envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Alcune attività della Pontificia Università della Santa Croce

Dopo la pausa dell’anno accademico 1999-2000, dovuta alla programmazione straordinaria del grande Anno Giubilare, sono stati tenuti i tradizionali congressi annuali delle quattro Facoltà che compongono attualmente la Pontificia Università della Santa Croce.

Nei giorni 1 e 2 di marzo si sono svolte giornate della Facoltà di Filosofia sul tema Dio e la natura.

I diversi relatori hanno offerto le proprie riflessioni sull’apertura delle scienze naturali a Dio, in un’epoca nella quale la cosmologia, la fisica e la biologia hanno fatto importanti progressi nella conoscenza del mondo fisico. L’obiettivo era di studiare il rapporto fra la natura e Dio, guardando con attenzione i nuovi scenari scientifici, in un mondo che sta superando il chiuso atteggiamento positivista. La conoscenza di Dio e della natura ha bisogno del dialogo interdisciplinare, a cui scienziati, filosofi e teologi partecipano con contributi specifici.

Da parte sua, la Facoltà di Teologia ha organizzato il suo 6º Simposio internazionale, avente per tema Il Concilio di Calcedonia 1550 anni dopo, nei giorni 8 e 9 marzo.

Il tema intendeva essere una celebrazione di Cristo, luce perenne del cammino storico dell’uomo. Come ha insegnato Giovanni Paolo II nella Lettera Novo millennio ineunte: “Il Verbo e la carne, la gloria divina e la sua tenda tra gli uomini! È nell’unione intima e indissociabile di queste due polarità che sta l’identità di Cristo, secondo la formulazione classica del Concilio di Calcedonia: «una persona in due nature» (...). Siamo consapevoli della limitatezza dei nostri concetti e delle nostre parole. La formula, pur sempre umana, è tuttavia attentamente calibrata nel suo contenuto dottrinale e ci consente di affacciarci, in qualche modo, sull’abisso del mistero. Sì, Gesù è vero Dio e vero uomo!” (n. 21).

Il 22 marzo si è svolto un seminario di studio sulla Legge Fondamentale dello Stato della Città del Vaticano. Organizzata dalla Facoltà di Diritto Canonico, la giornata di studio è stata presieduta dal prof. Cesare Mirabelli, dell’Università di Roma Tor Vergata, e presentata dal Rev. prof. Juan Ignacio Arrieta, della Pontificia Università della Santa Croce. Si è parlato delle motivazioni della revisione della Legge Fondamentale e della relazione che intercorre tra essa e la potestà legislativa ed esecutiva. Inoltre, è stata fatta un’esposizione dell’attività giudiziale nello Stato della Città del Vaticano.

Pure in marzo e organizzato dalla stessa Facoltà, ha avuto luogo un simposio su Volontariato sociale e missione della Chiesa, nel quale sono stati trattati i rapporti di giustizia che il volontariato instaura all’interno della comunione ecclesiale e degli ordinamenti giuridici nazionali e internazionali. In questo modo la Facoltà ha voluto contribuire al dibattito internazionale, dato che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 2001 “Anno Internazionale del Volontariato”.

Da parte sua, la Facoltà di Comunicazione Istituzionale ha organizzato nei giorni 26 e 27 aprile un congresso col titolo Comunicazione di qualità tra la Chiesa e i media. Circa 170 partecipanti di 36 nazionalità si sono riuniti per studiare il modo di portare il messaggio cristiano a tutto il mondo attraverso i mezzi di comunicazione usati con professionalità e rispetto della sensibilità di coloro che ricevono i messaggi.

Romana, Nº 32, Gennaio-Giugno 2001, p. 88-89.