Opus Dei. Bollettino RomanaBollettino della Prelatura della Santa Croce e Opus Dei

english
| español | français | italiano    
Se desidera leggere la versione completa di "Romana",    
può abbonarsi alla sua edizione cartacea    
Home - Mappa del sito | Abbonamenti - Cerca Per ricevere le news


62 • Gennaio - Giugno 2016 • Pagina 130
 
 
 
 •  Su San Josemaría
 

Celebrazioni eucaristiche nella festa di San Josemaría

Nella commemorazione liturgica di San Josemaría, il prelato dell’Opus Dei, Mons. Javier Echevarría, ha celebrato una Messa solenne nella basilica di Sant’Eugenio a Roma. La sua omelia è pubblicata in questo numero di Romana. Attorno a questa data molte altre celebrazioni eucaristiche hanno avuto luogo nelle città di tutto il mondo. Qui di seguito faremo un cenno ad alcune di esse.

Il 23 giugno è stata celebrata una Messa solenne nella cattedrale metropolitana di Guatemala. Hanno presieduto l’Eucaristia il nunzio apostolico, Mons. Nicolas Thevenin, e l’arcivescovo metropolitano, Mons. Óscar Julio Vian. Nell’omelia Mons. Thevenin ha delineato un’immagine storica del fondatore dell’Opus Dei e ha sottolineato l’influenza positiva che il suo messaggio può avere su ogni tipo di persone nel mondo di oggi. Alla fine della cerimonia è stato letto un messaggio dell’arcivescovo, Mons. Óscar Julio Vian: «Siamo chiamati a imitare le virtù di san Josemaría. Dobbiamo vivere immersi nel mondo, nel quotidiano della nostra vita, ed esprimere la santità in tutto lo splendore del suo significato. Come diceva san Josemaría, “ammira la bontà di Dio, nostro Padre: non ti riempie di giubilo la certezza che la tua casa, la tua famiglia, il tuo paese, che ami alla follia, sono materia di santità?”; con questa splendida frase non possiamo dimenticare di essere invitati a proclamare la vocazione universale alla santità e all’apostolato; che dobbiamo servire con ardente amore l’opera della Redenzione».

In Costa d’Avorio la Messa in occasione della festa di San Josemaría ha avuto luogo alla Sainte Famille il 25 giugno, alla presenza di circa 3.000 persone. Ha presieduto la concelebrazione Mons. Joseph Spiteri, nunzio nel Paese. «Rendiamo grazie al Signore per tutti i doni del suo amore, soprattutto per il dono di san Josemaría. Chiediamo la grazia della fedeltà e la luce dello Spirito Santo per rispondere con decisione alla chiamata universale alla santità e per essere autentici testimoni, attraverso le azioni quotidiane, della tenerezza e della misericordia divina verso tutti i nostri fratelli e sorelle», ha detto Mons. Spiteri all’inizio della cerimonia.

Nell’omelia, il nunzio apostolico ha affermato che «san Josemaría ci insegna che la semplicità della nostra relazione personale con Dio ci invita ad avere un senso più profondo della dignità di ogni essere umano e della fraternità tra le persone. Se siamo figli e figlie di uno stesso Padre, siamo fra noi fratelli e sorelle. Ma la fratellanza che scopriamo attraverso la misericordia di Dio, e grazie al suo amore, è più forte di tutti i legami semplicemente umani. È la fratellanza di Gesù risuscitato, il Signore della vita». «È facile comprendere l’invito di san Josemaría – continuava Mons. Spiteri – a vivere sempre con serenità e ottimismo. La filiazione divina trasforma radicalmente la nostra visione della vita. Siamo e rimaniamo sempre in Dio e nel suo amore. Pertanto, è chiaro che qualunque attività umana può diventare un luogo di incontro con Dio e dà la possibilità di costruire una società rinnovata, più giusta e fraterna». Il nunzio ha dedicato alcune parole ai fedeli della Prelatura: «La festa di San Josemaría, per i fedeli dell’Opus Dei, non è solo un momento di gioia e di ringraziamento. Dev’essere anche un invito a rinnovare l’impegno di una profonda vita cristiana». «L’esempio del fondatore – ha aggiunto – deve vivere in voi e attraverso la vostra testimonianza».

A Montreal (Canada), l’arcivescovo Christian Lépine ha celebrato l’Eucaristia nella basilica cattedrale Marie-Reine-du-monde, accompagnato da altri sacerdoti, alcuni dei quali del presbiterio della Prelatura. I fedeli ne hanno approfittato per entrare attraverso la porta santa della misericordia e numerosi confessori si sono messi a disposizione dei penitenti. Mons. Lépine ha dichiarato la sua gioia di poter celebrare la Messa in memoria di san Josemaría nell’Anno santo della Misericordia. Sia nel suo saluto iniziale, sia nell’omelia, ha citato testi della predicazione di san Josemaría sulla misericordia e il perdono. A Ottawa, la capitale canadese, la Messa per la festa di San Josemaría ha avuto luogo il 20 giugno. È stata presieduta dall’arcivescovo della diocesi, Mons. Terrence Prendergast S.J., nella basilica cattedrale Notre-Dame.

L’arcivescovo ha invitato le famiglie a passare dalla porta santa e ha spiegato che, nel contesto dell’Anno santo della misericordia, la festa di San Josemaría costituiva un buon momento per avvicinarsi al sacramento della Penitenza.


Archivio
 Archivio
Stampa questa pagina 
Dowload Palm version 
Segnala questa pagina ad un amico  
Link utili
Sito della Santa Sede
Opus Dei
Scritti del Fondatore dell'Opus Dei
Josemaría Escrivá Fondatore dell'Opus Dei
 
 
 
Romana - Bollettino della Prelatura della Santa Croce e Opus Dei
Redazione: V.le Bruno Buozzi 73 - 00197 Roma | redazione@romana.org
Amministrazione: it@romana.org
© romana.org · Aviso legal · Política de privacidad y cookies