envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

In data 26 giugno 1995, il Santo Padre Giovanni Paolo II ha conferito all’Ateneo Romano della Santa Croce il titolo di “Pontificio”. La notizia è stata comunicata ufficialmente al Gran Cancelliere, Mons. Javier Echevarría, da una lettera della Congrega

CONGREGATIO DE INSTITUTIONE CATHOLICA
(DE SEMINARIIS ATQUE STUDIORUM INSTITUTIS)

Prot. N. 782/94/6
Roma, 11 luglio 1995.

Eccellenza Reverendissima,
con la presente siamo lieti di ComunicarLe che il Santo Padre, nell’Udienza concessa all’Em.mo Cardinale Segretario di Stato il 26 giugno scorso, ha benevolmente conferito il titolo di “Pontificio” a cotesto Ateneo Romano della Santa Croce. L’occasione è data dal decimo anniversario dell’inizio dell’attività accademica.
Questa Congregazione, mentre si rallegra per la fausta notizia, esprime sentite felicitazioni all’Eccellenza Vostra e a tutta la Comunità dell’Ateneo, porgendo sempre più fervidi auguri per una proficua attività accademica in spirito di filiale unione con il Magistero del Santo Padre.
Profittiamo dell’occasione per porgerLe i sensi del nostro distinto ossequio con cui ci confermiamo

dell’Eccellenza Vostra Reverendissima
dev.mi nel Signore
+ José Saraiva Martins
Segret.

Giuseppe Baldanza
Sott.

Sua Eccellenza Reverendissima
Mons. Javier ECHEVARRIA RODRIGUEZ
Vesc. tit. di Cilibia
Prelato dell’Opus Dei
Gran Cancelliere del Pontificio Ateneo Romano della Santa Croce
ROMA

Lettera del Prelato al Santo Padre, per ringraziare del conferimento del titolo “Pontificio” all’Ateneo Romano della Santa Croce.

Boston, 19 luglio 1995

Beatissimo Padre,

desidero ringraziare sentitamente Vostra Santità per aver voluto benevolmente conferire, lo scorso 26 giugno, il titolo di “Pontificio” all’Ateneo Romano della Santa Croce.

Mi permetta, Santo Padre, di aggiungere che è stato per me un ulteriore motivo di gioia che ciò sia avvenuto proprio nel giorno della festa del Beato Josemaría.

Le autorità, i professori e gli studenti del nuovo Ateneo Pontificio nonché gli altri collaboratori sono profondamente consapevoli che il titolo di Pontificio costituisce con l’aiuto del Signore, uno stimolo per continuare, col massimo impegno, il lavoro che da dieci anni svolgono al servizio della Chiesa e del Romano Pontefice.

Chiedo alla Santità Vostra una speciale Benedizione Apostolica per il Pontificio Ateneo Romano della Santa Croce, affinché possa recare, come desideravano il Beato Josemaría ed il suo primo Successore, S.E. Mons. Álvaro del Portillo, copiosi frutti di santità per il popolo di Dio e per l’evangelizzazione della società.

AssicurandoLe ancora una volta le mie orazioni e la mia più sentita unione al Successore di Pietro, in maniera particolare in questi giorni tristi di guerra in Bosnia, chiedo a Vostra Santità per me e per tutti i fedeli della Prelatura dell’Opus Dei la Benedizione Apostolica e mi confermo

della Santità Vostra
dev.mo figlio

+ Javier Echevarría

A Sua Santità
il Papa Giovanni Paolo II
CITTÀ DEL VATICANO

Romana, Nº 21, Luglio-Dicembre 1995, p. 386-389.