envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Libri sul Beato Josemaría Escrivá e sull’Opus Dei

Nel campo della letteratura per ragazzi, c’è da registrare la pubblicazione in Argentina del libro A través de las montañas. Infancia y juventud del Beato Josemaría, a cura di Iván Pittaluga e Guillermo Pena, stampato da BAESA, di Buenos Aires. Nelle Filippine, invece, è stata pubblicata la traduzione inglese di Historia de un sí, un’altra biografia illustrata per ragazzi, a cura di Miguel A. Cárceles, Isabel Torra e Giorgio del Lungo (Sinag-tala, Manila).
Da segnalare una monografia sul Beato Josemaría, scritta da Manuel Garrido e intitolata Barbastro y el Beato Josemaría Escrivá. L’opera, stampata a cura del Comune di Barbastro, ripercorre la storia del legame affettuoso che univa il Fondatore dell’Opus Dei alla sua terra natale.
Degno di rilievo anche lo studio Hijos de Dios en Cristo. La filiación divina que vivió y predicó el Beato Josemaría Escrivá (Palabra, Madrid), di Francisco Fernández-Carvajal e Pedro Beteta: un approfondimento in chiave ascetica di uno dei capisaldi della dottrina spirituale del Fondatore dell’Opus Dei.
L’opuscolo di Andrew Byrne e William Keenan The Venerable Monsignor Escrivá, Founder of Opus Dei è stato pubblicato in lingua russa dalla Nytb, Mosca.
Mons. Juan Larrea, Arcivescovo di Guayaquil (Ecuador), ha pubblicato una Novena al bienaventurado Josemaría Escrivá de Balaguer (Justicia y Paz, Guayaquil).
Da segnalare anche Homenaje a Mons. Álvaro del Portillo (EUNSA, Pamplona), una raccolta dei discorsi pronunciati in occasione della solenne commemorazione del Gran Cancelliere dell’Università di Navarra, scomparso lo scorso anno, svoltasi a Pamplona nel mese di gennaio.
Sul versante delle testimonianze personali sul Beato Josemaría o sull’Opus Dei, segnaliamo:
Mis recuerdos. Primeros años del Opus Dei en Roma (Rialp, Madrid), del Rev. Prof. José Orlandis, autore di altri due libri di memorie sul Beato Josemaría. In questa terza monografia, il Prof. Orlandis evoca i primi tempi romani del Fondatore.
Al di là dei sogni più audaci (Ares, Milano) è il titolo in lingua italiana del libro di memorie sul Beato Josemaría scritto da Mons. Pedro Casciaro, uno dei primi membri dell’Opus Dei. L’originale spagnolo, pubblicato nel 1994, ha raggiunto finora otto edizioni.
José María Somoano en los comienzos del Opus Dei è una breve biografia, scritta da José Miguel Cejas, di uno dei primi sacerdoti che negli anni Trenta seguirono il Beato Josemaría; ha avuto la 2ª edizione (Rialp, Madrid).
Stephan Puhl ha pubblicato in Germania un opuscolo intitolato Zeit der Bewährung (Adamas Verlag, Colonia), appunto biografico sul Servo di Dio Isidoro Zorzano, un ingegnere argentino che fu fra i primi membri dell’Opus Dei.
M. Álvarez Morales ha pubblicato un profilo biografico di Vicente Mortes, membro Soprannumerario dell’Opus Dei (Palabra, Madrid).
Il Rev. Samuel Valero racconta le peripezie apostoliche di un gruppo di sacerdoti soci della Società Sacerdotale della Santa Croce nella cordigliera del Perù. Il libro è stato ora pubblicato in italiano (Sacerdoti pionieri sulle Ande, Ares, Milano) e in francese (Aventures apostoliques dans les Andes, Regnier, Parigi).
Sul fronte dei libri sull’Opus Dei, segnaliamo due traduzioni dell’inchiesta di Vittorio Messori L’Opus Dei. Un’indagine: la tedesca (MM Verlag, Aquisgrana), e la portoghese (Notícias, Lisbona), della quale sono state stampate finora tre edizioni; e la 2ª edizione francese (Claire-Vigne, Parigi).
Anche uno studio di Giuseppe Romano sull’Opus Dei è stato tradotto in inglese e pubblicato dalla Ed. Alba, New York, con il titolo: Opus Dei: Who? How? Why?
Con il titolo A writer in search of God. Opus Dei, a personal journey (Sinag-tala, Manila), è uscita in inglese l’opera dello scrittore spagnolo José Luis Olaizola, in cui l’autore racconta il proprio itinerario nell’Opus Dei.
Giuseppe Romano e Giancarlo Polenghi sono gli autori dell’opuscolo Cristiani in mezzo al mondo (a cura dell’Ufficio informazioni della Prelatura a Milano), che è stato stampato anche in portoghese e in spagnolo.
Da registrare, nel settore video, tre programmi televisivi: il primo si intitola Des chrétiens parmi d’autres, a cura di Bernard Gouley e Franz-Yves Marescot, trasmesso il 3 giugno dal canale televisivo francese TF 1, Reportages.
Il secondo, a cura di Giuseppe De Carli, Fabio Zavattaro e Bruno Mobrici, ha per titolo Opus Dei: mare senza sponde; è stato prodotto dalla RAI (Speciale TG1) e trasmesso il 24 giugno.
Infine, la televisione polacca ha trasmesso un programma dedicato all’Opus Dei, in data 25 dicembre.

Romana, Nº 21, Luglio-Dicembre 1995, p. 399-401.