particolare per le vittime e per coloro che ne stanno soffrendo in modo più forte le conseguenze, come i loro parenti più prossimi. Non ho il minimo dubbio che Dio ascolta queste orazioni. È un momento molto opportuno per rafforzare, da una parte, la Comunione dei Santi – bisogna stare molto vicini a quelli che soffrono – e, dall’altra, per curare il compimento del dovere, facendo in modo che sia un servizio agli altri. Quanto vorrei trovarmi li presente, e aiutare tutti!

Unitevi alla mia preghiera a Santa Maria, Regina Pacis, perché ci ottenga dal Cielo la vera pace, quella che nasce quando la grazia divina entra a fondo nell’anima. Così potremo far scoprire a tante e a tanti – anche in queste dolorose circostanze – l’unica felicità di essere figli di Dio.

Con tutto l’affetto, vi invio la benedizione del Beato Josemaría e di don Alvaro

+ Javier Echevarría

Romana, Nº 33, Luglio-Dicembre 2001, p. 187.