envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Confessioni in S. Pietro durante il Giubileo

All’inizio dell’Anno Santo il Comitato Centrale del Giubileo ha chiesto al Prelato dell’Opus Dei, S.E.R. Mons. Javier Echevarría, che un sacerdote della Prelatura si impegnasse a coordinare il servizio penitenziale nel Braccio di Carlo Magno, edificio aggiunto alla Basilica di San Pietro. Mons Flavio Capucci è stato designato come responsabile, e Don Óscar Maixé come principale collaboratore.

Si sono prestati a questo ufficio pastorale più di un centinaio di sacerdoti: membri della Curia romana, professori e studenti di università pontificie, ecc., molti dei quali sacerdoti del presbiterio della Prelatura dell’Opus Dei e soci della Società Sacerdotale della Santa Croce.

La presenza nei confessionali nel Braccio di Carlo Magno, ne erano stati sistemati otto, è cominciata il 28 gennaio del 2000 ed è terminata il mattino del 6 gennaio del 2001. Grazie a Dio sono state molte le migliaia di pellegrini di varie lingue e Paesi del mondo, che si sono avvicinati al Sacramento della penitenza durante questi mesi, specialmente in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù e di altri importanti eventi dell’Anno Giubilare.

Romana, Nº 31, Luglio-Dicembre 2000, p. 272.