envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Viaggi pastorali

Gerusalemme

Nel mese di gennaio del 2001, il Prelato dell’Opus Dei ha fatto un viaggio in Terra Santa per incontrarsi con i fedeli della Prelatura e con le persone che partecipano alle attività e ai mezzi di formazione spirituale che la Prelatura offre. Lo scopo principale era quello di manifestare loro personalmente la preghiera e la vicinanza degli altri fedeli, cooperatori e amici, negli attuali difficili momenti. In modo speciale ha voluto trasmettere la benedizione e l’incitamento del Santo Padre, che segue molto da vicino gli avvenimenti di quella regione.

Mons. Echevarría ha avuto vari incontri a Gerusalemme e a Nazaret, nei quali ha incoraggiato i presenti a continuare una semina generosa e lieta, fondata sulla preghiera, trasmettendo comprensione e pace alle persone vicine, gioia in mezzo alle difficoltà, perdonando e sapendo aiutare coloro che ne hanno più bisogno, anche quando ciò comporta un sacrificio personale.

Seguendo i suggerimenti del Patriarca di Gerusalemme nei suoi messaggi ai fedeli in questi mesi e del Prelato in questi incontri, alcune fedeli della Prelatura e altre persone che partecipano alle attività del Birantà Study Center si sono impegnate in un’iniziativa per raccogliere alimenti e beni di prima necessità e distribuirli alle famiglie più colpite. Persone dei più diversi ambienti hanno risposto generosamente. È stata chiesta collaborazione a imprese di altri Paesi, che hanno inviato aiuti economici per alleviare la situazione di penuria in cui versano tante famiglie di Betlemme e dei dintorni.

o o o

Stati Uniti e Messico

Durante il viaggio fatto in marzo a Denver per partecipare alla cerimonia di consacrazione episcopale di Mons. José H. Gómez, Mons. Javier Echevarría ha avuto la possibilità di riunirsi con un buon gruppo di persone che frequentano i mezzi di formazione cristiana che impartiscono i fedeli della Prelatura. Le ha spinte a vivere con generosità i loro impegni cristiani e ad essere di appoggio alla Chiesa, con il loro lavoro fatto per amore.

Da Denver si è recato in Messico, dove ha presieduto alcune giornate di lavoro con Vicari regionali e direttori, sacerdoti e laici, di varie circoscrizioni della Prelatura in America. Mons. Echevarría ha anche trasmesso ai presenti le parole del Santo Padre nell’udienza concessa ai partecipanti alle giornate di studio sulla Novo millennio ineunte e ha incoraggiato tutti a dare il via a molte iniziative, secondo gli insegnamenti della Lettera apostolica.

Nei giorni 3 e 4 aprile ha avuto varie riunioni con fedeli della Prelatura dell’Opus Dei. Ha ricordato loro il soggiorno messicano del Beato Josemaría, che nel 1970 si era recato a pregare davanti alla Vergine di Guadalupe, per affidarle la cura della Chiesa, dell’Opus Dei, dei suoi fedeli e dei suoi apostolati. Li ha esortati ad essere generosi nella loro dedizione a Dio e agli altri, apostolici e devoti. Mons. Javier Echevarría ha avuto l’opportunità di andare al Santuario di Guadalupe a pregare davanti alla patrona del Messico.

Il giorno 6 aprile, di ritorno dall’America, Mons. Echevarría si è fermato in Spagna per conferire l’ordinazione diaconale a 24 fedeli della Prelatura nella Chiesa parrocchiale di Nostra Signora degli Angeli, a Madrid. Furono le campane di questa chiesa che il Beato Josemaría udì suonare a festa il 2 ottobre 1928, quando Dio gli fece vedere l’Opus Dei mentre stava facendo alcuni giorni di ritiro spirituale.

o o o

Pamplona (Spagna)

Dal 27 giugno al 2 luglio, il Prelato dell’Opus Dei, S.E.R. Mons. Javier Echevarría, ha fatto un viaggio a Pamplona, durante il quale ha potuto vedere i fedeli della Prelatura e visitare vari ammalati nella Clinica Universitaria.

Sabato 30, alle 19.30, il Prelato ha benedetto una statua del Fondatore, collocata nel cortile dell’edificio centrale dell’Università. Molte persone hanno assistito all’atto, alcune nel cortile stesso, altre dai piani superiori dell’edificio.

Prima di questa cerimonia, Mons. Javier Echevarría ha avuto un incontro di lavoro con i componenti delle Giunte Direttive delle Facoltà ecclesiastiche e con i Direttori dei vari Dipartimenti. Ha poi rivolto un indirizzo di saluto al plenum della Giunta di Governo, incoraggiando ciascuno dei presenti a svolgere un lavoro in sintonia con lo spirito del Beato Josemaría e pertanto in piena fedeltà al Magistero della Chiesa.

Domenica 1 luglio, nella grande palestra dell’Università, il Prelato ha tenuto due incontri con i fedeli della Prelatura della Delegazione di Pamplona, ai quali hanno partecipato circa 4.000 persone. In questi incontri si è riferito varie volte alle parole evangeliche Duc in altum che il Papa ha commentato nella Lettera apostolica Novo millennium ineunte e ha incoraggiato i presenti a prepararsi adeguatamente alla celebrazione del Centenario del Beato Josemaría.

Romana, Nº 32, Gennaio-Giugno 2001, p. 49-51.

Invia ad un amicoInvia ad un amico