envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Un tema: DIFFUSIONE DEGLI INSEGNAMENTI DELLA CHIESA SULLA LIBERTA' CRISTIANA E LA LIBERAZIONE

Nelle pagine conclusive, l'Istruzione Libertatis conscientia ricorda che "bisogna fare in modo che queste ricchezze del sensus fidei possano pienamente sbocciare e dare frutti abbondanti"

Congregazione per la Dottrina della Fede, Istr. Libertatis conscientia su "Libertà cristiana e liberazione", 22-III-1986, n. 98.

A tale scopo, suggerisce di "aiutare con una meditazione approfondita del disegno della salvezza"
Ibid.
tutto il popolo cristiano, perché "una teologia della libertà e della liberazione, come eco fedele del Magnificat di Maria conservato nella memoria della Chiesa, costituisce un'esigenza del nostro tempo"

Ibid.

Raccogliendo l'invito della Santa Sede, nei Centri della Prelatura e in molti altri ambiti ove i fedeli dell'Opus Dei svolgono il loro lavoro professionale o prestano la loro collaborazione apostolica, si sono tenuti cicli di lezioni sulla dottrina contenuta nei documenti promulgati dalla Congregazione per la Dottrina della Fede, a proposito dell'autentico concetto cristiano di liberazione. Frutto di tali corsi è stato un approfondimento della conoscenza della Dottrina sociale cristiana, che ogni membro della Prelatura si sforza di mettere in pratica nella propria vita personale, familiare e sociale.

Un altro risultato del vivo desiderio di dare seguito alle raccomandazioni del Magistero della Chiesa sono state le innumerevoli iniziative volte a diffondere la Dottrina sociale della Chiesa alla luce di codesti documenti, tra persone di tutte le condizioni.



* * * **

Nelle nazioni dell'America latina, l'argomento trattato gode di speciale rilevanza e attualità; perciò in tutti questi Paesi si sono svolti corsi sulla libertà cristiana e la liberazione, cui hanno preso parte migliaia di persone.

Nella Scuola Ogarapé di Asunción, la Dott.ssa Stella M. Ortiz, professoressa della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Cattolica, ha pronunciato due lezioni, i giorni 8 e 10 luglio, sulla Dottrina sociale della Chiesa. Ha partecipato un gran numero di impiegate e studentesse della città. Anche nella capitale del Paraguay, i Centri Culturali Tarumá e Ycuá hanno organizzato nel mese di dicembre cicli di conferenze per universitari, a cura del Rev. Dott. Ramón Taboada, sulla Libertatis conscientia. Durante il mese di agosto, l'Avv. Víctor Urrestarazu aveva svolto un ciclo di lezioni, rivolte a membri della Magistratura, sul medesimo documento. Il corso si è concluso con quattro sessioni sui Diritti della Famiglia e la Dottrina sociale della Chiesa, a cura dei Revv. Angel Martínez e Eduardo Algorta, dottori in Diritto Canonico.

A Buenos Aires, il Rev. Dott. Danilo Eterovic ha tenuto una serie di conferenze sulla Dottrina sociale della Chiesa, in diversi Centri della Prelatura e in altri ambiti. Per esempio, nel Collegio "Maria Ward" egli ha pronunciato la sua lezione dinanzi a un folto gruppo di seminaristi e membri dell'équipe pastorale della diocesi di Quilmes. Invitato da Mons. Gabriel Storni, Vescovo di Santa Fe, il Dott. Eterovic ha dettato una conferenza sugli stessi temi nel Seminario della diocesi. Anche a La Chacra, Centro di incontri e attività culturali sito in provincia di Buenos Aires, si sono organizzati diversi corsi, alla luce di detti documenti. Se ne sono fatti carico l'Avv. Beatriz Fazio e la Dott.ssa María Teresa Berrotarán, professoressa di Lettere. Nel mese di ottobre la Dott.ssa Graciela M. Palau ha tenuto un corso per universitarie nel Centro Culturale Arenales.

A Tucumán, i Revv. Dott. Tomás Gibson e Stefan Moszoro hanno esposto il contenuto dei documenti della Congregazione per la Dottrina della Fede di fronte a un uditorio nutrito ed eterogeneo, nella Residenza Universitaria El Cebil e nel Centro Universitario Ibatín.

Nella Parrocchia della Santa Vera Cruz, a Città del Messico, ha avuto luogo un Seminario di Questioni Dottrinali e Pastorali sul tema "Teologia della liberazione e lotta di classe". Hanno partecipato, tra gli altri, Mons. Ricardo Cuéllar, Segretario Esecutivo della Conferenza Episcopale Messicana; Mons. Javier Lozano, Vescovo di Zacatecas; e il Prof. Carlos Llano, Rettore dell'Università Panamericana. Mons. Cuéllar ha spiegato che non è possibile combattere la miseria del popolo partendo da un fondamento marxista, che implica la lotta di classe, incompatibile con la fede cristiana. "E' compito della Chiesa —ha detto— prendersi cura dei poveri, ma non è di sua competenza sviluppare un programma politico concreto né un progetto determinato di riforma sociale". Dal canto suo, Mons. Lozano ha affermato che i teologi della liberazione "si allontanano dalla fede cattolica quando utilizzano l'ideologia marxista come mezzo per interpretare la realtà del Vangelo" e ha denunciato le gravi carenze ed errori della cosiddetta "Chiesa Popolare" del Nicaragua. Il Prof. Llano ha analizzato gli errori di prospettiva di una certa teologia della liberazione, alla luce delle conoscenze antropologiche e del concetto cristiano di persona.

Da giugno a ottobre, l'Università di Piura ha svolto a Lima un ampio programma di seminari e conferenze, a cui hanno preso parte centoventi imprenditori della capitale del Perù.

Il Prof. Federico Prieto ha sviluppato una visione d'insieme della Dottrina sociale della Chiesa, da Pio IX a Giovanni Paolo II. Il Prof. Leonardo Polo, filosofo, ha trattato diversi temi relativi ai principi etici che regolano le iniziative imprenditoriali. Il Rev. Dott. Juan Luis Cipriani ha incentrato le sue lezioni su alcune questioni di Morale fondamentale e di Morale professionale. Il Prof. Vicente Rodríguez Casado, storico, ha analizzato dal punto di vista etico la storia dei sistemi economici, dal liberalismo di Adam Smith fino ad oggi. Infine, il Prof. Pablo Pérez ha dissertato sulle origini e gli elementi del pensiero sociologico ed economico odierno, nonché sui fondamenti di un vero umanesimo nel campo sociale.

A Piura, il Rev. Prof. Francisco Lucas Mateo-Seco, ordinario di Teologia dell'Università di Navarra, è intervenuto alla presentazione di un volume sulle teologie della liberazione, pubblicato dall'Università di Piura, dinanzi a un numeroso uditorio, che vedeva la presenza di Mons. Oscar Cantuarias, Vescovo di Piura e Tumbes.

A Cañete (Prelatura affidata dalla Santa Sede all'Opus Dei nel 1957), invitato dal Vescovo Mons. Luis Sánchez-Moreno, il P. Francisco Navaraes, Rettore della Facoltà di Teologia Pontificia e Civile di Lima, ha pronunciato una conferenza sulla liberazione e ha sostenuto un animato dibattito con i sacerdoti che partecipavano alla settimana pastorale. Nella Prelatura di Cañete si è inoltre pubblicata una sintesi dell'Istruzione del 6-VIII-1984, che raccoglie —in forma riassunta e con un linguaggio accessibile alla massa dei fedeli— gli insegnamenti del suddetto documento. Come scrive Mons. Sánchez-Moreno nella presentazione, una tale spiegazione, semplice e chiara, era stata richiesta da molte persone desiderose di conoscere la dottrina della Chiesa su quei temi.

Anche quest'anno si è incominciato a pubblicare la collana "Antología de Textos", sotto gli auspici dell'Ateneo Latinoamericano, ente promosso da sacerdoti dell'Opus Dei a Chiclayo. Nel primo numero della raccolta, autorità ecclesiastiche e teologi rinomati trattano alcune questioni concernenti teologia e marxismo. Presentando la nuova pubblicazione, il Rev. Eutiquiano Saldón, Vicerettore del Seminario di Chiclayo, ricorda il dibattito in corso in Perù su tale tema, riaffermando il carattere soprannaturale della liberazione operata da Gesù Cristo.

Più di quattrocento persone hanno assistito, nell'auditorium della Agrupación Universitaria del Uruguay, a Montevideo, a una conferenza del Rev. Prof. José Luis Illanes, Decano della Facoltà di Teologia dell'Università di Navarra, a proposito del senso della liberazione. Il testo della conferenza è stato in seguito pubblicato e largamente diffuso nei Paesi del Río de la Plata. Del medesimo argomento il Prof. Illanes ha parlato anche a Mercedes (Argentina), dinanzi al presbiterio della diocesi, presieduto dal Vescovo, Mons. Ogñenovich, e a Buenos Aires dinanzi a un nutrito gruppo di universitari.

In Colombia si sono svolte attività di formazione per approfondire lo studio dei documenti della Congregazione per la Dottrina della Fede. Sul tema "Libertà cristiana e liberazione" si è tenuto un ciclo di conferenze nell'Università della Sabana, di Bogotà. Il Rev. Dott. Mariano Artigas ha dissertato sui presupposti epistemologici di alcune correnti della teologia della liberazione. Il Prof. Manfred Spieker, dell'Università di Osnabrück, ha approfondito nella sua prolusione le relazioni tra teologia della liberazione e Dottrina sociale della Chiesa, evidenziando la validità speculativa e pratica dei principi indicati dal Magistero di fronte ai problemi del Terzo Mondo.

Sempre a Bogotà, la Residenza Universitaria Ingará, forte di più di trent'anni di esperienza nella promozione della formazione cristiana della gioventù, ha organizzato un Ciclo di incontri sul tema "Giovanni Paolo II e la realtà colombiana", con il fine di studiare il contenuto degli insegnamenti del Santo Padre nella sua visita apostolica in Colombia. Le lezioni sono state condotte da professori universitari e da diverse autorità della nazione. Il ciclo è durato dieci settimane. La Dottrina sociale della Chiesa e, in modo particolare, gli aspetti toccati dal Papa durante il suo viaggio hanno costituito il tema centrale, che ha focalizzato l'attenzione dei partecipanti.

A Medellín, il Centro de Ediciones y Documentación ha pubblicato un opuscolo intitolato "Enseñanzas Sociales de la Iglesia. Liberación y compromiso cristiano", a cura del Rev. Dott. Mauricio Uribe. La prima edizione, di diverse migliaia di copie, ha goduto di estesa diffusione, specialmente tra studenti dell'Università e delle Scuole medie superiori.

A Santiago del Cile, la Residenza universitaria e Centro Culturale Alborada ha organizzato un corso sulla teologia della liberazione per studenti universitari e per professionisti. La Residenza femminile Araucaria ha organizzato due corsi analoghi. I conferenzieri sono stati il Rev. Prof. José Miguel Ibáñez-Langlois, membro della Commissione Teologica Internazionale, e i Revv. Dott. Patricio Astorquiza e Alejandro González.

Anche nei Paesi dell'America centrale in cui si svolge stabilmente il lavoro apostolico della Prelatura, si sono tenuti corsi e seminari sulla libertà cristiana e la liberazione. A Città del Guatemala, nel Centro de Formación Permanente Rosul si sono tenuti due seminari sulla Libertatis conscientia e un ampio corso sulla Dottrina sociale della Chiesa, a cui hanno preso parte imprenditori della città. Anche a Tayasal, Centro impegnato nella formazione professionale di impiegati e lavoratori, si è sviluppato un Corso di aggiornamento in economia che nel suo programma includeva temi fondamentali della Dottrina sociale cristiana. La prolusione del corso è stata pronunciata dal Dott. Alberto Martínez Piedra, ambasciatore degli Stati Uniti in Guatemala.

Appena reso pubblico il secondo documento su libertà e liberazione, Mons. Román Arrieta, Arcivescovo di San José de Costa Rica, ne ha curato la presentazione al Centro Estudiantil Miravalles, nel corso di un pannel a cui ha partecipato anche l'Avv. Oscar Bejarano, specialista in diritto del lavoro. Successivamente, sempre al Centro Miravalles, si sono svolti diversi dibattiti e tavole rotonde per analizzare questi documenti e studiarne i modi di applicazione alla realtà del Costa Rica. Tra i presenti, oltre a numerosi professori, universitari e giornalisti, si annoveravano diverse personalità del mondo politico.

La Residenza universitaria Guaymura, a Tegucigalpa, è stata teatro di molte conferenze e lezioni sulla Dottrina sociale della Chiesa, a cui hanno partecipato professionisti, studenti universitari e liceali.

Anche a San Salvador si sono organizzati corsi sulla Dottrina sociale della Chiesa e la teologia della liberazione. Alle conferenze, tenute nella Residenza universitaria Doble Vía e nel Centro culturale Buenos Aires dai Revv. Dott. Juan Aznar, Julio R. Larrave, Andrés Ocaña e José Roberto Aguilar, hanno preso parte personalità molto note della vita pubblica salvadoregna, come l'Avv. Enrique Mayorga, ex-vicepresidente della Repubblica e membro dell'"Academia de la Lengua"; il Prof. Carlos Mayora, ordinario di Ginecologia e membro dell'Associazione Pro-Vita, e il Prof. Carlos Ernesto Mendoza, filosofo, che è spesso intervenuto a difesa della famiglia e della pubblica moralità.

A Caracas, in Venezuela, più di un centinaio di professionisti e imprenditori hanno partecipato alle conferenze tenute dal Dott. José Rodríguez Iturbe, Deputato del Congresso della Repubblica. Sede degli incontri è stato il Centro de Estudios Interdisciplinares Araya. Il ciclo si è inserito organicamente nel programma culturale che la Residenza ha sviluppato nel corso dell'anno accademico, proponendosi la diffusione e l'approfondimento della conoscenza della Dottrina sociale della Chiesa. Sempre a Caracas, nel Colegio Los Campitos, il Rev. Dott. Jorge Quesada ha tenuto due cicli di lezioni.

A Barquisimeto, nel mese di settembre, il Centro Cultural Arenales ha organizzato un corso di sei lezioni intitolato "Chiesa, società e liberazione". I Centri Culturali Pozoviejo e Llano Ancho, siti rispettivamente a Maracaibo e a Valencia, hanno promosso cicli di conferenze rivolte a professionisti, professori e studenti universitari. Tra i partecipanti si può ricordare il Dott. Eloy Párraga Villamarín, Rettore dell'Università "Rafael Urdaneta". I corsi sono stati diretti dal Rev. Dott. Rafael de Balbín, Cappellano dell'Università di Zulia e dal Rev. Dott. Rafael Albornoz, giudice diocesano della diocesi di Valencia.

Anche sull'altra riva dell'Atlantico, in Germania, si sono svolti cicli di conferenze sulla Dottrina sociale della Chiesa. Nella Residenza Müngersdorf di Colonia, in collaborazione con la Landeszentrale für politische Bildung Nordrhein-Westfalen, si è tenuto un seminario su "Marxismus —Herausforderung und Antwort" (Marxismo. Sfida e risposta), dal 29 settembre al 3 ottobre. I relatori furono il Prof. Konrad Löw e la Dott.ssa Jutta Burggraf. Nel Centro Culturale Welrich di Bonn, il Prof. Lothar Ross, titolare della cattedra di Dottrina sociale della Chiesa nell'Università di Bonn, ha pronunciato una conferenza sul tema "Teologia della liberazione o liberazione della teologia?"

Schweidt Studentenheim, Residenza universitaria di Colonia, ha organizzato il 22 novembre una giornata di studio sul tema "Die Befreiung des Menschen" (Liberazione dell'uomo). Sono intervenuti il Dott. Hans Thomas e il Rev. Dott. Jürgen Eberle. Alcuni mesi prima si era svolto nella medesima Residenza un simposio sullo stesso tema, cui avevano partecipato il Prof. Manfred Spieker, dell'Università di Osnabrück, il Rev. Dott. Klaus Becker, sacerdote della Prelatura che lavora anche nella Curia arcivescovile di Colonia, e il Dott. José G. de la Rica, funzionario della Fondazione "Adveniat" per l'aiuto alla Chiesa nell'America Latina.

Anche in Spagna si è resa necessaria una serena riflessione sul messaggio sociale della Chiesa. Per questa ragione, il Club Zayas ha organizzato una tavola rotonda sulla recente Istruzione della Congregazione per la Dottrina della Fede. Hanno partecipato i Proff. Alejandro Llano e Teodoro López, dell'Università di Navarra, e il Prof. Aquilino Polaino-Lorente, antropologo e psichiatra dell'Università Autonoma di Madrid. La riunione si è tenuta nell'aula magna dell'Ordine dei Medici di Madrid.

E' particolarmente importante far sì che il messaggio sociale della Chiesa raggiunga le persone che si dedicano professionalmente all'economia. Se oltre a ciò si consente loro di acquistare una buona preparazione teologica, si potenzia in grande misura il servizio che si rende alla società. Per tale motivo, è stata significativa la collaborazione prestata da diversi professori dell'IESE (Instituto de Estudios Superiores de la Empresa), di Barcellona, in un "Corso di Antropologia Cristiana per Professori universitari" che ha avuto luogo nei locali del Colegio Mayor Monterols. Tale corso ha contemplato una tavola rotonda sull'argomento "La responsabilità personale nell'ordine economico-sociale", moderata dal Dott. Antonio Argandoña, ordinario di Teoria economica. Il Rev. Prof. Domingo Melé, già titolare della cattedra di Tecnologia chimica e professore di Teologia, ha trattato il tema "L'uomo e la società". Altri relatori sono stati il Rev. Dott. Carlos Cardona; l'Avv. Juan Fernando Horcajada, Magistrato della "Audiencia Territorial" di Barcellona; il Rev. Prof. Salvador Mensua, ordinario di Geografia e Dottore in Teologia.

Con la partecipazione dell'Arcivescovo di Granada, Mons. Méndez Asensio, ha avuto luogo nel Colegio Mayor Albayzín un ciclo di conferenze sul tema "Liberazione cristiana e ordine sociale". Gli argomenti toccati sono stati: "Giustizia e distribuzione dei beni economici", nell'intervento del Prof. Antonio Millán Puelles, ordinario di Filosofia dell'Università Complutense di Madrid; "Liberazione e prassi cristiana", nella dissertazione del Rev. Prof. Pedro Rodríguez, ordinario di Ecclesiologia nell'Università di Navarra; e "Dottrina della Chiesa e ordine sociale", nella conferenza del Dott. José Luis Gutiérrez, direttore della Biblioteca di Autori Cristiani.

Nell'Università di Navarra, le diverse Facoltà hanno organizzato seminari per professori, lezioni per alunni e conferenze aperte al pubblico. Si stanno preparando pubblicazioni speciali su temi attinenti alla teologia della liberazione.

Nelle Filippine, il CRC (Center for Research and Communication) ha organizzato un corso sulla libertà cristiana e la liberazione. Nella prima lezione, Fr. Joseph M. de Torre, Ph. D., ha trattato il tema della libertà nell'epoca moderna. Manuel O. Escasa, Master di Filosofia, ha dissertato su libertà umana e peccato. Argomento della terza lezione è stato il concetto di liberazione nell'Antico e nel Nuovo Testamento, su cui si è soffermato il Sig. Roque Carballo, specialista in Etica sociale.

Il Sangandaan Cultural Center, di Makati, ha organizzato, da agosto a novembre, un ciclo di conferenze sulla Dottrina sociale della Chiesa, rivolto a impiegati di questa zona commerciale di Manila. I due documenti della Congregazione per la Dottrina della Fede hanno costituito il filo conduttore dei successivi incontri. Hanno collaborato, tra gli altri, il Rev. Dott. Conor Donnelly; il Dott. Antonio Corralba, laureato in Filosofia; il Dott. Jesús P. Estanislao, Presidente di un Istituto bancario; il Sig. Paul A. Dumol, scrittore di teatro; il Sig. Francisco S. Tatad, giornalista.
Anche durante i mesi di luglio e agosto, membri della Prelatura hanno pronunciato conferenze sui medesimi argomenti a Manila, Calamba, Cebù, Hong Kong, Singapore e Taipei.

Come avviene ormai da qualche anno, nella prima settimana di luglio si è tenuto al Centre de Rencontres Yopoungon, ad Abidjan, un convegno per alunni dell'Università Nazionale della Costa d'Avorio. Il tema di questo incontro era Entretiens sur la liberté.

L'interesse degli universitari è stato vivo, non solo per la ricchezza dottrinale della recente Istruzione della Congregazione per la Dottrina della Fede, ma altresì per la sua attualità nei Paesi africani, dove è molto sentita la questione dell'inculturazione della fede. Il programma dell'incontro includeva diverse conferenze e tavole rotonde; merita speciale rilievo la conferenza pronunciata dal Prof. M. Chevalier, ordinario di Storia all'Università di Abidjan, sulla situazione della libertà nel mondo odierno. La stampa locale ha fatto eco alle conclusioni del convegno.

Romana, Nº 3, Luglio-Dicembre 1986, p. 321-328.