envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

In breve

ABANCAY (Perù)
Edizioni di catechismi locali

Nella Costituzione apostolica Fidei depositum (11-X-1992) per la pubblicazione del Catechismo della Chiesa Cattolica, il Santo Padre scriveva che «questo Catechismo viene loro dato (ai Pastori della Chiesa) perché serva come testo di riferimento sicuro e autentico per l’insegnamento della dottrina cattolica, e in modo tutto particolare per l’elaborazione dei catechismi locali».
Con l’incoraggiamento del Vescovo di Abancay, S.E.R. Mons. Isidro Sala, un gruppo di sacerdoti, guidati dal Vescovo dimissionario, S.E.R. Mons. Enrique Pélach, ha compiuto questo lavoro di adattamento con assoluta fedeltà al testo del “Catechismo della Chiesa Cattolica”, allo scopo di renderne più agevole la catechesi e di promuovere la diffusione del recente Catechismo fra le popolazioni locali. In considerazione di quest’esigenze, è stato deciso di comporre due testi: uno per fedeli più formati, famiglie e alunni delle scuole medie e superiori; un altro, più breve, rivolto a persone di scarso livello culturale e ai bambini. Entrambi seguono l’ordine del nuovo catechismo e presentano in ogni capitolo una breve esposizione dottrinale, seguita da una serie di domande e risposte che ne rendono più facile l’apprendimento.
Al termine del lavoro di preparazione, caratterizzato dal sostegno degli altri Vescovi peruviani, è stata pubblicata nello scorso mese di settembre la prima edizione in 20.000 copie, che sono state vendute prima di uscire dalla tipografia. Sono seguite altre due edizioni, di 30.000 e 50.000 copie. Nel frattempo sono state pubblicate in ottobre le due prime edizioni del “Catechismo riassunto”, di 10.000 e 50.000 copie rispettivamente, e la terza, di 50.000 copie, in novembre.
L’interesse dimostrato per questa iniziativa fa presumere che presto verranno alla luce altre edizioni dei due catechismi.

ABIDJAN (Costa d’Avorio)
Campo di lavoro a Sassako

Nel mese di settembre, un gruppo di quindici studenti universitari della Costa d’Avorio ha condotto un progetto di assistenza in un villaggio di nome Sassako, ubicato a 50 km. da Abidjan, nella regione alladjan.
Sassako si trova sulla costa, ed i suoi abitanti sono generalmente dediti alla pesca. Il livello delle infrastrutture è minimo e l’assistenza medica insufficiente. I giovani, in buona parte studenti di Medicina e Farmacia, hanno effettuato delle visite mediche e distribuito i farmaci opportuni agli abitanti del luogo.
Hanno inoltre impartito lezioni di aggiornamento scolastico a ragazzi in età compresa fra i 9 e i 15 anni, in collaborazione con le autorità educative del villaggio.

AMSTERDAM (Olanda)
Questioni attuali di etica medica

L’Internationaal Studiecentrum Voor De Vrouw ha organizzato nella capitale olandese un ciclo di conferenze sulle questioni di maggiore attualità nel settore dell’etica medica.
Il Dott. W.J. van Dun, dell’Istituto Lindeboom, ha tenuto una conferenza sul rispetto della vita umana sin dal concepimento, nel corso della quale ha evidenziato l’inaccettabilità di certi esperimenti genetici.
La seconda conferenza è stata pronunciata dalla Dott.ssa M. de Goe, Ispettrice sanitaria delle Province Limburgo e Brabante-Sud, sul tema dell’eutanasia. Ha evidenziato come l’assistenza al malato da parte del personale medico e della famiglia possa rimuovere l’angoscia generata in alcuni pazienti dalla prospettiva della sofferenza terminale.
Infine la Dott.ssa E. Kavanagh, giurista, ha dissertato sugli aspetti economici ed etici relativi alla questione sanitaria ed all’intervento dello Stato in tale settore.

BOGOTÀ (Colombia)
V Corso di Aggiornamento Teologico

Dal 12 al 17 luglio il campus dell’Università della Sabana, di Bogotà, ha ospitato il V Corso di Aggiornamento Teologico. Numerosi sacerdoti e seminaristi colombiani e di altri Paesi dell’America Latina hanno assistito alle conferenze dei Revv. Prof. José Luis Illanes, Vicedecano della Facoltà di Teologia dell’Università di Navarra, Manuel Belda, dell’Ateneo Romano della Santa Croce, e Juan Luis Lorda, dell’Università di Navarra, che hanno rispettivamente approfondito alcune tematiche di spiritualità sacerdotale e laicale e di antropologia cristiana.
L’attività è stata aperta da Mons. Raymundo Damasceno Assis, Segretario Generale del CELAM, e conclusa dal Vescovo di Zipaquirá, S.E.R. Mons. Jorge Jiménez Carvajal, con la presentazione delle conclusioni della IV Conferenza Generale dell’Episcopato Latinoamericano, recentemente tenutasi a Santo Domingo.

CARACAS (Venezuela)
Incontri sulla vita e la famiglia

Sono diventati ormai tradizionali a Caracas gli incontri di “Vita e Famiglia”, sorti in seguito al Congresso Internazionale della Famiglia svoltosi in Gran Bretagna, a Brighton, nel 1990. Essi offrono una feconda occasione di incontro a genitori desiderosi di riflettere sugli aspetti della vita familiare più attuali.
Quest’anno sono state celebrate la VI e la VII giornata di Educazione Familiare. Nella prima, che ha avuto luogo nel Centro d’Incontri Altoclaro il 27 aprile, la Dott.ssa Myriam Puig, pediatra, e la Sig.ra Ninoska Christiansen hanno tenuto una relazione sull’armonia di disciplina e di affetto nel processo educativo.
Il 1º novembre si è celebrata la VII giornata di “Vita e Famiglia”, incentrata sulla pedagogia dei valori. La Dott.ssa Puig ha dissertato su “L’uomo senza valori” e “I valori nella famiglia”; successivamente sono stati organizzati dei gruppi di lavoro, sfociati nella relazione conclusiva della Dott.ssa Irene Keller.

FIRENZE (Italia)
Congresso sulla moda

Alcune studentesse del Centro Culturale Poggio Alto di Firenze hanno promosso un Congresso dal titolo “Oltre la moda”, imperniato sul progetto di rendere la moda veicolo di valori consoni alla dignità della persona.
Dal 13 al 16 settembre sono convenute da diverse città italiane quaranta giovani, che hanno approfondito lo studio del fenomeno della moda. Tra le attività svolte sono da segnalare le visite guidate all’Opificio delle Pietre Dure, a Palazzo Davanzati e al Museo di Costume di Palazzo Pitti, e l’incontro con un coreografo specializzato in sfilate di moda.
Sono state tenute diverse conferenze: sulla storia del costume, a cura della Coordinatrice del Dipartimento Arti Liberali dell’Istituto Polimoda, Giuliana Chesne Dauphiné; sulla nascita delle stelle della moda, da parte di Cristina Giorgetti, docente di Storia dell’Arte al Polimoda; la Prof.ssa Alessandra Bossi, dell’Istituto Buzzi di Prato, ha esposto l’uso dei tessuti nell’arte.
Le Prof.sse Valeria Rondoni e Georgianna Appignani hanno illustrato il ruolo dei colori e dei costumi nella pittura, nonché la carriera professionale della modista. La stilista Isabella Castoldi ha presentato le sue nuove collezioni. Le linee conclusive del Congresso sono state tracciate dalla Coordinatrice, Cecilia Castoldi, consulente di moda.

FRIBURGO (Svizzera)
Simposio sul Beato Josemaría Escrivá

Il 15 e il 16 novembre ha avuto luogo, presso la Residenza Universitaria Bel-Praz, un Simposio per i Cooperatori e gli amici della Prelatura residenti nelle provincie di Ginevra, Losanna e Friburgo. Oggetto del Simposio è stato l’approfondimento della figura e della dottrina del Beato Josemaría Escrivá. Sono stati analizzati in particolare alcuni aspetti della vita spirituale, del lavoro, della famiglia, dell’apostolato e del ruolo dei Cooperatori dell’Opus Dei negli insegnamenti del Fondatore. Nel corso del Simposio sono stati proiettati due filmati: un documentario informativo sul Beato Josemaría e la registrazione di uno degli incontri informali da lui tenuti nel corso di uno dei suoi viaggi di catechesi in America latina.

MANILA (Filippine)
Corso di Infermeria

Durante l’estate è stato inaugurato il nuovo corso di Infermeria del Center for Research and Communication (CRC). Esso rappresenta il primo passo nell’ormai imminente realizzazione di una clinica, una Facoltà di Infermeria e una Facoltà di Medicina.
Il programma, rivolto al conseguimento del titolo di Master in Infermeria, è seguito da 33 alunne provenienti da diversi ospedali e scuole di Manila; una delle sue caratteristiche è costituita dall’approfondimento della bioetica e dell’antropologia.
Esso rappresenta un valido contributo allo sforzo che il Paese sta compiendo per risolvere i problemi della professione infermieristica. Il titolo di Master è richiesto dalla legislazione per l’insegnamento nelle Facoltà di Infermeria o per lo svolgimento di mansioni di supervisione negli ospedali, ma le scuole che operano in questo settore sono poche. Inoltre l’importanza attribuita alla formazione etica contribuisce non poco a qualificare la professione infermieristica.
L’istituzione promotrice del progetto, l’Institute of Biomedical and Family Ethics, ha organizzato due attività di vasta risonanza: un simposio condotto dal Prof. Jerome Lejeune e un convegno internazionale in commemorazione del 25º anniversario dell’enciclica Humanæ vitæ.

LA PAZ (Bolivia)
Dall’Olanda per l’America Latina

Un gruppo di giovani olandesi che frequentano le attività della Prelatura ad Amsterdam ha portato a termine un progetto di assistenza sociale nel villaggio rurale di El Palomar, ad un’ora da La Paz, per contribuire al miglioramento delle condizioni sanitarie della zona.
In collaborazione con alcune studentesse boliviane, le ragazze olandesi hanno operato presso la mensa di una scuola ed un ambulatorio; inoltre hanno contribuito al restauro della chiesa locale ed hanno tenuto lezioni di igiene e di economia domestica alle donne del villaggio.
In meno di un mese, le giovani hanno saputo conquistare la fiducia degli abitanti di El Palomar, che hanno collaborato attivamente ai lavori di carattere comunitario.

LISBONA (Portogallo)
XV anniversario del pontificato di Giovanni Paolo II

Per commemorare il XV anniversario del pontificato di Giovanni Paolo II, una cooperativa di attività culturali animata da alcuni membri dell’Opus Dei ha organizzato una conferenza, pronunciata dal Vescovo ausiliare di Lisbona, S.E.R. Mons. José Policarpo, Rettore dell’Università Cattolica Portoghese.
Mons. Policarpo ha sottolineato la fede del Papa, la sua fedeltà alle direttive del Concilio Vaticano II ed il suo instancabile servizio missionario. Inoltre, egli si è soffermato sull’analisi di alcuni aspetti del pensiero del Pontefice e, in particolare, sulle radici cristologiche della sua antropologia. Il Vescovo ha quindi concluso con un accenno alla pietà mariana del Papa.
Hanno assistito alla conferenza oltre cinquecento persone; fra esse il Card. Alexandre Nascimento, di Luanda (Angola).

NAGASAKI (Giappone)
Educare i figli

In Giappone si dice che “in casa la mamma è il ministro delle finanze e dell’educazione”. La scuola Seido Mikawadai sta cercando di cambiare questa mentalità, coinvolgendo sempre più attivamente i padri nell’opera educativa della famiglia.
Un’iniziativa in questo senso è stata costituita da un week-end per gli alunni dei primi tre anni delle elementari e per i loro papà. Esso si è svolto in una casa di campagna del Ministero dell’Educazione, a un’ora di automobile dalla città. Sono intervenuti 71 alunni e 61 papà.
L’incontro si è articolato con conversazioni formative per bambini e per genitori e altre attività miranti a favorire la convivenza fra di loro.
Complemento di questo programma sono i colloqui personali tra genitori e professori, che vengono poi continuati nel corso dell’anno scolastico. Come risultato di questi incontri, in molti padri nasce il desiderio di conoscere la religione cristiana, cui la scuola Seido Mikawadai ispira l’educazione dei loro figli.

NAIROBI (Kenya)
Nell’anniversario dell'“Humanæ vitæ”

Il Dott. Claude Newbury, direttore di “Human Life International”, ha dettato una conferenza presso la Kianda Residence sull’educazione dei figli. Vi hanno assistito duecento coppie di genitori.
Questa è stata una delle attività che, in concomitanza con il congresso organizzato dai Vescovi del Kenya nel mese di agosto, hanno avuto luogo nel Paese allo scopo di commemorare il 25º anniversario dell’Enciclica “Humanæ vitæ” e di diffonderne i contenuti.
Kianda ha promosso anche una serie di incontri sulla difesa della vita rivolti a madri di famiglia, insegnanti e giovani; li hanno condotti la Dott.ssa Mary Kibera, vicedirettrice della scuola Kianda, e le Sig.re Eva Beauttah e Lucy Than’ga, infermiere. Hanno collaborato all’iniziativa il Family Enrichment Programme (FEP) ed il Youth Enrichment Programme (YEP).
Altre conferenze sullo stesso argomento sono state promosse in diverse scuole di Nairobi; le insegnanti coinvolte sono state una sessantina.

NITEROI (Brasile)
Sul diritto alla vita

Nell’ambito della discussione che si sta sviluppando in Brasile circa la riforma della Costituzione, sono state avanzate alcune proposte sulla regolamentazione del diritto alla vita. Per offrire sicuri orientamenti dottrinali, il Centro Culturale Icaraì ha organizzato nello scorso mese di settembre un corso di etica medica, articolato in una serie di conferenze e seminari sulle questioni più importanti della morale connesse il rispetto della vita umana.
Il Dott. Dernival Brandão, della Società Brasiliana di Ginecologia, ha esposto i principi filosofici sui quali si basa l’etica medica; il Dott. Herbert Praxedes, specialista nella cura dei malati terminali, ha dissertato sull’atteggiamento umano e cristiano di fronte alla sofferenza e alla morte. Infine un altro membro della Società Brasiliana di Ginecologia, il Dott. João Evangelista Alves dos Santos, è intervenuto sul rispetto della vita nascente.
Hanno partecipato all’iniziativa numerosi studenti universitari delle facoltà di Medicina, Ingegneria, Giurisprudenza, Architettura ed Economia.

PRAIA (Capo Verde)
Progetto sanitario

La Residenza Universitaria Alamos, di Lisbona, ha promosso un progetto sanitario nella località di Praia, a Capo Verde, nei primi quindici giorni di agosto. Vi hanno preso parte trentacinque universitarie portoghesi.
Esse hanno impartito corsi di medicina di base, ginecologia e puericultura, igiene dell’alimentazione, cucina, taglio e cucito, ecc. I bambini sono stati intrattenuti con giochi educativi all’aria aperta.
In collaborazione con le autorità locali, le giovani hanno visitato le famiglie di uno dei quartieri più poveri, prestando loro assistenza sanitaria.
Nel corso del progetto sono state poste le basi perché alcune attività possano proseguire autonomamente, come ad esempio un laboratorio di cucito.
Con la sovvenzione di alcune industrie portoghesi è stato possibile costituire un dispensario medico e farmaceutico, nonché una biblioteca per bambini.

SALISBURGO (Austria)
Simposio su Arte ed Ethos

“Arte ed Ethos” è stato il tema del simposio, organizzato dal Club Belvedere (Institut für kulturelle und wiessenschaftliche Zusammenarbeit), che si è tenuto il 18 ottobre ed ha visto la partecipazione di esponenti di spicco della cultura di area tedesca.
Di fronte ad un pubblico composto da oltre cento laureati e universitari, sono intervenuti undici relatori, che hanno trattato alcuni fra i più attuali problemi dell’arte moderna. Di particolare interesse si sono rivelate le conferenze su “Arte e bellezza”, del Prof. Günther Pöltner, dell’Università di Vienna, “L’arte, succedanea della religione?”, del Dott. Helmut Kohlenberger, dell’Università di Salisburgo, e “L’arte libera e la costruzione del presente”, del Prof. Hermann Lübbe, dell’Università di Zurigo.
Una stimolante tavola rotonda sulla perdita dell’immagine dovuta alla riproduzione illimitata e sui problemi che ne derivano per l’artista figurativo moderno è stata guidata dal Dott. Hans Thomas, dell’Istituto Lindenthal di Colonia.
L’ultimo intervento è stato a cura del coordinatore del simposio, Dott. Enrico H. Prat, che ha dissertato sulle influenze della legge del mercato sull’arte.

SANTIAGO DE COMPOSTELA (Spagna)
Seminario permanente per giornalisti

Il Seminario permanente “Periodismo y Comunicación”, ente costituito dall’editoriale Economía Gallega e dalla Residenza Universitaria La Estila per l’aggiornamento dei giornalisti, ha promosso le Giornate di Specializzazione in Giornalismo Economico.
Questa prima attività del Seminario permanente si è avvalsa della collaborazione di tre operatori del settore. Il Decano della Facoltà di Giornalismo dell’Università Complutense di Madrid, Prof. Javier Fernández del Moral, ha fra l’altro rilevato che l’attività informativa, come del resto quella imprenditoriale, dev’essere contraddistinta dal desiderio di rendere un servizio alla società.
José Barta Juárez, Presidente di una società di consulting madrilena, ha analizzato le principali fasi della comunicazione economica, quali la ricerca delle fonti e la corretta utilizzazione dei termini tecnici: il giornalista —ha sostenuto— deve disporre di sufficienti elementi di giudizio per poter interpretare un fatto o prevedere un effetto economico.
Infine il Segretario generale dello IESE, Prof. Antonio Argandoña, ha esposto alcuni concetti fondamentali dell’economia, illustrando i principali indicatori e il significato di ognuno di essi, e alcune conseguenze derivanti da determinate decisioni economiche.

TLAXCALA (Messico)
Inizio del corso accademico

Il 6 agosto ha avuto luogo la cerimonia d’inizio del corso accademico 1993-94 dell’Instituto Tecnológico Yalbi, nel Centro di convegni di Mimiahuapan. L’atto è stato presieduto da S.E.R. Mons. Jacinto Guerrero Torres, Vescovo di Tlaxcala.
Dal 1986, anno della sua fondazione, l’Instituto Yalbi offre una formazione integrale alle giovani della zona e le qualifica per esercitare la professione alberghiera.
Nell’omelia pronunciata nel corso della Santa Messa, il Vescovo di Tlaxcala si è rivolto alle docenti, alle alunne e alle loro famiglie per sottolineare l’importanza di impostare la formazione culturale su una sempre più profonda e personale unione con Dio.

SYDNEY (Australia)
Seminario di giornalismo economico

Warrane College, affiliato alla Università di New South Wales, ha celebrato per la sesta volta il seminario annuale di etica della comunicazione, dal titolo “Econospeak: the Reporting of Economics in the Media”.
Uno dei relatori, il Prof. Ronald McCallum, ordinario di Legislazione Industriale dell’Università del New South Wales, ha sostenuto che i governi hanno il dovere di rendere le proprie decisioni funzionali al bene comune e non dovrebbero operare scelte che beneficiano soltanto settori ristretti della società. In tal senso è da riprovarsi l’appoggio talvolta prestato dai commentatori economici al “consumismo sfacciato”.
Altri interventi sono stati tenuti dal commentatore economico del giornale di Melbourne “The Age”, Ken Davidson, che ha ricordato come le scelte in economia non siano una mera questione tecnica, ma possiedano evidenti riflessi morali; dall’ex direttore del “Financial Review” di Sydney, Gerald Noonan, e infine dal Dott. Craig Freedman, professore di economia dell’Università del New South Wales, che ha analizzato il peso che la stampa esercita nella valutazione dell’operato dei governi.
Hanno preso parte al seminario cento giornalisti e numerosi studenti e professionisti.

URIO (Como, Italia)
Presentazione del Catechismo della Chiesa Cattolica

Il 20 agosto il Vescovo di Como, S.E.R. Mons. Alessandro Maggiolini, si è recato al Castello di Urio per una presentazione del nuovo Catechismo della Chiesa Cattolica. L’incontro si è svolto nell’ambito del Corso Estivo di Filosofia, cui hanno partecipato settanta universitari provenienti da numerose città d’Italia.
Mons. Maggiolini, che è stato uno dei redattori del nuovo Catechismo, ha tratteggiato la genesi e lo sviluppo del testo. Ha quindi sottolineato il successo editoriale dell’opera, che dimostra quanto fosse avvertito il bisogno di una sintesi dottrinale completa delle verità principali della nostra fede: ciò prova anche che il sensus fidei dei cattolici s’indirizza istintivamente a individuare le fonti corrette del dogma e della morale cristiana.
Alla relazione del Vescovo di Como è seguita una serie di comunicazioni di alcuni docenti e studenti, che hanno narrato la propria esperienza del positivo utilizzo del Catechismo nell’ambito dell’apostolato con colleghi ed amici.

TORRECIUDAD (Huesca, Spagna)
V Giornata Mariana della Famiglia

Sabato 16 ottobre circa quindicimila persone provenienti da tutta la Spagna si sono riunite nel Santuario di Torreciudad per partecipare alla V Giornata Mariana della Famiglia, presieduta da Mons. Tomás Gutiérrez Calzada, Vicario Regionale della Prelatura per la Spagna.
Titolo della Giornata è stato “La famiglia cristiana, speranza del mondo”. Il Santo Padre ha fatto giungere un messaggio ai partecipanti, incoraggiandogli “a proclamare e diffondere il vangelo della famiglia e della vita, impegnandosi nell’opera della nuova evangelizzazione”. Il saluto del Papa conteneva anche l’invito “ad una sempre più profonda formazione cristiana e ad una sempre più attiva partecipazione alla vita della Chiesa, in stretta comunione con i Pastori”.
Anche il Card. Alfonso López-Trujillo, Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, ha inviato per l’occasione un messaggio in cui, fra l’altro, ricordava che “la reciproca donazione fra gli sposi e dei genitori verso i figli daranno vita ad un futuro di pace: non sono gli egoisti e i calcolatori ad assicurare a questo mondo un futuro incoraggiante”.
Nel corso della Giornata ha avuto luogo la tradizionale offerta di fiori e frutti, la preghiera delle famiglie alla Vergine e la celebrazione della Santa Messa. Nel pomeriggio si è svolto un programma musicale, offerto da alcune delle famiglie presenti; la manifestazione si è conclusa con la recita del Rosario e la Benedizione Solenne con il SS.mo Sacramento.

Romana, Nº 17, Luglio-Dicembre 1993, pag. 292-299.