envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Celebrazioni liturgiche in onore del Beato Josemaría

Il 26 giugno la festa liturgica del Beato Josemaría Escrivá è stata celebrata in molte città di tutto il mondo. Hanno assistito persone di tutte le razze e condizioni sociali.
Il Prelato dell’Opus Dei ha celebrato nella basilica romana di Sant’Eugenio il giorno 26 alle 18.30. Il testo integrale della sua omelia è raccolto nella sezione “Dal Prelato” di questo numero di Romana. Numerosi fedeli hanno assistito alle Messe celebrate in altre due parrocchie di Roma: quella dedicata al Beato Josemaría e quella di San Giovanni Battista al Collatino.

EUROPA

Nel resto d’Italia, le Messe in onore del Beato Josemaría sono state officiate, in molti casi, dai Vescovi diocesani. Nel santuario della Consolata, il Card. Giovanni Saldarini, Arcivescovo di Torino, ha incoraggiato i fedeli presenti a pregare per tutti i cristiani, attraverso l’intercessione del Fondatore dell’Opus Dei, chiedendo per loro “la passione per la verità, la passione per la presenza nel mondo e la passione per la santità”. Il Card. Michele Giordano ha celebrato nella cattedrale di Napoli e il Card. Silvano Piovanelli in quella di Firenze. Anche a Perugia, Trapani e L’Aquila sono stati gli Ordinari locali (Mons. Chiaretti, Mons. Amoroso e Mons. Peressin) a presiedere le concelebrazioni eucaristiche con le quali è stato reso onore al Fondatore dell’Opus Dei nelle loro diocesi. Nella basilica di Santo Stefano, a Sesto San Giovanni (città nella cintura industriale di Milano, nella zona settentrionale della diocesi ambrosiana), nella cattedrale di Verona e nel santuario di Nostra Signora di Bonaria a Cagliari, le Messe in onore del Beato Josemaría sono state celebrate dai rispettivi Vescovi ausiliari, Mons. Angelo Mascheroni, Mons. Andrea Veggio e Mons. Tarcisio Pillolla. Nel santuario della Madonna delle Grazie, a Sassari, un’altra solenne concelebrazione è stata presieduta dall’Arcivescovo della città, S.E.R. Mons. Salvatore Isgrò. Anche in molte altre città lungo tutta la geografia italiana, da Trieste, Udine, Como, Teramo, Latina, Altari, fino a Taranto, Agrigento e Siracusa, sono state celebrate Messe in onore del Beato Josemaría.
In Spagna sono state assai numerose le Messe in onore del Beato Josemaría che sono state celebrate nelle grandi città e in molte zone rurali. Un gran numero di fedeli si è avvicinato al sacramento della Penitenza proprio in occasione di queste Messe. Come negli anni precedenti, in alcune chiese, al termine della cerimonia, i fedeli hanno potuto rendere omaggio a una reliquia ex indumentis. L’Arcivescovo di Granada, Mons. José Méndez, ha celebrato una Messa solenne nella cattedrale, ed ha ringraziato nell’omelia i fedeli della Prelatura per il loro lavoro al servizio della Chiesa nella diocesi. Anche Mons. Javier Salinas, vescovo di Ibiza, ha voluto celebrare la Messa in onore del Fondatore dell’Opus Dei. L’Arcivescovo di Guayaquil, Mons. Juan Larrea, ha celebrato la Messa che ha avuto luogo nel campo sportivo dell’Università di Navarra, a Pamplona.
Il Nunzio di Sua Santità per il Portogallo, Mons. Edoardo Rovida, ha presieduto la concelebrazione in onore del Beato Josemaría a Lisbona, il 22 giugno. Quello stesso giorno è stata celebrata una Santa Messa anche nella cattedrale di Braga, presieduta dal Vescovo ausiliare della Diocesi di Braga, Mons. Jacinto Botelho. Uno deil Vescovi ausiliari di Porto ha offerto in Santo Sacrificio in onore del Fondatore dell’Opus Dei nella chiesa della Trinità. Altre Messe sono state celebrate il 26: a Lisbona, nella chiesa di San Gerolamo; a Viseu, nella chiesa di San Giuseppe; a Coimbra, nella chiesa di Nostra Signora di Lourdes e a Fatima, nella Cappella delle Apparizioni, celebrata quest’ultima dal Vescovo emerito di Leiria-Fátima, Mons. Alberto Cosme do Amaral.
In Francia, le celebrazioni eucaristiche in onore del Fondatore dell’Opus Dei hanno avuto luogo a Aix-en-Provence, Bordeaux, Clermont-Ferrand, Strasburgo, Grenoble, Lilla, Lione, Metz, Nancy, Nantes, Nizza, Parigi, Rennes, Rouen, Tolosa e Tours. Ad Aix-en-Provence la concelebrazione è stata presieduta dal Vescovo della diocesi, Mons. Louis-Marie Billé; a Parigi, dal Vescovo ausiliare, Mons. André Vingt-Trois; a Nantes, dall’Amministratore apostolico. Mons. Vingt-Trois ha affermato nella sua omelia che “il Beato Josemaría è stato tra i pionieri, prima del Concilio Vaticano II, che hanno saputo chiamare i cristiani di nostro tempo a una intensa vita cristiana, e ha anche apportato un rinnovamento del laicato, chiamato a compiere i compiti secolari con totale dedizione alla sua fede”.
Il 28 giugno a Bruxelles c’è stata una Santa Messa in onore del Beato Josemaría, nella chiesa di Notre-Dame de la Cambre, celebrata dal Vescovo ausiliare per la città, Mons. Paul Lanneau. Intorno al 26 sono state celebrate alcune Messe solenni in onore del Beato Josemaría in altre città di Belgio e di Olanda, tra cui Amberes, Maastricht, Amsterdam, Utrecht e Hengelo.
In Svizzera, la Messa nella memoria liturgica del Fondatore dell’Opus Dei è stata celebrata a Zurigo, Ginevra, Lugano e Losanna.
Ad Amburgo e Colonia, i Vescovi ausiliari Mons. Hans-Jochen Jaschke e Mons. Joseph Plöger hanno presieduto le rispettive concelebrazioni eucaristiche. Mons. Plöger ha ricordato l’arrivo del Fondatore dell’Opus Dei a Roma, il 23 giugno 1946, il cui cinquantesimo anniversario è caduto durante la recente visita del Papa in Germania: come il Beato Josemaría —ha detto Mons. Plöger—, dobbiamo essere molto grati al successore di Pietro, dobbiamo amarlo e obbedirgli, poiché è “il segno visibile dell’unità in un mondo diviso”. Anche a Monaco di Baviera, a Stoccarda, ad Augusta e a Münster ci sono state Messe in onore del Beato Josemaría.
In Austria, le concelebrazioni eucaristiche in onore del Fondatore dell’Opus Dei a Vienna e a Dornbirn sono state presiedute rispettivamente da Mons. Donato Squicciarini, Nunzio Apostolico, e da Mons. Klaus Küng, Vescovo di Feldkirch; a Salisburgo, il concelebrante principale della Messa in onore del Beato Josemaría è stato Mons. Jacob Mayr, Vescovo ausiliare. Sono state celebrate altre Messe a Innsbruck, Linz e Graz.
Anche a Praga (Repubblica Ceca) e a Bratislava (Slovacchia) sono stati i rispettivi Vescovi ausiliari, Mons. Skarvada e Mons. Vladimir Filo, a presiedere le concelebrazioni eucaristiche con le quali nelle loro diocesi è stato onorato il Beato Josemaría. Un altra Messa è stata celebrata a Brno.
La memoria liturgica del Fondatore dell’Opus Dei è stata celebrata in alcune chiese anche a Budapest, capitale dell’Ungheria, a Zagabria, capitale della Croazia, e in altre località dell’area danubiana, così come in varie città sulle sponde del Baltico: le capitali di Svezia, Finlandia e Estonia.
A Vilnius, in Lituania, la solenne concelebrazione è stata officiata nella cattedrale da Mons. Jouzas Tunaitis, Vescovo ausiliare. In alcune città è stato proiettato, dopo la cerimonia, un filmato sul Fondatore dell’Opus Dei.
Le Messe in onore del Beato Josemaría in Gran Bretagna sono state celebrate a Glasgow, Manchester e Londra. A Londra, la Messa ha avuto luogo nella cattedrale dell’arcivescovado di Southwark, dedicata a San Giorgio, e il concelebrante principale è stato Mons. Charles Henderson, Vescovo ausiliare, che ha concluso l’omelia con le seguenti parole: “Il messaggio che metterei in evidenza nella vita del Fondatore dell’Opus Dei, e nelle vite di coloro che hanno assunto il suo spirito, è un messaggio di speranza per questo nostro mondo: speranza che saremo capaci di apprezzare la bontà del mondo e servircene rettamente, trovando in tutto l’amore creatore di Dio. Possiamo terminare con una breve preghiera: Blessed Josemaría, pray for us.
In Irlanda, le celebrazioni liturgiche si sono svolte a Naas (Kildare), Galway, Limerick, Belfast, Derry e Dublino, dove il Nunzio, Mons. Luciano Storero, ha concelebrato con il Vicario Regionale della Prelatura e con alcuni altri sacerdoti.

AFRICA

Anche in molte città del continente africano il Beato Josemaría è stato venerato in occasione della sua festa liturgica. A Nairobi (Kenya), a Kinshasa e Lubumbashi (Zaire), a Lagos, Ibadan, Enugu, Benin City, Nsukka, Owerri, Aba, Ilorin e Onitsha (Nigeria), a Yaoundé (Cameroun), e a Yamoussoukro, Abidjan e Gagnoa (Costa d’Avorio) sono state celebrate Messe solenni intorno al 26 giugno. In molti casi sono state celebrate dai Vescovi diocesani: cosi, per esempio a Enugu, Yamoussoukro e Abidjan.
L’Arcivescovo di Gagnoa, Mons. Kokora Tékry, si è rivolto ai fedeli dicendo che il 26 giugno è un giorno di festa per la diocesi di Gagnoa, perché un buon numero di cattolici della città cerca di mettere in pratica gli insegnamenti del Fondatore dell’Opus Dei e perché da vari anni i ritiri per il clero diocesano vengono predicati da un sacerdote della Prelatura, e ha poi aggiunto che, in qualche modo, il 26 giugno è la festa del clero diocesano.
La concelebrazione che si è svolta a Yaoundé è stata presieduta dal Card. Christian W. Tumi, Arcivescovo di Douala e Presidente del Simposio delle Conferenze Episcopali di Africa e Madagascar.

MEDIO ORIENTE

Per la prima volta è stata celebrata la Messa del Beato Josemaría Escrivá secondo il rito maronita. La cerimonia ha avuto luogo nella chiesa di Notre-Dame des Dons, a Beirut (Libano), il 27 giugno. Tra i concelebranti ci sono stati gli Arcivescovi maroniti di Beirut (Mons. Khalil Abinader), di Jbeil-Biblos (Mons. Rai) e di Baalbek (Mons. El Hachem).

ASIA E OCEANIA

Nell’Estremo Oriente le Messe in onore del Fondatore dell’Opus Dei sono state celebrate a Shukugawa (città nei pressi di Osaka) e Nagasaki, in Giappone, e a Hong-Kong, Singapore, Malacca (Federazione Malese), Macao e Taipei (Taiwan).
Altre Messe sono state celebrate in quattro città dell’Australia (Sydney, Hobart, Brisbane e Perth), in tre della Nuova Zelanda (Hamilton, Auckland e Wellington), e in Noumea, capitale della Nuova Caledonia, provincia francese di oltremare.
Nelle Filippine, Mons. Pedro Dean, Arcivescovo di Palo (Leyte), ha offerto il Santo Sacrificio nella Cattedrale Metropolitana di Manila, il 26 giugno. Il giorno successivo, nella stessa sede si è svolta un’altra concelebrazione in cui ha partecipato il Nunzio Apostolico, Mons. Gian Vincenzo Moreni. In tutto l’arcipelago filippino sono state numerose le Messe in onore del Beato Josemaría, molte delle quali sono state concelebrate dagli Ordinari locali. A San Pablo City, Mons. Francisco San Diego; a Santa Rosa, Mons. Padernal, Vescovo emerito di Borangan; a Lipa City, Mons. Gaudencio Rosales; a Angeles City, Mons. Paciano Aniceto, Arcivescovo di San Fernando; a Daet, Mons. Benjamín Almoneda; a Davao City, Mons. Antonio Mabutas; a Cagayan de Oro City, Mons. Jesús Tuquib; a Iloilo City, Mons. Onesimo Gordoncillo, Arcivescovo di Roxas City; a Bacalod City, Mons. Camilo Gregorio; a Cebu City, Mons. Manuel Salvador, Arcivescovo coadiutore, che ha concelebrato con Mons. Antonio Rañola, Vescovo ausiliare di Cebu, e Mons. Mariano Gaviola, Arcivescovo emerito di Lipa. Altre Messe sono state celebrate a Quezon City, Makati City e Miagao.

AMERICA DEL SUD

Oltre alle tre Messe celebrate in diverse chiese di San Paolo del Brasile, le altre celebrazioni eucaristiche in onore del Beato Josemaría sono state a Rio de Janeiro (con partecipazione di Mons. Rafael Llano, Vescovo ausiliare), Brasilia, Curitiba, Belo Horizonte, Niterói, Campinas, São José dos Campos, Londrina e Sorocaba.
Il Nunzio Apostolico in Uruguay, Mons. Francesco de Nittis, ha presieduto la concelebrazione eucaristica che ha avuto luogo nella cattedrale di Montevideo. Il Vescovo diocesano, Mons. Daniel Gil Zorilla, ha officiato nella cattedrale di Salto. In due altre città uruguaiane sono state celebrate Messe: Paysandú e Rivera.
In Cile sono state assai numerose le Messe in onore del Beato Josemaría Escrivá celebrate in occasione della sua festa liturgica. Tre sono state quelle della capitale, Santiago. Arica, Iquique, Calama, Antofagasta, Viña del Mar, Los Andes, Quillota, San Bernardo, Melipilla, Puente Alto, Rancagua, San Fernando, Santa Cruz, Chillán, Concepción, Temuco, Valdivia, Osorno, Puerto Montt, Quilimar, La Serena e Punta Arenas sono le altre città cilene in cui ci cono state Messe in onore del Beato Josemaría. In molti casi sono state celebrate dai Vescovi locali.
La sera di mercoledì 26 giugno a Lima, Perú, ci sono state quattro Messe in onore del Beato, quasi alla stessa ora. In totale hanno partecipato più di tremila persone. Lo stesso giorno si sono tenute altre Messe solenni nelle cattedrali di Chiclayo, Ayacucho, Huancavelica e Abancay. In queste tre ultime città, le rispettive cerimonie sono state officiate dagli Ordinari: Mons. Juan Luis Cipriani, Mons. Demetrio Molloy e Mons. Isidro Sala. In varie località della prelatura di Cañete-Yauyos, la devozione al Beato Josemaría Escrivá si è tradotta in varie processioni, e soprattutto nella Messa celebrata dall’Amministratore Apostolico, Mons. Juan Antonio Ugarte. Anche a Piura ha presieduto la concelebrazione eucaristica l’Arcivescovo, Mons. Óscar Cantuarias. Ad Arequipa, circa quattrocento persone hanno assistito a una Messa nella chiesa di San Francesco.
A Guayaquil e a Quito, la Messa in onore del Beato Josemaría è stata celebrata nelle rispettive cattedrali, con la partecipazione di numerosi fedeli della Prelatura, Cooperatori e amici. A Quito la cerimonia è stata presieduta da Mons. Antonio González Zumárraga, Arcivescovo e Primate dell’Ecuador.
Altrettanto hanno fatto nelle loro diocesi molti Vescovi della Colombia: a Bogotá, Mons. Pedro Rubiano; a Medellín, Mons. Héctor Rueda Fernández; a Manizales, Mons. José de Jesús Pimiento; a Barranquilla, Mons. Félix Maria Torres; a Cartagena de Indias, Mons. Carlos Ruiseco; a Santa Marta, Mons. Ugo Puccini. Ci sono state Messe anche a Cali e Bucaramanga.
L’Arcivescovo di Caracas, Mons. Ignacio Velasco García, ha offerto il Santo Sacrificio nella chiesa di Nostra Signora di Chiquinquirá, alla quale hanno assistito duemila cinquecento persone. A Maracaibo, ha celebrato Mons. Ramón Ovidio Pérez Morales; a Maturín, Mons. Diego Padrón; a Barquisimeto, Mons. Tulio Manuel Chirivella. Sempre in Venezuela, altre Messe in onore del Beato Josemaría si sono celebrate a San Cristóbal, Puerto Ordaz, Ciudad Bolívar, Mérida, Valencia, Puerto Cabello, Calabozo, Maracay, San Fernando, Coro, Punto Fijo, Carora, Guanare, Acarigua, Barcelona, Porlamar, San Antonio de los Altos e San Felipe.
La memoria liturgica del Beato Josemaría è stata anche celebrata in Bolivia e in Paraguay.

AMERICA CENTRALE E CARAIBI

A Port of Spain (Trinidad-Tobago), circa cinquecento persone hanno partecipato alla Santa Messa nella chiesa della Assunzione, celebrata dall’Arcivescovo Mons. Anthony Pantin. Tra i partecipanti c’erano numerose autorità civili.
Anche a Ponce e a San Juan, le due principali città di Portorico, le Messe in onore del Beato Josemaría sono state celebrate dagli Ordinari: Mons. Juan Fremiot Torres Oliver e il Card. Luis Aponte Martínez.
Nella Repubblica Dominicana e in Costa Rica hanno officiato le Messe i Nunzi di Sua Santità, Mons. François Bacqué e Mons. Giacinto Berlocco, rispettivamente.
Anche nella parrocchia del Cristo Re a Panama c’è stata una solenne concelebrazione il 26 giugno, così come in diverse città del Guatemala, Honduras e El Salvador.

AMERICA DEL NORD

In America del Nord ci sono state numerose Messe solenni in onore del Fondatore dell’Opus Dei in città grandi e piccole. Quella celebrata nella basilica di Guadalupe è stata officiata dall’Arcivescovo Primate del Messico, Mons. Norberto Rivera Carrera. La Messa del Beato Josemaría è stata celebrata anche a Guadalajara, Monterrey, Veracruz, Cuernavaca e altre città.
A Nord del Rio Grande, negli Stati Uniti, i Vescovi diocesani o i loro Ausiliari e Coadiutori hanno presieduto le concelebrazioni in onore del Beato Josemaría a New York, Providence, Boston, Houston, Chicago e Atlanta. Altre Messe solenni si sono tenute a Princeton, Delray Beach, Tampa, San Francisco, Los Angeles, Pittsburgh, Dallas, Milwaukee, Minneapolis, Saint Louis, Ann Arbor, Champaign e in varie altre città.
In Canada ci sono state celebrazioni eucaristiche a Toronto, Montreal, Quebec, Ottawa, Calgary, Vancouver e Kingston.

Romana, Nº 22, Gennaio-Giugno 1996, p. 79-85.