envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Ordinazioni sacerdotali

Nel corso della cerimonia svoltasi nella Basilica di San Pietro la mattina del 26 maggio, solennità della Santissima Trinità, il Santo Padre Giovanni Paolo II ha conferito l'ordinazione sacerdotale a sessantuno diaconi, di cui venti appartenenti al clero della Prelatura della Santa Croce e Opus Dei.
«Sul suolo fecondo dell'eredità della grazia battesimale è nata in voi, cari Figli —ha detto il Papa in un passo dell'omelia—, la vocazione al Sacerdozio ministeriale nella Chiesa. Oggi questa vocazione sarà coronata con il Sacramento dell'Ordine. In modo particolare si realizzerà in voi l'eredità divina, l'eredità che è Dio stesso: "Il Signore è mia parte di eredità e mio calice". Dovete diventare speciali coeredi di Cristo per potere servire tutti i fratelli e le sorelle nell'unità del Popolo di Dio. Coerede di Cristo è il sacerdote, in quanto amministra i misteri di Dio ed opera "in persona Christi", perché Cristo possa continuare a servire e a salvare ».
I novelli sacerdoti della Prelatura erano acceduti all'ordine del Diaconato il 28-I-1991, ricevendo il sacramento dallo stesso Prelato, S.E. Mons. Alvaro del Portillo, che per la prima volta dopo la sua ordinazione episcopale, amministrava il sacramento dell'Ordine Sacro.
I venti sacerdoti della Prelatura ordinati dal Santo Padre provengono dai seguenti Paesi: Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Filippine, Francia, Italia, Paraguay, Perù, Portogallo, Spagna, Venezuela.

Se desidera leggere la versione completa di "Romana", può abbonarsi alla sua edizione cartacea.

Romana, Nº 12, Gennaio-Giugno 1991, p. 126.