envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Viaggi Pastorali

Mons. Javier Echevarría è arrivato a Pamplona venerdì 30 giugno. Domenica 2 luglio ha celebrato la Santa Messa nella Residenza Universitaria Goroabe dell’Università di Navarra. Nell’omelia ha incoraggiato a rinnovare lo spirito di conversione e a meditare sulla realtà che Cristo ha versato tutto il suo sangue per ognuno di noi.

Il giorno dopo il Prelato ha visitato vari pazienti nella Clinica Universitaria. Al ritorno ha conosciuto e benedetto la nuova sede della scuola Miravalles. Nel pomeriggio ha ricevuto varie famiglie e ha avuto un incontro con gli alunni del Centro Interregionale di Aralar.

Martedì 4 luglio, dopo aver celebrato la Santa Messa, Mons. Echevarría si è recato al Santuario di Torreciudad (provincia di Huesca) per conferire il diaconato a 21 fedeli della Prelatura provenienti da otto paesi. Vi si è fermato per sei giorni. Fin dal suo arrivo ha dedicato molto tempo ai futuri diaconi, tra conversazioni, lezioni e altri incontri. Ha pure visitato una esposizione fotografica, commemorativa dei 25 anni del Santuario.

Il 7 luglio, anniversario dell’inaugurazione di Torreciudad, ha avuto luogo la cerimonia di ordinazione. Nell’omelia il Prelato ha manifestato il suo “ringraziamento a Dio Padre, ricco di misericordia, perché nel corso di questi 25 anni ha riversato abbondantemente il suo perdono in questo santuario, facendo sperimentare a una gran quantità di donne e uomini la gioia di ritornare a Dio”. Nel pomeriggio ha ricevuto le famiglie dei nuovi diaconi.

Il giorno seguente, al mattino, si è incontrato con alcuni giovani che partecipavano alle attività di restauro e protezione dell’ambiente, promosse da Centri dell’Opus Dei di vari paesi. Ha ricevuto pure i membri della Comitato esecutivo del Patronato della Residenza Universitaria Miraflores di Saragozza, in occasione del suo 50º anniversario e ha avuto un incontro con tutti i lavoratori che si occupano del santuario di Torreciudad.

Nel pomeriggio del giorno 8 ha assistito al recital che il Coro Orfeón Donastiarra ha eseguito nel Santuario in occasione del 25º anniversario e ha salutato le autorità presenti alla celebrazione.

Domenica 9 luglio il Prelato è partito per Fombuena, in provincia di Saragozza. Ha pregato nella parrocchia di questo luogo, che il Beato Josemaría ebbe in cura nella Settimana Santa del 1927. Da lì si è recato a Saragozza, dove ha pregato davanti all’immagine della Madonna nella Basilica del Pilar.

o o o

Nel mese di agosto, il Prelato dell’Opus Dei si è recato nella Repubblica Argentina. L’obiettivo principale del viaggio era presiedere alcuni giorni di formazione per membri dei Consigli regionali della Prelatura di vari Paesi, che si svolgevano nel centro di attività di formazione “La Chacra”, situato a 30 chilometri dalla capitale, luogo dove aveva dimorato il Beato Josemaría durante il viaggio in Argentina dell’anno 1974.

Durante questo periodo di tempo, il Prelato ha avuto modo di conoscere in maniera più diretta alcune iniziative apostoliche promosse dai fedeli della Prelatura dell’Opus Dei a Buenos Aires e di riunirsi con vari gruppi di fedeli della Prelatura. Per esempio, ha visitato l’Istituto Madero, centro di formazione professionale dove si svolgono corsi di abilitazione professionale per operai e tecnici e che dal 1999 è pure sede di una scuola media.

Nelle riunioni tenute in queste settimane, Mons. Echevarría ha ricordato l’udienza, concessagli prima della partenza da Roma, in cui il Papa gli aveva detto che “impartiva la sua benedizione a tutti i lavori apostolici e a ciascuna delle persone che avesse visto”.

Il Prelato dell’Opus Dei è stato pure nel Campus dell’Università Austral, situato nella località di Pilar, a circa cinquanta chilometri da Buenos Aires. Lì si è incontrato con il personale dell’Ospedale Universitario, da poco inaugurato, e dell’Istituto di Studi Superiori d’Impresa.

o o o

Il 12 settembre Mons. Javier Echevarría è andato negli Stati Uniti. Appena arrivato a New York si è recato al Murray Hill Place, nuova sede regionale della Prelatura dell’Opus Dei, situata a Manhattan.

Nei quattro giorni trascorsi nel Paese, si è riunito con vari gruppi di fedeli dell’Opus Dei e di persone che partecipano ai mezzi di formazione cristiana che s’impartiscono in diverse città della costa orientale. Invitato dal Cardinale James Hickey, Mons. Echevarría partecipò alla benedizione della cappella del Catholic Information Center dell’Arcidiocesi di Washington, D. C., dedicata al Beato Josemaría. La Santa Messa è stata concelebrata dal Cardinale Hickey, da Mons. Echevarría, da Mons Loverde (Vescovo di Arlington), da Mons. Lori (Vescovo Ausiliare di Washington) e da Mons Ocáriz, Vicario Generale dell’Opus Dei 4.

La cura del Catholic Information Center è stata affidata a sacerdoti della Prelatura dell’Opus Dei dal Cardinale Hickey nel 1992. La cappella può ospitare circa cento persone. Vi si celebra la Messa quotidiana e chi lo desidera può ricevere il Sacramento della penitenza.

Nella zona di Washington, il Prelato dell’Opus Dei ha visitato The Heights School, una scuola promossa da fedeli della Prelatura a Potomac, nel Maryland. Lì si è incontrato con i responsabili della direzione della scuola, sottolineando l’importanza della carità come fondamento di tutti gli sforzi educativi e ha insistito sul fatto che la pratica abituale della correzione fraterna è parte integrante della carità. Si è recato pure a Oakcrest School, una scuola femminile nel Nord della Virginia, nel suo nuovo campus a McLean.

Romana, Nº 31, Luglio-Dicembre 2000, p. 226-228.