envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Foro Internazionale per la vita

Su iniziativa dell’Università de La Sabana sotto gli auspici dell’Accademia Nazionale di Medicina, il 24 settembre si è svolto a Santafé di Bogotà il Foro Internazionale per la vita in cui sono stati riproposti i temi della possibile depenalizzazione dell’aborto e della recente depenalizzazione dell’eutanasia attiva. Hanno assistito trecento persone, soprattutto medici, docenti universitari, funzionari, deputati, direttori di istituzioni sanitarie pubbliche e private, assistenti sociali, ecc.

Sul tema dell’aborto sono intervenuti la filosofa Ana Maria Araujo de Vanegas, Direttrice dell’Istituto della famiglia dell’Università de La Sabana che ha parlato su “Felicità e qualità della vita: in cerca del paradiso”; la psicologa statunitense Susan Stanford-Rue, che ha sviluppato il tema “La sindrome post— abortiva”; la dottoressa Olga Amparo Sánchez Gómez, Direttrice Nazionale dell’Ufficio della Presidenza della Repubblica per la Parità della donna, che ha parlato su i “Diritti della donna”; e infine il dottor Bernard Nathanson su “Eclissi della ragione”.

L’americana Rita Marker ha affrontato il tema “L’eutanasia dal punto di vista dei diritti umani”; la giurista Ilva Myriam Hoyos Castañeda, Direttrice dell’Istituto di Scienze umane dell’Università de La Sabana ha tenuto una conferenza su “L’eutanasia, dignità o qualità di vita?”; Carlos Gaviria Díaz, Magistrato della Corte Costituzionale, ha parlato su “L’eutanasia e la Costituzione del 1991” e l’Avvocato Mejìa Velilla sul tema “La difesa del diritto alla vita”.

Infine, il dottor Bernard Nathanson ha tenuto una conferenza stampa a cui hanno assistito giornalisti della stampa, della radio, e della televisione. Prima e dopo il Foro Internazionale per la Vita, numerosi articoli sulla stampa del paese, sono serviti ad illustrare il tema e a divulgare i risultati del Foro, di cui saranno pubblicati gli atti.

Romana, Nº 25, Luglio-Dicembre 1997, p. 338.